Italia a crescita zero. Tesoro, conti sotto controllo

Pubblicato il 12 agosto 2016 da ansa

Italia a crescita zero, Tesoro: 'Conti sotto controllo'

Italia a crescita zero, Tesoro: ‘Conti sotto controllo’

ROMA – Nel secondo trimestre il prodotto interno lordo italiano, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è rimasto invariato rispetto al trimestre precedente ed è aumentato dello 0,7% nei confronti del secondo trimestre del 2015. Lo comunica l’Istat diffondendo la stima preliminare. Il secondo trimestre del 2016 – precisa l’Istat – ha avuto una giornata lavorativa in più del trimestre precedente e una in più rispetto al secondo trimestre 2015.

La variazione congiunturale del prodotto interno lordo, spiega l’Istat, è la sintesi di un aumento del valore aggiunto nei comparti dell’agricoltura e dei servizi e di una diminuzione in quello dell’industria. Dal lato della domanda, vi è un lieve contributo negativo della componente nazionale (al lordo delle scorte), compensato da un apporto positivo della componente estera netta.

Nello stesso periodo, ricorda l’Istat, il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,6% nel Regno Unito e dello 0,3% negli Stati Uniti, mentre ha segnato una variazione nulla in Francia. In termini tendenziali, si è registrato un aumento del 2,2% nel Regno Unito, dell’1,4% in Francia e dell’1,2% negli Stati Uniti. Nel complesso, secondo la stima diffusa il 29 luglio scorso, il Pil dei paesi dell’area Euro è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dell’1,6% nel confronto con lo stesso trimestre del 2015.

L’Istat ha reso noto, diffondendo la stima preliminare del Pil nel secondo trimestre dell’anno, che la variazione acquisita per il 2016 del Pil italiano è pari a +0,6%. La crescita acquisita è la crescita annuale che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell’anno.

Nuovo record del debito pubblico. A giugno, rileva Bankitalia, il debito delle amministrazioni pubbliche si è attestato a 2.248,8 miliardi, in aumento di 70 mld rispetto a maggio. Nei primi 6 mesi il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 77,2 mld.

L’incremento riflette il fabbisogno (24,8 mld) e l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (56,8 mld). Gli effetti dell’ emissione di titoli sopra la pari, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del tasso di cambio euro hanno ridotto il debito per 4,4 mld.

“Nonostante la crescita sia più fragile del previsto, i conti pubblici sono sotto controllo, come evidenziato dall’andamento del fabbisogno del settore statale. A fine settembre il Governo presenterà nella nota di aggiornamento al Def il nuovo quadro macroeconomico con le previsioni aggiornate sull’andamento dell’economia e in combinazione con i dati della contabilità nazionale sarà possibile valutare i target per il rapporto deficit/Pil e debito/Pil”. Lo afferma il Mef.

Ultima ora

21:21Yemen: Onu, 10.000 civili morti in 2 anni conflitto

(ANSA) - SANAA, 16 GEN - Solo negli ultimi due anni di guerra, nello Yemen il numero di civili morti ha superato, secondo una stima ottimistica, i 10.000: lo fa sapere l'Onu, che quantifica i feriti in circa 40.000. Secondo quanto riferito ai cronisti da Jamie McGoldrick, dell'Ufficio per il Coordinamento degli affari umanitari delle Nazioni Unite, la stima sui civili morti è basata sulla conta delle vittime raccolte dalle strutture sanitarie del disastrato Paese, e la cifra reale potrebbe essere anche molto più elevata.

21:14Moro: domani Morucci davanti Commissione, possibili novità

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Domani sera Valerio Morucci dovrà spiegare davanti la Commissione parlamentare sul caso Moro perché diversi fatti accertati sulla vicenda vanno in un verso e invece il 'racconto' del dissociato va in tutt'altro. E ciò a cominciare dalla dinamica di Via Fani, da quanti fossero i componenti del commando, chi in effetti sparò, dove avvenne e con che modalità il trasbordo del "prigioniero" e dove fu portato. La Commissione d'inchiesta ipotizza, con diversi riscontri, che la prima prigione fosse collocata al piano attico di un immobile al tempo dello Ior in via Massimi 91, a poche centinaia di metri da via Fani. Non ci sarebbe stato quindi solo lo stretto cunicolo dove, secondo le Br, Moro fu rinchiuso da subito, il 16 marzo del 1978, e per tutti i 55 giorni in via Montalcini. Domani a Morucci saranno contestate, foto e dati alla mano, elementi che contraddicono gran parte del suo 'racconto' su via Fani e la prima prima fase del rapimento.

21:13Canoa:Antonio Rossi fa ricorso,annullare elezione Buonfiglio

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Antonio Rossi chiede l'annullamento delle elezioni che hanno portato alla conferma, alla presidenza della federcanoa, di Luciano Buonfiglio. L'ex campione, che era candidato nella corsa al rinnovo dei vertici federali, ha infatti presentato un ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport "avverso e per l'annullamento della decisione della Corte Federale d'Appello della Federazione Italiana Canoa Kayak del 16 dicembre 2016 con cui la stessa Corte ha deciso sul ricorso promosso dal sig. Rossi e volto ad ottenere l'annullamento dell'Assemblea Generale elettiva della FICK, nonché, per l'effetto, della elezione del sig. Luciano Buonfiglio alla carica di Presidente Federale". Rossi, si legge nella nota, "chiede al Collegio di Garanzia di annullare la decisione impugnata della Corte Federale e di annullare sia l'assemblea elettiva del 22 ottobre 2016, sia l'elezione del Presidente Federale".

21:04Sfregiata con acido: in 800 a manifestazione a Rimini

(ANSA) - BOLOGNA, 16 GEN - Ottocento persone si sono strette in un abbraccio ideale a Gessica Notaro, la 28enne riminese sfregiata con l'acido dall'ex fidanzato Jorge Edson Tavares nella serata di martedì. Questo pomeriggio in piazza Tre Martiri a Rimini si è svolta la manifestazione per far sentire alla ragazza la vicinanza della città e dire basta alla violenza sulle donne. "Questa piazza - ha detto il sindaco di Rimini Andrea Gnassi - è la risposta all'acido gettato in faccia. Gessica si riprenderà. È una ragazza bella dentro e bella fuori. Chi le ha fatto questo è solo un vigliacco". (ANSA).

21:04Serbia: due rompighiaccio dall’Ungheria

(ANSAmed) - BELGRADO, 16 GEN - Due rompighiaccio ungheresi sono arrivati nel pomeriggio di oggi in Serbia per contribuire alle operazioni di rimozione degli enormi blocchi di ghiaccio che bloccano la navigazione lungo il Danubio e gli altri grandi fiumi del Paese. I rompighiaccio, chiesti a Budapest dal governo serbo, verranno impiegati inizialmente sul tratto del Danubio dal confine fino a Belgrado. L'ondata di freddo intenso abbattutasi dall'inizio dell'anno sull'Europa sudorientale, con temperature anche al di sotto dei meno 20 gradi, ha causato il congelamento di lunghi tratti anche dei grandi fiumi quali Danubio, Sava, Drina, Tisa, con uno strato di ghiaccio che oscilla fra i cinque e i 20 centrimetri.

20:56Crac Divania, Unicredit condannata a restituire 7,6 milioni

(ANSA) - BARI, 16 GEN - La quarta sezione civile del tribunale di Bari ha condannato la banca Unicredit spa al pagamento di 7,6 milioni di euro in favore della Curatela del Fallimento Divania, la società barese produttrice di divani dichiarata fallita nel 2011. Il Tribunale, dichiarando la propria incompetenza territoriale con riferimento ad alcune richieste risarcitorie, si è pronunciata nel merito accogliendo parzialmente le domande della curatela per 157 operazioni in derivati sottoscritte fra il 1998 e il 2005. I giudici civili hanno dichiarato la nullità di quei contratti. Per gli stessi contratti, oggi dichiarati nulli, Unicredit è stata condannata nel maggio scorso al pagamento di altri 12,6 milioni di euro corrispondenti alle presunte perdite dovute agli investimenti in derivati. Sulla vicenda pende inoltre dinanzi al Tribunale penale l'udienza preliminare relativa alla richiesta di rinvio a giudizio dei vertici Unicredit, imputati per concorso in bancarotta fraudolenta della società Divania.

20:34Strage Orlando: media, Fbi arresta la moglie del killer

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - L'Fbi ha arrestato la moglie del killer di Orlando. Lo scrive il New York Times, secondo cui Noor Salman sarebbe stata presa in custodia dagli agenti nella sua casa di San Francisco per aver ostacolato le indagini. Il marito Omar Mateen fu ucciso lo scorso giugno dopo una strage in un night club di Orlando in Florida, sterminando 49 persone, per la maggior parte omosessuali. Secondo i federali, la donna non avrebbe detto la verità riguardo le intenzioni del marito di commettere la strage.

Archivio Ultima ora