Monaldi: “Il debito di Pdvsa è di 43 miliardi di dollari”

Pubblicato il 16 agosto 2016 da redazione

Monaldi: “Il debito di Pdvsa è di 43 miliardi di dollari”

Monaldi: “Il debito di Pdvsa è di 43 miliardi di dollari”

CARACAS – Dietro l’insistenza del Venezuela, che esercita pressioni affinchè i paesi dell’Opec riducano la produzione per dare ossigeno ai prezzi, si nasconderebbe una profonda crisi dell’industria petrolifera nazionale.

Stando a quanto affermato da Francisco Monaldi, esperto in materia petrolifera e professore dell’Università di Harvard, al collega Cesar Miguel Rondon durante il consueto programma del mattino trasmesso da Unión Radio, il debito di “Petróleos de Venezuela” sarebbe passato da 3 miliardi a 43 miliardi di dollari negli ultimi anni.

– A ottobre, e nei prossimi due anni – ha affermato il professore della prestigiosa università americana -, Pdvsa dovrà affrontare esborsi importanti. L’industria petrolifera vivrà momenti di grossa difficoltà.

Monaldi, poi, ha precisato che, a causa di mancati pagamenti, molti “contractor” hanno ridotto le proprie attività provocando inconvenienti. Dal 1998 ad oggi, la produzione di petrolio si sarebbe ridotta di 750 mila barili al giorno e nel primo semestre del 2016 di 250mila.

– In un solo semestre una riduzione di 250mila barili? – ha affermato Monaldi -. Il pronostico è terribile…

Il professore ha ammesso che il mercato petrolifero si avvia verso un nuovo equilibrio caratterizzato da un incremento dei prezzi.

– E’ ciò di cui il Venezuela ha bisogno – ha affermato -. Ma gli Emirati Arabi non desiderano tornare a vivere le esperienze del passato.

L’esperto stima che i prezzi del greggio potrebbero trovare un equilibrio tra i 60 e gli 80 dollari il barile.

– Sono i prezzi in cui torna ad essere redditizio negli Stati Uniti investire nel settore – commenta -. Sarà la produzione di petrolio negli Stati Uniti a non permettere un incremento maggiore dei prezzi.

Ultima ora

02:19Trump e Melania entrano alla Casa Bianca

(ANSA) - NEW YORK, 21 GEN - Donald Trump e Melania entrano alla Casa Bianca con tutta la famiglia Trump al completo. La coppia uscirà a breve per partecipare ai balli in loro onore.

02:17Trump: polizia, 217 arresti in scontri a Washington

(ANSA) - WASHINGTON, 21 GEN - Sono 217 gli arresti effettuati a Washington durante le proteste nel corso dell'Inauguration Day. Lo ha reso noto la Polizia della capitale americana, riferendo inoltre che sei poliziotti sono rimasti feriti in maniera lieve negli scontri con i manifestanti.

01:00Calcio: rientro Balotelli non basta, Nizza fa 1-1 con Bastia

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il ritorno di Mario Balotelli, al rientro dopo aver scontato due giornate di squalifica, non è bastato al Nizza per vincere sul campo dei 'rivali storici' del Bastia nell'anticipo di oggi della Ligue 1. Al vantaggio della squadra della Corsica con Oniangué ha risposto per il Nizza il difensore Souquet. Così adesso per il Nizza sono trascorsi 32 giorni dall'ultima vittoria, quella del 18 dicembre in casa per 2-1 contro il Digione, con doppietta di Balotelli (oggi poco assistito dai compagni). Da quel giorno la squadra rossonera ha ottenuto tre pareggi in campionato e una sconfitta in Coppa di Francia. E ora il Nizza, che è in vetta con 46 punti con + 1 sul Monaco, rischia di perdere il primato ed essere staccato dalla squadra del Principato, in campo domenica contro il Lorient penultimo.

00:42Rugby: 6 Nazioni, lunedì 23 allenamento azzurri è aperto

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - La nazionale italiana di rugby apre subito le porte al proprio pubblico in vista dell'esordio nel 6 Nazioni 2017 fissato per domenica 5 febbraio all'Olimpico di Roma contro il Galles. Parisse e compagni si raduneranno al Centro di Preparazione Olimpica "Giulio Onesti" di Roma nella serata di domenica 22 gennaio, per una tre giorni di raduno in vista delle prime due gare del torneo (l'11 febbraio, sempre a Roma, è in calendario il secondo turno contro l'Irlanda). Lunedì 23 alle ore 14.30 svolgeranno sul prato dell'Onesti la prima sessione di allenamento, interamente aperta ai sostenitori azzurri. Per i tifosi ci sarà la possibilità di incontrare i giocatori, dopo il lavoro sul campo, per foto e autografi di rito.

00:24Atletica: Tamberi ha problemi, venerdì 27 consulto medico

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Su richiesta di Gianmarco Tamberi e del padre allenatore Marco, il medico della Fidal Andrea Billi ha disposto un consulto per definire la natura dei problemi alla caviglia di stacco (operata nel luglio scorso) ancora avvertiti dall'azzurro. Il consulto si terrà venerdì 27 gennaio a Roma, presso l'Istituto di Medicina dello sport, alla presenza degli specialisti in chirurgia artroscopica della caviglia Francesco Allegra, Francesco Lioi, e Raul Zini, oltre che del Direttore dell'Istituto, prof. Antonio Spataro. Tamberi, che ha affrontato un primo periodo di preparazione in Sudafrica, a Stellebosch, a cavallo dei mesi di dicembre e gennaio, è rientrato in Italia da una settimana. L'obiettivo del campione del mondo indoor dell'alto, grande assente dell'Olimpiade di Rio de Janeiro a causa dell'infortunio patito al meeting Diamond League di Montecarlo del 15 luglio scorso, è quello di rientrare alle gare nel corso della stagione estiva. "Ma potrei tornare di nuovo in sala operatoria", commentato l'azzurro.

00:21Calcio: Coppa Africa, Marocco-Togo 3-1

(ANSA) - LIBREVILLE, 20 GEN - Il Marocco ha battuto il Togo per 3-1 in una partita del gruppo C della Coppa d'Africa. Togolesi in vantaggio al 5' pt con Dossevi, poi le reti dei marocchini di capitan Benatia con Bouhaddouz (15' pt) Saiss (21' pt) ed En Nesyri (27' st). Quest'ultimo era entrato al 15' st al posto del napoletano El Kaddouri. Questa del Marocco è una vittoria molto importante, visto che riapre il discorso qualificazione: ora la nazionale del ct Renard se la giocherà contro la Costa d'Avorio. Il Togo, invece, è praticamente fuori dal torneo continentale.

23:01Rigopiano:estratti vivi ultimi 3 bambini

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Tra gli ultimi tre bambini estratti vivi dalle macerie dell'hotel Rigopiano c'é anche Ludovica Parete, figlia del cuoco, Giampiero, sopravvissuto fin dal primo momento alla tragedia e che aveva dato l'allarme del crollo dell'albergo. Questa mattina erano stati estratti vivi la moglie di Parete Adriana e l'altro figlio, Gianfilippo: la famiglia si è così ricomposta. Ci sono ancora superstiti sotto le macerie dell'hotel Rigopiano spazzato via da una slavina. Tre bambini, su quattro salvati, sono stati estratti vivi dai vigili del Fuoco nel tardo pomeriggio dopo oltre 40 ore. L'ultimo salvato è Edoardo Di Carlo, che era nell'albergo con i genitori Sebastiano e Nadia (finora dispersi).

Archivio Ultima ora