Cicpc, in Venezuela smantellate 5mila bande di malviventi

Cicpc, smantellate 5mila bande di malviventri nel Paese
Cicpc, smantellate 5mila bande di malviventri nel Paese
Cicpc, smantellate 5mila bande di malviventri nel Paese

CARACAS – Semplicemente impresionante. Stando a quanto affermato da Douglas Rico, Direttore della “Scientifica” venezuelana (“Cuerpo de Investigaciones Científicas, Penales y Criminalísticas”), l’organismo che presiede ha smantellato ben 5mila 133 bande criminali, nell’ambito della “Gran Misión a Toda Vida Venezuela”.

– Nel corso dell’anno – ha detto Rico – sono state recuperate 6mila 676 armi da fuoco, sono state arrestate 50mila 446 persone, recuperati 14mila 533 veicoli e 6mila 200 moto.

Cifre da capogiro che illustrano l’attivitá svolta dalla polizia ma soprattutto quanto dinamica sia la delinquenza nel Paese.

Per quel che riguarda i sequestri, il Direttore della CICPC ha informato che la “División contra Extorsión” è riuscita a minimizzare l’industria del sequestro smantellando almeno quattro delle bande più pericolose che avevano trasformato il rapimento in una industria redditizia.

Nonostante gli sforzi della Polizia, il clima di insicurezza che vive il Paese non tende a diminuire e le vittime della malavita aumentano in maniera esponenziale. Stando all’Ong “Observatorio de la Violencia”, solo a luglio, nell’obitorio di Bello Monte a Caracas sono stati ricevuti 553 cadaveri vittime della violenza (con ferite d’arma da fuoco e arma bianca).

Nei primi sette mesi del 2016, sempre secondo l’Ong, sono aumentati del 10 per cento gli agenti di polizia uccisi dai malviventi, del 15 per cento le bande con presenza del “gentil sesso”, del 36 per cento il numero degli autisti del trasporto pubblico vittime della violenza.

A questo punto c’è solo da chiedersi, ma quanti sono i malviventi nel Paese?

Condividi: