Incendi: Protezione civile, 589 richieste intervento da 15/6

(ANSA) – ROMA, 16 AGO – Dal 15 giugno, data di inizio della campagna estiva anti-incendi boschivi, al 15 agosto sono state 589 le richieste pervenute dalle regioni al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione civile per l’intervento dei mezzi della flotta aerea dello Stato a supporto delle operazioni svolte dalle squadre a terra e dai velivoli antincendio locali. Erano state, rispettivamente, 607 nel 2015, 321 nel 2014, 262 nel 2013. Nel dato complessivo di quest’anno sono comprese anche 12 richieste di intervento all’estero (Cipro, Francia – tanto in Corsica che nella zona di Marsiglia – e Portogallo). Complessivamente, sul territorio nazionale, la flotta aerea dello Stato ha volato per 2.909 ore in questi primi due mesi di campagna estiva, effettuando oltre 15mila lanci di acqua e liquido ritardante ed estinguente. Rispetto alle singole Regioni, si evidenzia in alcuni casi un aumento locale delle richieste: in particolare, in Sicilia, si è passati dalle 88 del 2015 alle 207 quest’anno; in Calabria le schede sono state 151, a fronte delle 83 dello scorso anno. Richieste più che raddoppiate anche in Sardegna (68 contro 32) e in Puglia (21 contro 10). Netto calo in Lazio (52 contro 131) e in Campania (50 contro 129). Anche oggi mezzi della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, sono stati impegnati in operazioni di spegnimento di incendi boschivi. Alle 18:30, sono 15 le richieste di concorso aereo ricevute dal COAU, di cui 7 dalla Calabria, 4 dalla Sicilia, due dal Lazio e una rispettivamente da Campania e Sardegna. L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, dieci roghi. (ANSA).

Condividi: