Rio 2016: al Venezuela la prima medaglia, salto triplo nella gloria di Rojas

Pubblicato il 15 agosto 2016 da redazione

Rio 2016: al Venezuela la prima medaglia, salto triplo nella gloria di Rojas

Rio 2016: al Venezuela la prima medaglia, salto triplo nella gloria di Rojas

CARACAS – La prima volta che la bandiera venezualana è apparsa su un un podio olímpico è stato nel 1952, durante i giochi che si svolsero a Helsinki: quella volta a rappresentare degnamente la terra di Bolìvar fu Asnoldo Devonish, che vinse il bronzo nel salto triplo.

A Rio, dopo 64 anni, un altro atleta riporta il tricolore venezuelano su un podio di una gara di atletica, in questa occasione la protagonista è una donna, Yulimar Rojas che si è appenso al collo l’argento.

La sportiva nata 20 anni fa a Caracas ha regalato la prima medaglia alla delegazione venezuelana in questa edizione dei Giochi.

Il podio centrato dalla criolla è stato intriso anche con un po’ di thrilling: infatti ha partecipato con un fascia sulla caviglia destra a causa di un piccolo infortunio patito durante le qualificazioni del sabato. Questo inconveniente non ha permesso alla ventenne di esprimersi al meglio e così si qualificava solo sesta per la finale, dove i pronostici non era proprio dei migliori.

Ma l’aria della finale ha fatto dimenticare tutti i dolori della distorsione e Yulimar volava sui 14,98 metri aggiudicandosi la medaglia d’argento. La criolla è stata superata solo dalla colombiana Caterine Ibargüen (15,17) mentre completava il podio Olga Rypakova (14,74), che aveva vinto l’oro ai giochi di Londra 2012.

“Questo nuovo traguardo è il più grande raggiunto fino ad adesso. Da un bel po’ il Veneuela non vinceva una medaglia nell’atletica ed oggi ci siamo riusciti” – ha raccontato Rojas a fine gara, aggiungendo – “Da quando mi sono svegliata sapevo che ci sarei riuscita. Sabato mi ero qualificaca con una misura che non mi soddisfaceva, però ero sicura che ci sarei riuscita durante la finale. Mi sono svegliata sapendo di centrare un’impresa da regalare al mio paese”.

L’atleta si presentava ai giochi di Rio 2016 con il seguente biglietto da visita: campionessa mondiale indoor con 14,41 metri, prova disputatasi a Portland negli Stati Uniti. Record nazionale ottenuto durante il meeting di Madrid 2016: un salto di 15.02 metri.

La storia della medaglia vinta da Yulimar Rojas e quella di Asnoldo Devonish hanno tante cose in comune. La prima su tutte l’età con cui hanno vinto la loro prima medaglia olímpica ed poi entrambi si sono presentati in finale con un problema alla caviglia.

Il Venezuela festeggia la sua 13esima storica medaglia olímpica, e non sola. Ma anche la nasciata di una nuova stella sportiva che in futuro potrebbe regalare tante gioie olimpiche e mondiali al suo paese.

Fioravante De Simone

Ultima ora

07:28Trump: Mattis e Kelly giurano, sono in carica

NEW YORK - L'ex generale James Mattis e il generale in congedo John Kelly hanno giurato, entrando ufficialmente in carica nell'amministrazione Trump. Mattis e' il nuovo capo del Pentagono. Kelly il ministro degli Interni.

07:25Trump in Studio Ovale, firma decreto su Obamacare

NEW YORK - Donald Trump, nel suo primo atto nello Studio Ovale, firma un decreto esecutivo diretto alle agenzie governative per ridurre il peso dell'Obamacare. Lo afferma il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer.

07:19Trump, bene conferme Mattis e Kelly, subito al lavoro

NEW YORK - ''Sono soddisfatto della conferma dei generali Mattis e Kelly''. Lo afferma il presidente americano Donald Trump, commentando la loro conferma in Senato. ''Sono due leader qualificati che inizieranno subito a lavorare per difendere il nostro paese e mettere al sicuro i nostri confini''.

07:01Trump: Senato conferma Kelly ministro dell’interno

WASHINGTON - Il Senato americano ha confermato il generale in congedo John Kelly come segretario dell'Homeland Security Department, corrispondente al ministero dell'interno. Poche ore fa il Senato ha confermato anche la nomina dell'ex generale James Mattis a segretario della difesa.

04:28Bus ungherese si incendia in A4, 4 morti e alcuni feriti

VENEZIA - Sarebbero 4, secondo le prime informazioni, le persone decedute nell'incidente avvenuto poco prima di mezzanotte lungo la A4, a Verona est che ha coinvolto un autobus di nazionalità ungherese, pare con a bordo diversi ragazzi tra i 14 e i 18 anni. Ci sarebbero anche alcuni feriti. Secondo una prima ricostruzione, l'autobus ha preso fuoco dopo essere finito contro un pilone dell'autostrada. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia stradale e i vigili del fuoco. Al momento il tratto autostradale é stato chiuso in direzione Venezia con uscita obbligatoria a Verona Sud.

02:19Trump e Melania entrano alla Casa Bianca

(ANSA) - NEW YORK, 21 GEN - Donald Trump e Melania entrano alla Casa Bianca con tutta la famiglia Trump al completo. La coppia uscirà a breve per partecipare ai balli in loro onore.

02:17Trump: polizia, 217 arresti in scontri a Washington

(ANSA) - WASHINGTON, 21 GEN - Sono 217 gli arresti effettuati a Washington durante le proteste nel corso dell'Inauguration Day. Lo ha reso noto la Polizia della capitale americana, riferendo inoltre che sei poliziotti sono rimasti feriti in maniera lieve negli scontri con i manifestanti.

Archivio Ultima ora