Morta di parto: al lavoro ispettori Ministero

(ANSA) – FANO (PESARO URBINO), 12 AGO – E’ ancora in corso l’ispezione nell’ospedale Santa Croce di Fano, disposta dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin per la morte di Carmen Zazzaro, la 24enne deceduta per complicanze durante un intervento di induzione del parto dopo che era stata diagnosticata la morte endouterina del feto, giunto alla 39/a settimana di gestazione. Una decina gli ispettori ministeriali che stanno acquisendo cartelle e testimonianze, oltre a sentire le 12 persone iscritte nel registro degli indagati per omicidio colposo dalla Procura di Pesaro. Si tratta di ginecologi, ostetriche e anestesisti che hanno seguito direttamente il caso della giovane donna. Terminata in serata l’autopsia sul feto e sul corpo di Cramena Zazzaro. L’esame è stato condotto dal medico legale Mauro Pesaresi, affiancato da un ginecologo e da un anestesista: dovrà rispondere ad una serie di quesiti posti dalla Procura e dalle parti interessate.

Condividi: