Rio 2016: Paltrinieri fatica d’oro, “un sogno, ora il record”

Pubblicato il 15 agosto 2016 da ansa

The italian swimmer Gregorio Paltrinieri Gold medal, behind him  the italian  Gabriele Detti bronze medal winner of the men's 1500m Freestyle Final race of the Rio 2016 Olympic Games Swimming events at Olympic Aquatics Stadium at the Olympic Park in Rio de Janeiro, Brazil, 14 August 2016 Ansa / Ciro Fusco

The italian swimmer Gregorio Paltrinieri Gold medal, behind him the italian Gabriele Detti bronze medal winner of the men’s 1500m Freestyle Final race of the Rio 2016 Olympic Games Swimming events at Olympic Aquatics Stadium at the Olympic Park in Rio de Janeiro, Brazil, 14 August 2016
Ansa / Ciro Fusco

RIO DE JANEIRO. – Si portava dietro un peso da 10mila chili, eppure sull’acqua è andato senza nemmeno spostarla. ‘Motoscafo’ Greg Paltrinieri ha il potere di galleggiare come solo una macchina costruita ad hoc sa fare: non lo dice lui, ma chi da anni segue l’evoluzione di questo ragazzo che non ha ancora 22 anni, eppure ha già fatto quasi tutto.

Titolo europeo, mondiale e ora anche quello olimpico, perché con l’oro nei 1500 Rio il Greg nazionale ha riportato l’Italia (dei maschi) sul tetto dei Giochi sedici anni dopo Sydney, e non ha fallito l’appuntamento con la sua storia fatta di amore e acqua.

“Me la sono goduta, e ora non è finita qui” promette il fondista di Carpi, che in quelle 30 vasche ha messo a segno il suo assolo. Sempre in testa, prima degli ultimi cento metri anche sotto il record del mondo, fino al magico tocco finale. Il primato non c’è, ma lui voleva solo vincere.

“Il record arriverà, lo sento già nelle braccia ma non c’è fretta, qui contava solo la medaglia più preziosa – racconta da Casa Italia all’indomani della sua gara l’azzurro, che con le ore prende consapevolezza dell’impresa compiuta – Non è stato così facile vincere, tutti se lo aspettavano, sembrava fosse solo una formalità. Ma non è così, avevo tanta pressione, le aspettative di tutti: per questo sono partito a bomba, volevo tenere tutti dietro. Il tempo era irrilevante, se avessi voluto fare il record serviva una gara diversa. Ma per me contava vincere e sentire le emozioni che ho provato. E’ stata una gara di cuore”.

Greg si porta dietro l’allegria delle sue parti, quell’Emilia che mamma Lorena – a Rio insieme a papà Luca e alla storica fidanzata del neo campione olimpico Letizia – promette di fargli subito riassaporare in cucina. Ma dietro al sorriso c’è molto altro: come quell’attitudine alla fatica – inusuale nei ventenni -, a quelle otto ore al giorno in piscina di allenamenti senza fine che lo hanno portato fino alla gloria a cinque cerchi.

E ora che anche questa è fatta – a Londra 4 anni fa si era affacciato timidamente chiudendo al 5/o posto – dopo essere diventato campione europeo e mondiale, davanti c’è ancora un’autostrada da percorrere, traguardi da tagliare, esperienze da vivere: il podio condiviso con l’amico, Gabriele Detti – bronzo per la doppietta-show dell’Italia – che non sarà mai un rivale, ma un compagno d’avventura che dicono è solo alle prime bracciate.

“Questo momento l’ho sognato – racconta mentre accarezza il suo oro più bello – ed è arrivato come volevo. Divertendomi”. Tifoso juventino, appassionato di Nba (“Resto qualche giorno a Rio e andrò a vedere il Dream team, è una priorità…” sorride l’azzurro).

Quando torna in Italia le meritate vacanze, a nuotare si riprende il 15 settembre, prima un po’ di riflettori tv a Miss Italia, dove è stato chiamato per fare il giurato nella finale di Jesolo. Una breve divagazione, perché in vasca si torna subito a fare sul serio: ci sono i mondiali in vasca corta in Canada, e già bisogna pensare alla rassegna iridata del prossimo anno.

A Rio si è liberato di un macigno, libero di testa e cuore ha solo il peso di quell’oro che lo ha già fatto grande.

(dell’inviata Alessandra Rotili/ANSA)

Ultima ora

17:33Killer ricercato: fuga Igor-Norbert, inchiesta Pm militari

(ANSA) - BOLOGNA, 17 OTT - La Procura militare di Verona indaga sulla fuga di 'Igor' a Molinella (Bologna), l'8 aprile. La sera dell'omicidio della guardia volontaria Valerio Verri, Norbert Feher alias Igor Vaclavic, pregiudicato serbo, incrociò tre carabinieri che lo seguirono per un tratto, in contatto con la centrale, gli fecero segno di fermarsi, valutarono di non sparare e di attendere i rinforzi. Ma poi se ne persero le tracce in un boschetto e da allora il killer è latitante. E' accusato anche di aver ucciso il barista di Budrio Davide Fabbri. Secondo quanto apprende l'ANSA il fascicolo aperto dall'ufficio giudiziario militare guidato dal procuratore Stanislao Saeli è per 'atti relativi', cioè senza indagati né reati, ed è stato aperto sulla base delle notizie riportate dai giornali usciti sulla vicenda. Obiettivo dell'accertamento, ancora in corso, è approfondire cosa sia successo e se ci siano eventuali responsabilità in chi ha operato, al momento, comunque, non ipotizzate. (ANSA).

17:33Usa: costume Anna Frank per Halloween

(ANSA) - NEW YORK, 17 OTT - Un costume da Anna Frank per Halloween, ma l'idea ha creato solo imbarazzo. 'Anna Frank Costume for Girls' (il costume di Anna Frank per ragazze, ndr) raffigura una ragazzina in abito blu, un basco verde e una borsa a tracolla marrone. Sotto, una didascalia in cui si spiega che la Seconda Guerra Mondiale ha creato eroi inaspettati e persino una ragazza come Anna Frank, con niente se non un diario, è riuscita ad essere d'ispirazione al mondo. Ma le reazioni sul web non sono state quelle attese e, di fronte alle critiche che giudicavano il costume 'offensivo', HalloweenCostumes.com e' stata costretta e ritirarlo dalla vendita. Tuttavia lo stesso costume e' ancora in vendita su altri siti e presentato come 'World War II Girl Costume', costume di ragazza della Seconda Guerra Mondiale.

17:31Ave Maria all’Università: vescovo Macerata,’chiediamo scusa’

(ANSA) - MACERATA, 17 OTT - ''Chiediamo scusa come credenti per aver destabilizzato la serenità di un'Università, ma il problema è la nostra poca fede. Chi dice almeno 50 Avemarie al giorno, cioè un rosario, tanti, molto più di quelli che vanno a Messa la domenica, non capisce tutta questa agitazione''. Il vescovo di Macerata, mons. Nazzareno Marconi, ha pubblicato su www.emmetv.it il suo commento sulle polemiche scatenate dalla prof. Clara Ferranti, che il 13 ottobre ha interrotto una lezione all'Università invitando gli studenti a recitare un'Ave Maria per la pace, nell'anniversario dell'apparizione di Fatima. ''Grazie fratelli non credenti e anticlericali - aggiunge però - perché ci avete ricordato quali tesori possediamo senza apprezzarne adeguatamente il valore e l'importanza''.

17:22Catalogna: Govern denuncia pressioni Madrid su imprese

(ANSA) - BARCELLONA, 17 OTT - Il portavoce del Govern catalano Jordi Turull ha accusato l'esecutivo di Madrid di esercitare pressioni sulle imprese catalane perchè spostino le sedi sociali in altre regioni spagnole. Dal primo ottobre circa 700 aziende hanno trasferito le sedi sociali fuori dalla Catalogna. Secondo Turull, Madrid vuole "colpire l'economia catalana". "Ma quando qualcuno minaccia di danneggiare l'economia della Catalogna, ha aggiunto, deve ricordare che sta danneggiando anche l'economia spagnola".

17:18Mondiali: Ulivieri, Svezia avversario duro

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "La Svezia è una squadra solida, lo abbiamo visto anche agli ultimi Europei quando ci hanno creato problemi. Non sarà facile, forse è l'avversario più duro ma dipende tutto dall'Italia". Questa l'idea del presidente dell'Associazione italiana allenatori Renzo Ulivieri sul sorteggio dei playoff per la qualificazione ai Mondiali 2018, che vedrà l'Italia opposta alla Svezia. "Ho fatto poco caso al sorteggio perché tanto comunque dipende da noi. Se saremo in buone condizioni, non avremo problemi, altrimenti avremo problemi. Per questo va bene anche la Svezia, forse è l'avversario più duro".

17:17Donna Lampedusa denuncia tentata violenza 5 tunisini

(ANSA) - LAMPEDUSA, 17 OTT - Cinque magrebini, quasi certamente tunisini ospiti dell'Hot spot di Lampedusa, avrebbero tentato stamane di violentare nella sua abitazione una donna di Lampedusa. I cinque avrebbero desistito di fronte alla reazione della vittima, che oltre ad affrontarli con un bastone, ha cominciato a gridare e a chiedere aiuto facendo credere loro che ci fossero alcuni familiari in casa. La donna, che ha 50 anni, ha presentato denuncia ai carabinieri che hanno avviato le indagini per identificare gli aggressori. L'abitazione della donna, sposata e con figli, si trova lungo la strada che dalla struttura di accoglienza di contrada Imbriacola conduce fino al centro del paese. E' stata la stessa vittima a chiamare i carabinieri e a raccontare nei dettagli il tentativo di violenza sottolineando che gli aggressori erano quasi certamente tunisini. In questo momento l'hot spot di Lampedusa ospita circa 500 nordafricani, quasi tutti tunisini; gli ultimi 105 sbarcati la notte scorsa.

17:14Usa: Casa Bianca nega a Congresso dati email private

(ANSA) - WASHINGTON, 17 OTT - Scontro in vista tra Casa Bianca e Congresso, dopo che la prima ha snobbato una richiesta bipartisan di una commissione parlamentare per ottenere i nomi, i numeri e gli account degli alti dirigenti della West Wing che hanno usato email e servizi di messaggeria privati. Lo scrive Politico, il primo a rivelare che a farne uso sarebbero stati vari consiglieri della Casa Bianca, da Jared Kushner, genero di Trump, a Gary Cohn, da Reince Preibus a Steve Bannon. Ignorata anche la richiesta di dati sull'uso di voli privati.

Archivio Ultima ora