Dopo 11 anni Arianna Huffington lascia Huffington Post

Dopo 11 anni Arianna Huffington lascia Huffington Post
Dopo 11 anni Arianna Huffington lascia Huffington Post
Dopo 11 anni Arianna Huffington lascia Huffington Post

NEW YORK – Arianna Huffington lascia l’Huffington Post. Dopo averlo fondato e aver trascorso 11 anni alla guida, Arianna Huffington dice addio alla ‘sua’ creatura per gettarsi in un’altra avventura, la start up Thrive Global.

– Mi aspettavo di continuare a guidare l’Huffington Post mentre lavoravo al lancio di Thrive Global, ma mi é stato subito chiaro che non potevo fare giustizia a tutte e due le società – afferma Arianna Huffington, sottolineando che é ”importante sapere quando una porta si chiude e un’altra si apre, ritengo che per me é arrivato il momento”.

Di origini greche, Arianna Huffington si é affermata negli anni 1990 come commentatrice politica. Nel 2005 ha co-fondato l’Huffington Post con Kenneth Lerer e Jonah Peretti. Il sito ha rivoluzionato l’informazione online, affermandosi come uno dei primi di informazione solo digitale finanziato dalla pubblicitá.

Arianna Huffington ha venduto il sito ad AOL cinque anni fa per 315 milioni di dollari, un accordo dal quale ha guadagnato 21 milioni di dollari. Nel 2012 il sito ha vinto il Premio Pulitzer, e Arianna ha spinto sull’acceleratore della crescita internazionale.

L’acquisizione nel 2015 di AOL da parte Verizon per 4,4 miliardi di dollari ha alimentato dubbi su una possibile uscita di Arianna Huffington. I timori sono peró stati accantonati con la firma del contratto, con il quale Arianna Huffington restava alla guida fino al 2019.

Il contratto peró includeva la clausola che le consentiva di lavorare a una start up. Il suo futuro all’Huffington Post comunque era sembrato a rischio con l’acquisizione di Verizon di Yahoo!, che ha alimentato dubbi su come la divisione di informazione di Yahoo! potesse lavorare con l’Huffington Post.

Gli anni trascorsi alla guida non sono stati senza polemiche per Arianna Huffington. La sua politica di non pagare molti di coloro che scrivono sul sito, sostenendo di offrire loro popolaritá, ha attirato critiche, cosí come il suo ingresso nel consiglio di amministrazione di Uber. Arianna é una ”visionaria che ha trasformato l’Huffington Post in una piattaforma di informazione innovativa.

– AOL e Verizon sono impegnate a continuare a lavorare alla sua crescita, portando avanti il lavoro di Arianna – afferma Tim Armstrong, l’amministratore delegato di AOL, sottolineando che AOL sará uno dei partner di Thrive Global.

La nuova start up di Arianna Huffington si pone come obiettivo quello di lavorare fianco fianco con le aziende per migliorare il benessere dei loro dipendenti. Oltre ad AOL, fra i partner figurano l’imprenditore Sean Parker, Mohamed El-Erian, Greycroft Partners e Ray Dalio di Bridgewater.

Condividi: