Terrorismo: controlli nei porti, fine settimana a rischio disagi

Pubblicato il 12 agosto 2016 da ansa

Terrorismo:controlli in porti,week end a rischio disagi

Terrorismo:controlli in porti,week end a rischio disagi

ROMA. – Il sistema dei porti italiani ha retto la prima giornata di controlli rinforzati contro possibili minacce terroristiche, ma si temono disagi per il week end di Ferragosto. Il passaggio ad “allerta 2” in una scala di misura che arriva fino a 3, deciso dalla Guardia Costiera ha provocato qualche coda per il cambio di procedure (verifiche quasi raddoppiate, utilizzo di metal detector, bagagli e auto esaminati con cura).

Incolonnamenti si sono verificati agli accessi alle corsie che conducono agli imbarchi sulle navi a Genova, con ripercussioni sul traffico urbano e sulle autostrade del nodo genovese. Sulla A10 che collega il capoluogo con Ventimiglia le code sono arrivate a due chilometri; sulla A7 Milano Genova a 5 chilometri.

Si attende ora la prova del fine settimana di esodo, banco di prova difficile per i porti presi d’assalto dagli ultimi vacanzieri in partenza. Non è mancata anche qualche polemica, come quella degli agenti marittimi della Spezia, preoccupati per la complicazione delle soste in rada delle navi, o come quella del sindacato dei vigili del fuoco Conapo, che lamenta lo “smantellamento del servizio antincendio portuale e del servizio sommozzatori dei vigili del fuoco”.

Ma, d’altra parte, c’è da registrare la collaborazione e la comprensione dei passeggeri segnalata in quasi tutti gli scali. Il porto più ‘caldo’, al momento sembra essere Genova dove, fra sabato e domenica sono attesi quasi 50 mila passeggeri, 8 mila auto e 24 navi in partenza. Solo per le navi da crociera nel week end accederanno in porto quasi 17.000 passeggeri; salperanno 20 navi traghetto con oltre 30 mila viaggiatori e 8 mila auto. Si temono dunque ingorghi e code con ripercussioni sul traffico autostradale e urbano.

Ad Ancona è stata registrata qualche coda vicino agli imbarchi della Minoan Lines verso la Grecia, ma la situazione è stata gestibile. Nel porto sono transitati circa 11 mila passeggeri, di cui 5.500 in partenza compresi circa 340 crocieristi della Msc Sinfonia. L’Autorità portuale prevede di toccare il tetto di 40 mila presenze nel fine settimana di Ferragosto.

Sei i traghetti: due diretti verso la Grecia, tre verso la Croazia, uno verso l’Albania. L’Autorità portuale ha rafforzato il personale, con l’aiuto anche di vigili del fuoco volontari e protezione civile e con l’aumento di addetti della Dorica Port Service, che offrono indicazioni ai passeggeri sugli itinerari da seguire. Orario di sportello prolungato per agenzie e compagnie di navigazione.

A Livorno non risultano particolari problemi all’imbarco dei passeggeri in partenza per Corsica e Sardegna. Stessa situazione anche al porto di PIOMBINO, dove la capitaneria a fronte di un aumento dei controlli non ha registrato criticità particolari, con i passeggeri pronti a collaborare senza problemi.

A Civitavecchia tutto è avvenuto “nell’ordinato svolgimento dei traffici, senza ritardare la partenza delle navi”, ha detto l’ammiraglio Giuseppe Tarzia, comandante della Guardia Costiera . “Controlli intensificati, ma non ci sono disagi per nessuno”. Si tratta in particolare di operazioni di identificazione compiute dalla polizia di frontiera.

Controlli serrati di bagagli e documenti all’interno del porto di Napoli, dalla Stazione marittima al Beverello, dopo l’innalzamento del grado di sicurezza contro il terrorismo. Nelle Prefetture di Napoli e Salerno, altro scalo interessato in Campania, si sono svolti tavoli tecnici per predisporre gli interventi necessari. “Nessun ritardo” per arrivi e partenze.

In azione anche gli uomini delle squadre speciali anti terrorismo. Verifiche molto più accurate tra i passeggeri in partenza e in arrivo nel porto di Brindisi da o per la Grecia e l’Albania. Controlli serrati vengono compiuti anche al porto di Bari.

“Il mondo è cambiato, la sicurezza ha la precedenza su tutto, anche sul tempo impiegato per gli imbarchi/sbarchi” ha sottolineato il presidente dell’Autorità portuale di Palermo, Vincenzo Cannatella, illustrando le nuove procedure; in particolare è stata creata un’ulteriore area sterile che obbliga tutti i crocieristi a superare i due moduli prefabbricati adibiti alle ispezioni (metal detector per le persone e scanner per i bagagli) per raggiungere la nave.

I passeggeri delle navi attraccate in altre banchine vengono, invece, controllati con metal detector portatili. Utilizzate anche guardie giurate. Nessun problema segnalato all’imbarco dei passeggeri in partenza da e per i porti di Olbia Isola Bianca e di Golfo Aranci, gli scali del Nord Sardegna che in questi giorni stanno facendo registrare un picco di presenze. A confermarlo è la stessa capitaneria di porto, che ha predisposto i controlli.

Ultima ora

20:08Giro: Nibali, domani io e Quintana c’inventeremo qualcosa

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Bisognerà tentare qualcosa, anche se la tappa di domani ti consuma". Nelle parole di Vincenzo Nibali dopo la tappa odierna del Giro d'Italia, c'è il senso della sfida per la maglia rosa che domani, con la tappa dolomitica, vivrà una giornata forse decisiva. "Sicuramente Quintana vuole inventarsi qualcosa ed io pure - continua lo "Squalo" - Vedremo in corsa se nasceranno alleanze. Dumoulin ha ancora un grande vantaggio in classifica e dalla sua ha anche la crono finale. Se avremo la forza di farlo, dovremo attaccare; altrimenti, resterà il rammarico di non averci provato". Dopo aver rischiato ieri di cedere lo scettro di leader, Tom Dumoulin torna a sorridere: "Non voglio passare alla storia per averla fatta nel bosco... Quella di oggi era una tappa difficile, il mio team ha lavorato duro per salvare la maglia: hanno pedalato a tutta e sono davvero soddisfatto, sono stati bravissimi. Io mi sento bene, nessun problema". In classifica, Dumoulin ha un vantaggio di 31" su Quintana e di 1'12" su Nibali.

19:39Migranti: Oim, almeno 156 dispersi nel week-end

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Ci sono almeno 156 persone disperse da venerdì scorso nel Mediterraneo, vittime di un naufragio di cui abbiamo avuto notizia solo ieri sera": lo rende noto Flavio Di Giacomo, portavoce dell'Oim, riferendo quanto raccontato da alcuni superstiti. "Con questi 156 e i 31 dispersi di oggi - spiega Di Giacomo - siamo arrivati a 1.500 morti in tutto il Mediterraneo quest'anno, dei quali circa 1.400 sulla rotta Libia-Italia". Secondo le notizie di cui è venuto a conoscenza l'Oim da alcuni dei 952 migranti sbarcati domenica scorsa a Taranto, un gommone con 130 persone, partito venerdì 19 maggio da Sabrata, in Libia, dopo qualche ora ha incontrato un gommone semi-affondato con quattro persone aggrappate, che sono state soccorse e prese a bordo. I quattro superstiti hanno raccontato ai loro soccorritori - che lo hanno poi riferito agli operatori dell'Oim - di essere partiti anche loro venerdì, ma da Tripoli, in 160; a bordo c'erano anche donne e bambini. I dispersi sarebbero quindi 156.

19:35Manchester: Aisi, non risultano legami Abedi con Italia

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Allo stato non risultano collegamenti del kamikaze di Manchester, Salman Abedi, con l'Italia. E' quanto riferito - si apprende - dal direttore dell'Aisi, Mario Parente, al Copasir. Con l'intelligence britannica ci sono stati scambi di informazioni ed il fatto che l'attentatore fosse di origine libica aveva fatto salire l'attenzione degli 007 italiani. Ma sembra che il giovane non abbia mai avuto contatti con soggetti 'attenzionati' in Italia. Pare inoltre escluso che Abedi abbia fatto tutto da solo, si cercano complici e collegamenti.

19:34Trump dal Papa:Francesco a Melania,gli fai mangiare putizza?

(ANSA) - TRIESTE, 24 MAG - Scambio di battute scherzose di papa Francesco con il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e la First Lady, Melania, sulla porta della Sala della Biblioteca, in Vaticano. "Gli fai mangiare putizza?", ha detto papa Francesco al quale, dopo aver ascoltato la traduzione errata dell'interprete ("pizza" invece di "putizza"), Melania ha risposto sorpresa "Pizza?". Il Papa si riferiva alla putizza (potica, in sloveno), un dolce festivo della tradizione slovena e triestina (Melania è di origini slovene), che il Pontefice ama. E' fatto di pasta dolce lievitata, ripiena di pinoli, cannella, cioccolata, noci e mandorle. Il Papa lo conosce perchè - ha raccontato un sacerdote triestino, don Ettore Malnati - da giovane in Argentina aveva conosciuto famiglie di emigranti provenienti dalla Venezia Giulia grazie ai quali ha imparato ad apprezzare la putizza, tanto che a una delegazione di religiosi triestini in visita al Vaticano avrebbe chiesto di spedirgli a Roma una putizza. Cosa che hanno poi fatto. (ANSA).

19:32Anziano si invaghisce di 25enne e la perseguita, arrestato

(ANSA) - RAVENNA, 24 MAG - Un 79enne di Solarolo, nel Ravennate, è stato arrestato dalla Polizia con l'accusa di stalking nei confronti di una 25enne della quale si era invaghito. Tra minacce di rivelare alla famiglia di lei millantati rapporti o di denunciarla alle forze dell'ordine come "poco di buono", insulti, pedinamenti, telefonate e messaggini a tutte le ore, le sortite dell'anziano erano cominciate a aprile. Il culmine il 79enne lo ha raggiunto ieri mattina con un inseguimento durante il quale avrebbe pure tentato di spingere l'auto della ragazza fuori strada. La giovane ha allora chiamato in commissariato e sul posto sono giunti gli agenti di una Volante Il 79enne, che a febbraio era stato denunciato a Forlì per sequestro di persona, violenza privata e più di recente per violenza sessuale e minacce, si è giustificato sostenendo che era stata la giovane a rivolgersi a lui perché segnata in passato da problematiche e poi si era comportata male. Per il 79enne è scattato il divieto di avvicinamento alla ragazza.(ANSA).

19:31Manchester: Mail, compiuto il quinto arresto

(ANSA) - LONDRA, 24 MAG - E' stato compiuto il quinto arresto in connessione con la strage di Manchester nella non lontana città di Wigan. Ne dà notizia il Mail online, secondo cui un uomo che portava "un pacco sospetto" è stato fermato da agenti in borghese mentre stava per avvicinarsi a un autobus. Sul sito del giornale sono state pubblicate le immagini dell'azione compiuta da una squadra anti terrorismo. Bloomberg, citando testimoni sulla scena, dà notizia anche dell'arresto del padre di Salman Abedi, a Tripoli. Bloomberg scrive che Ramadan Abedi è stato portato via a bordo di tre veicoli armati assieme ad un'altra persona non identificata. In un'intervista con l'agenzia Usa qualche ora prima, l'uomo aveva riferito di un suo recente incontro a Tripoli con il figlio, aggiungendo che le autorità britanniche non lo avevano ancora contattato.

19:20F1: Vettel, la Mercedes è favorita ma sono fiducioso

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Se vediamo gli ultimi anni, la Mercedes è stata molto forte ed è ancora il team da battere". Parola di Sebastian Vettel in vista del Gran Premio di Formula 1 a Montecarlo, che domani vedrà prendere il via le prime prove libere. Sei tu il favorito? "Non lo so, credo che abbiamo un pacchetto molto forte - risponde il tedesco della Ferrari ai microfoni di Sky - Siamo una squadra molto forte e non abbiamo nulla di cui aver paura. Sono fiducioso". Per l'altro ferrarista Kimi Raikkonen, "sarà come ogni altro week-end di gara: cercheremo di fare più punti possibile e sfruttare al meglio quello che abbiamo. Siamo stati lontani dall'ideale nell'ultima gara, ma qui a Montecarlo vediamo come andrà".

Archivio Ultima ora