Rio 2016: Paltrinieri fatica d’oro, “un sogno, ora il record”

Pubblicato il 15 agosto 2016 da ansa

The italian swimmer Gregorio Paltrinieri Gold medal, behind him  the italian  Gabriele Detti bronze medal winner of the men's 1500m Freestyle Final race of the Rio 2016 Olympic Games Swimming events at Olympic Aquatics Stadium at the Olympic Park in Rio de Janeiro, Brazil, 14 August 2016 Ansa / Ciro Fusco

The italian swimmer Gregorio Paltrinieri Gold medal, behind him the italian Gabriele Detti bronze medal winner of the men’s 1500m Freestyle Final race of the Rio 2016 Olympic Games Swimming events at Olympic Aquatics Stadium at the Olympic Park in Rio de Janeiro, Brazil, 14 August 2016
Ansa / Ciro Fusco

RIO DE JANEIRO. – Si portava dietro un peso da 10mila chili, eppure sull’acqua è andato senza nemmeno spostarla. ‘Motoscafo’ Greg Paltrinieri ha il potere di galleggiare come solo una macchina costruita ad hoc sa fare: non lo dice lui, ma chi da anni segue l’evoluzione di questo ragazzo che non ha ancora 22 anni, eppure ha già fatto quasi tutto.

Titolo europeo, mondiale e ora anche quello olimpico, perché con l’oro nei 1500 Rio il Greg nazionale ha riportato l’Italia (dei maschi) sul tetto dei Giochi sedici anni dopo Sydney, e non ha fallito l’appuntamento con la sua storia fatta di amore e acqua.

“Me la sono goduta, e ora non è finita qui” promette il fondista di Carpi, che in quelle 30 vasche ha messo a segno il suo assolo. Sempre in testa, prima degli ultimi cento metri anche sotto il record del mondo, fino al magico tocco finale. Il primato non c’è, ma lui voleva solo vincere.

“Il record arriverà, lo sento già nelle braccia ma non c’è fretta, qui contava solo la medaglia più preziosa – racconta da Casa Italia all’indomani della sua gara l’azzurro, che con le ore prende consapevolezza dell’impresa compiuta – Non è stato così facile vincere, tutti se lo aspettavano, sembrava fosse solo una formalità. Ma non è così, avevo tanta pressione, le aspettative di tutti: per questo sono partito a bomba, volevo tenere tutti dietro. Il tempo era irrilevante, se avessi voluto fare il record serviva una gara diversa. Ma per me contava vincere e sentire le emozioni che ho provato. E’ stata una gara di cuore”.

Greg si porta dietro l’allegria delle sue parti, quell’Emilia che mamma Lorena – a Rio insieme a papà Luca e alla storica fidanzata del neo campione olimpico Letizia – promette di fargli subito riassaporare in cucina. Ma dietro al sorriso c’è molto altro: come quell’attitudine alla fatica – inusuale nei ventenni -, a quelle otto ore al giorno in piscina di allenamenti senza fine che lo hanno portato fino alla gloria a cinque cerchi.

E ora che anche questa è fatta – a Londra 4 anni fa si era affacciato timidamente chiudendo al 5/o posto – dopo essere diventato campione europeo e mondiale, davanti c’è ancora un’autostrada da percorrere, traguardi da tagliare, esperienze da vivere: il podio condiviso con l’amico, Gabriele Detti – bronzo per la doppietta-show dell’Italia – che non sarà mai un rivale, ma un compagno d’avventura che dicono è solo alle prime bracciate.

“Questo momento l’ho sognato – racconta mentre accarezza il suo oro più bello – ed è arrivato come volevo. Divertendomi”. Tifoso juventino, appassionato di Nba (“Resto qualche giorno a Rio e andrò a vedere il Dream team, è una priorità…” sorride l’azzurro).

Quando torna in Italia le meritate vacanze, a nuotare si riprende il 15 settembre, prima un po’ di riflettori tv a Miss Italia, dove è stato chiamato per fare il giurato nella finale di Jesolo. Una breve divagazione, perché in vasca si torna subito a fare sul serio: ci sono i mondiali in vasca corta in Canada, e già bisogna pensare alla rassegna iridata del prossimo anno.

A Rio si è liberato di un macigno, libero di testa e cuore ha solo il peso di quell’oro che lo ha già fatto grande.

(dell’inviata Alessandra Rotili/ANSA)

Ultima ora

17:44Calcio: Bruno Peres, spero che la Juve perda la Champions

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - "La Juventus è una bella squadra, ha fatto bene, sbagliando poco, quindi ha meritato di vincere. Però noi tifiamo affinché non riescano a fare il Triplete. così siamo contenti". Un presente alla Roma, un passato al Torino, un'antipatia mai nascosta per i colori bianconeri. Così si spiegano le parole di Bruno Peres che si augura apertamente un ko della squadra di Allegri nella finale di Champions League a Cardiff col Real Madrid Il terzino, a margine della presentazione del progetto "Briswa - The Ball Rolls in the Same Way for All" che ha come finalità quella di affrontare il problema del razzismo nel mondo calcio e nello sport, si è poi soffermato anche sulle ultime esclusioni dalla formazione titolare: "Come me lo spiego? Dovreste chiedere a Spalletti. Ha deciso di cambiare modulo, io lo rispetto e resto a disposizione continuando a lavorare per essere sempre pronto per aiutare i compagni e dare una mano alla squadra".

17:32Calcio: Bruno Peres, spero che la Juve perda la Champions

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - "La Juventus è una bella squadra, ha fatto bene, sbagliando poco, quindi ha meritato di vincere. Però noi tifiamo affinché non riescano a fare il Triplete. così siamo contenti". Un presente alla Roma, un passato al Torino, un'antipatia mai nascosta per i colori bianconeri. Così si spiegano le parole di Bruno Peres che si augura apertamente un ko della squadra di Allegri nella finale di Champions League a Cardiff col Real Madrid Il terzino, a margine della presentazione del progetto "Briswa - The Ball Rolls in the Same Way for All" che ha come finalità quella di affrontare il problema del razzismo nel mondo calcio e nello sport, si è poi soffermato anche sulle ultime esclusioni dalla formazione titolare: "Come me lo spiego? Dovreste chiedere a Spalletti. Ha deciso di cambiare modulo, io lo rispetto e resto a disposizione continuando a lavorare per essere sempre pronto per aiutare i compagni e dare una mano alla squadra".

17:32Sviluppo sostenibile: flash mob, “nessuno resti indietro”

(ANSA) - NAPOLI, 22 MAG - Studenti e sostenitori del Festival dello Sviluppo Sostenibile, in corso nel Palazzo Reale di Napoli, hanno inscenato davanti allo storico edificio di piazza del Plebiscito, un flash mob a tema "Nessuno resti indietro", lo stesso slogan usato dagli organizzatori dell'evento. Un centinaio di ragazzi ha teso una corda che simboleggiava l'unione tra tutti i partecipando e gridato le tre date che stabiliscono le scadenze degli obiettivi fissati dall'agenda dell'Onu per lo sviluppo sostenibile: 2017, cioè oggi; 2025, termine intermedio per il raggiungimento di alcuni degli obiettivi e 2030 che dovrebbe vedere completati gli obiettivi delle Nazioni Unite. (ANSA).

17:17Calcio: Real in festa ricevuto da sindaca Madrid

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Dopo una notte di festa in piazza Cibeles, il Real Madrid è impegnato oggi nelle celebrazioni per il 33/o titolo in Liga. La squadra è stata ricevuta in municipio dalla sindaca della capitale, Manuela Carmena, davanti alla quale il presidente Florentino Pere, ha elogiato i giocatori ma soprattutto l'allenatore Zinedine Zidane: "Zizou sei uno dei simboli della nostra storia - ha affermato - e ti ringrazio per quanto hai dato e stai dando. Sei stato il miglior giocatore del mondo e ora semplicemente dei il miglior allenatore del mondo". "Questa squadra - ha detto ancora Perez - ha dimostrato ancora una volta i valori che fanno parte della nostra leggenda. Il sogno è tornare qui a festeggiare il 4 giugno. So che questo gruppo darà l'anima per conquistare la dodicesima Champions League. Abbiamo vinto il campionato più difficile e competitivo di tutto il mondo, con fatica e umiltà. Abbiano segnato in tutte le partite giocate, e questo dimostra la filosofia di questa squadra".

17:15Giro: Quintana, posso prendere la maglia rosa

(ANSA) - BERGAMO, 22 MAG - "In altre occasioni mi sono trovato in una situazione di classifica analoga e, qualche volta, sono riuscito a ribaltare la situazione a mio favore. Anche quando non ci sono riuscito ho cercato sempre di dare il massimo. Lo farò anche questa volta. Dumoulin sta bene, ma non sappiamo come potrà reagire a una terza settimana così difficile". Lo ha detto Nairo Quintana, nel terzo e ultimo giorno di riposo del 100/o Giro d'Italia di ciclismo. "Io e la squadra stiamo bene, siamo convinti di poter recuperare terreno. Spero solo che i postumi della caduta non si facciano sentire e non intacchino la mia condizione, che è ottimale", conclude il colombiano, alla vigilia del tappone alpino.

17:06Calcio: Tavecchio, Totti in Figc? Se vuole valuteremo

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - "Totti in futuro nei quadri dirigenziali della Federcalcio? Ancora non conosco le sue intenzioni, qualora si manifestassero, valuteremo". Così il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, sul futuro professionale del capitano della Roma che chiuderà la sua carriera in giallorosso domenica all'Olimpico in occasione dell'ultima di campionato col Genoa. "A Francesco ho dato solo il consiglio di decidere lui del suo destino" ha aggiunto Tavecchio, a margine di un evento organizzato presso l'Aula Magna di Economia dell'Università Tor Vergata di Roma, sottolineando poi che "ho sempre detto che bisogna ringraziare un grande del calcio, una persona sempre mite e gentile, che ha rappresentato il pallone italiano nel miglior modo possibile".

17:03Canoa: da rifare elezioni presidenza Fick

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - La Corte federale d'appello della Federazione italiana canoa e kayak (Fick) ha accolto i ricorsi presentati da Antonio Rossi e Daniele Scarpa e ha annullato oggi gli esiti delle ultime elezioni presidenziali, svolte a Ostia il 22 ottobre 2016, che avevano visto la conferma di Luciano Buonfiglio alla guida della federazione. All'interno del dispositivo pubblicato oggi dalla Corte d'appello federale, i giudici rilevano "la violazione delle regole minime ed essenziali tese a garantire la genuinità della espressione della volontà degli elettori nella scelta, e così ad assicurare la segretezza e la correttezza delle operazioni di voto". In conseguenza del disposto annullamento, la federazione è invitata a indire nuove elezioni nella "loro segretezza per l'intero corso del procedimento", precisano i giudici federali.

Archivio Ultima ora