Calciomercato: salta accordo con Zaza, Mario Gomez al Wolfsburg

Pubblicato il 17 agosto 2016 da ansa

Calcio: salta accordo con Zaza,Mario Gomez al Wolfsburg

Calcio: salta accordo con Zaza,Mario Gomez al Wolfsburg

ROMA. – Entra Mario GOMEZ ed esce Simone ZAZA. Porte scorrevoli al Wolfsburg. La squadra blocca la trattativa con l’attaccante della Juve e vira all’improvviso sul tedesco della Fiorentina, che ha già giocato in Germania e, soprattutto, costa molto meno, intorno ai 7 milioni di euro contro i 25 del bianconero.

L’indiscrezione dei media tedeschi è confermata dal dS della Fiorentina, Carlis Freitas, che ammette: “E’ vero, qualcosa si sta muovendo”, e dal dg della Juve, Beppe Marotta, che rivela: “Ci sono state delle problematiche”. Contenti i viola che si liberano di un contratto da 5 milioni netti all’anno.

A Firenze tornerà Sebastian DE MAIO, che dopo avere firmato per l’Anderlecht, ceduto dal Genoa, rientrerà in Italia per motivi familiari. Si riduce così il ‘tesoretto’ che la Juventus pensava di avere in mano per completare la squadra a centrocampo, visto che sembra saltato anche il passaggio di HERNANES al Valencia.

Ma sembra fatta la cessione di Roberto PEREYRA al Watford di Walter Mazzarri. “La definizione arriverà nel giro di 48 ore”, prevede Marotta. E i bianconeri continuano a lavorare nel mercato in entrata, con CUADRADO che potrebbe tornare a Torino, ma dal Chelsea: “Si è aperto uno spiraglio, siamo alla finestra, la questione si definirà nel giro di qualche giorno al massimo”, spiega Marotta. Che resta alla ricerca dei sostituti di POGBA: sul taccuino ci sono sempre i nomi di MATUIDI e del belga WITSEL.

TEVEZ “non si muove da Buenos Aires”, conferma l’agente dell’attaccante argentino. La sua intenzione è di restare al Boca Juniors e non sarà lui quindi il possibile sostituto di HIGUAIN al Napoli. E gli azzurri rischiano di non arrivare neppure a MAKSIMOVIC: nella trattativa col Torino, oltre al Chelsea, si sarebbe inserito anche il West Ham. I campani intanto stanno valutando come potenziare la difesa: uno tra CACERES e CRISCITO arriverà.

Josè SOSA si è presentato nella giornata delle visite mediche, ultimo passaggio prima del trasferimento al Milan, che lo ha acquistato per circa 7 milioni dal Besiktas. Firmerà un contratto biennale con i rossoneri che non lasciano la speranza di potere arrivare anche a KOVACIC, mentre continuano a lavorare per DIAWARA del Bologna.

All’Inter non è stata ancora perfezionata del tutto l’operazione JOAO MARIO: c’è l’accodo sulla cifra complessiva dell’operazione con lo Sporting, ma ci sono divergenze sulla modalità del pagamento. Oltre ai 10 milioni per il prestito, i nerazzurri dovranno pagare 35 milioni di riscatto obbligatorio e vorrebbero farlo in quattro rate, mentre i portoghesi li vogliono con un pagamento unico nel 2017.

L’ex Roma Seydou KEITA giocherà per sei mesi con l’Al Jaish sports club, squadra della prima serie del Qatar. Possibili valigie in mano in casa giallorossa per ITURBE: la destinazione potrebbe essere la Spagna dove lo ha chiesto il Malaga in prestito. L’ex giallorosso CASTAN ci ha ripensato: dopo aver accettato lo scorso luglio il prestito alla Sampdoria da oggi si allena con il Torino.

E’ ufficiale l’acquisto della Lazio, a titolo definitivo, del difensore angolano BARTOLOMEU JACINTO QUISSANGA, meglio noto come BASTOS, per 6,5 milioni.

Si muove anche il mercato allenatori: Massimo CARRERA, ex collaboratore tecnico della Nazionale di Conte, è stato scelto dallo Spartak Mosca.

Ultima ora

16:41Trump, stampa resta a Casa Bianca ma sceglieremo

(ANSA) - WASHINGTON, 18 GEN - Donald Trump ha annunciato in una intervista alla Fox che la sua amministrazione non sposterà il briefing con i giornalisti in uno spazio piu' ampio fuori della Casa Bianca, ipotesi che aveva suscitato proteste e timori, ma che sceglierà i rappresentanti dei media che entreranno perché c'é una forte richiesta. "Supplicheranno per una sala più grande molto presto", ha sottolineato.

16:30Mali: autobomba a base militare, morti salgono a 50

(ANSA) - GAO (NIGERIA), 18 GEN - E' salito ad almeno 50 soldati morti e un centinaio feriti il bilancio di un'autobomba esplosa questa mattina nel nord del Mali contro una base militare. Lo hanno riferito fonti militari locali. Sebbene manchi ancora la rivendicazione le autorità puntano il dito contro i gruppi estremisti islamici attivi in queste regioni del Paese. L'attacco ha colpito una base nella città di Gao che ospita oltre ai militari anche centinaia di ex combattenti che hanno siglato accordo di pace con il governo.

16:26Terremoto: Protezione civile, nessuna vittima nelle Marche

(ANSA) - ANCONA, 18 GEN - ''Non sono segnalate vittime'' al momento nelle Marche dopo le tre scosse di terremoto di stamani, ma ''il resoconto dei crolli è reso difficoltoso dalla neve, che in alcune aree ha raggiunto cumuli di 3-4 metri''. Lo rende noto la Protezione civile regionale. Tutti i comuni del versante ascolano, maceratese e fermano sono innevati e le nuove scosse hanno innescato una serie di piccole slavine. Trentamila sono le utenze senza corrente elettrica, con le maggiori criticità nell'Ascolano. 60 Comuni chiedono turbine e personale.

16:21Calcio: Roma, Spalletti,su mercato ci serve giocatore pronto

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - "Il mercato? Io ritegno la rosa della Roma forte e mi va bene così, ma se va via un giocatore allora va sostituito in funzione del periodo in cui giocheremo tantissime partite. Ma non cerchiamo 'apprendisti', ci serve un giocatore dal rendimento sicuro, pronto, che è dentro il nostro calcio e nella mentalità della squadra che deve vincere le partite. Se possibile ci serve un calciatore così, con questo profilo, un centrocampista offensivo, attaccante esterno". Questo il punto di vista di Luciano Spalletti su quello che serve alla sua Roma. Il tecnico, alla vigilia della gara di Coppa Italia con la Sampdoria, si è poi soffermato anche su alcuni nomi accostati alla squadra giallorossa: "Musonda? Conte ne parla benissimo, ma non c'è tempo per lavorare con lui. E noi non possiamo permetterci di perdere nemmeno un secondo. Io ho chiesto un solo giocatore alla società - ribadisce -. Italiano? Sarebbe un valore in più. Defrel? Lui è forte, ma non sono io a dover fare i nomi, peraltro non aiuterebbe''.

16:18Sci:Cdm, Nyman più veloce in prova Kitzbuehel,Innerhofer 8/o

(ANSA) - KITZBUEHEL (AUSTRIA), 18 DIC - Lo statunitense Steven Nyman in 1.57.25 e' stato il più' veloce nella prima prova di discesa sui 3.312 metri della Streif di Kitzbuehel, la pista piu' spettacolare e difficile del mondo. Secondo tempo per lo svizzero Beat Feuz in 1.57.62 e terzo per il francese Johann Clarey n 1.58.20. Miglior azzurro e ottavo tempo in 1.58.42 per Christof Innerhofer. Più' indietro Mattia Casse 11/o in 1.58.55 con Dominik Paris 16/ in 1.58.80 ex aequo con Peter Fill. La prova si e' svolta con dieci gradi sotto zero ma con un bel sole ed un innevamento perfetto. Per molti atleti questa prima prova e' stata soprattutto uan presa di contatto con la Streif. La seconda ed ultima prova di domani dovrebbe dare indicazioni piu' precise. Il programma di Kitzbuehel prevede per venerdi' un superg, sabato la classica discesa e domenica uno slalom speciale. Vincitore della discesa dello scorso anno e' stato Peter Fill che si impose in una gara drammatica che fu chiusa dopo la prova dei primi trenta atleti

16:15Popolarità Obama al 60%,uno dei presidenti più amati

(ANSA) - NEW YORK, 18 GEN - Se Donald Trump e' il presidente eletto meno popolare della storia Usa, Barack Obama e' uno dei presidenti uscenti piu' amati dagli americani. La sua popolarita' - secondo un sondaggio di Cnn/Orc - e' ai livelli del 2009, quando si insedio' sulle ali dell'entusiasmo per l'elezione del primo presidente afroamericano. Il suo rating e' al 60%. Solo Bill Clinton (66%) e Ronald Reagan (64%) fecero meglio. Il 65% considera la presidenza Obama un successo. Oggi la sua ultima conferenza stampa.

16:11Wikileaks: ‘Assange pronto a rientrare negli Usa’

(ANSA) - NEW YORK, 18 GEN - Julian Assange e' pronto a farsi estradare negli Stati Uniti. Lo riportano alcuni media americani e britannici citando un legale del fondatore di Wikileaks. Assange la scorsa settimana aveva promesso di consegnarsi agli Usa se Barack Obama avesse concesso la grazia a Chelsea Manning.

Archivio Ultima ora