Hollande dal Papa: “Francia vicina ad azione Francesco”

Pubblicato il 17 agosto 2016 da ansa

Francois Hollande incontra Papa Francesco.  ANSA / L'OSSERVATORE ROMANO - PRESS OFFICE

Francois Hollande incontra Papa Francesco.
ANSA / L’OSSERVATORE ROMANO – PRESS OFFICE

CITTA’ DEL VATICANO. – Un cordiale e sorridente saluto sulla porta dello studio dell’Aula Paolo VI, con la stretta di entrambe le mani, è l’immagine che suggella la visita privata, durata in tutto poco meno di due ore, fatta da Francois Hollande in Vaticano per incontrare papa Francesco.

Il presidente francese ha voluto portare al Pontefice il suo “messaggio di riconoscenza, di gratitudine” – così ha spiegato ai giornalisti dopo aver visitato la chiesa di San Luigi dei Francesi e prima di recarsi in Vaticano – per la vicinanza portata dal Papa a tutto il Paese in seguito alla “terribile prova” dell’assassinio di padre Jacques Hamel, sgozzato il 26 luglio scorso da due terroristi di origine maghrebina mentre celebrala messa nella sua chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray.

“Ha avuto parole che sono state di grande conforto – ha detto Hollande – e che mi hanno dato la fiducia di potermi rivolgere al Pontefice come a un fratello”. Parole che “sono state molto importanti per questo periodo”, ricordando “l’unità della Francia, l’unità e la solidarietà del mondo intero all’indirizzo del nostro paese che è stato vittima dell’attentato terroristico”.

E non di uno solo, ma tanti, tutti sanguinosi, dal Charlie Hebdo, al Bataclan, fino a Nizza. Una dimostrazione, quindi, anche della vicinanza della Francia all’azione del Papa. Hollande, in completo grigio, camicia azzurra e cravatta ton-sur-ton, è arrivato in Vaticano alle 16.45, accompagnato dal ministro degli Interni e responsabile per i Culti, Bernard Cazeneuve, dall’ambasciatore presso la Santa sede Philippe Zeller, dal consigliere diplomatico Jacques Audibert e dal capo del protocollo Frederic Billet.

Il colloquio privato nello studio della Sala Nervi, il Papa e Hollande seduti alla scrivania uno di fronte all’altro, è durato circa 40 minuti. Al termine, nell’Auletta attigua, la presentazione del seguito e lo scambio dei doni. Hollande ha donato al Papa una porcellana di Sevres, con lo stemma della Francia.

Il Pontefice ha donato a sua volta una scultura in bronzo tonda sulla profezia di Isaia “il deserto diverrà un giardino”: il ramo secco e spinoso che si copre di foglie e di frutti – ha spiegato il portavoce Greg Burke – rappresenta il passaggio dall’egoismo alla collaborazione, dalla guerra alla pace. Il Papa ha fatto dono al presidente anche di una copia dell’enciclica Laudato si’ e delle esortazioni Amoris laetitia ed Evangelii gaudium.

Hollande si è spostato poi alla Prima Loggia del Palazzo apostolico per un colloquio col cardinale segretario di Stato Pietro Parolin.

La cordialità della visita chiude anche il vecchio periodo di ‘gelo’ diplomatico, durato oltre un anno, per il mancato gradimento della Santa Sede alla nomina dell’ambasciatore Laurent Stefanini, dichiaratamente gay, cui poi solo nei mesi scorsi l’Eliseo ha rinunciato, puntando su Zeller.

Sempre uscendo da San Luigi dei Francesi dove ha sostato in silenzioso raccoglimento, in piedi, nella cappella dedicata alle “vittime degli attentati”, Hollande ha spiegato di voler parlare col Papa “della questione dei cristiani d’Oriente, della situazione in Medio Oriente, della crisi che lì perdura, dei rifugiati”.

Ed anche “di libertà religiosa, di laicità e dell’unità indispensabile nel rispetto di tutti”. Ha invece evitato domande sul ‘burkini’.

“Tutti i francesi hanno dimostrato grande sensibilità verso la fede cattolica e la Francia, al di là delle varie fedi che prosperano nel Paese, ha voluto esprimere tutta la simpatia nei confronti dell’azione del Papa”, ha sottolineato.

“Quando viene ucciso un religioso – ha aggiunto Hollande – è profanata la Repubblica, che tutela tutti i culti. La Repubblica deve tutelare la libertà di credere o non credere, coloro che vivono in Francia devono poter praticare la propria religione. Il messaggio della laicità francese non è un messaggio che divide bensì che unisce”.

(di Fausto Gasparroni/ANSA)

Ultima ora

11:10Polonia, presidente Duda respinge riforma giustizia

(ANSA)- VARSAVIA, 24 LUG - Il presidente polacco Andrzej Duda ha deciso di non firmare le leggi sulla Corte Suprema e sul Consiglio nazionale della magistratura che mettevano a rischio l'autonomia dei giudici polacchi, rimandandole in parlamento. Lo ha detto lo stesso Duda in una conferenza stampa a Varsavia. Duda ha spiegato che il suo ufficio non è stato consultato prima dell'approvazione in aula e contestando anche che, secondo le nuove leggi, i giudici dovrebbero essere indicati dal ministro della giustizia, che copre già la carica di procuratore generale.

11:08Tennis: ranking Atp, Murray sempre in vetta

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Nessuna novità nella top 10 del ranking Atp, che vede al comando sempre lo scozzese Andy Murray, da 37 settimane leader in classifica, pur con soli 285 punti sullo spagnolo Rafael Nadal. In terza posizione lo svizzero Roger Federer, che precede il serbo Novak Djokovic e l'altro elvetico Stanislas Wawrinka. Per quanto riguarda gli italiani, il migliore si conferma Fabio Fognini che tuttavia perde due posizioni ed è al numero 31. Due gradini in meno anche per Paolo Lorenzi, sconfitto ieri in finale a Umago (Croazia) dal 19enne russo Andrey Rublev (6-4, 6-2), e sceso al 36/o posto. Più distanziati Andreas Seppi (numero 80, +1) e Thomas Fabbiano (89), mentre con la semifinale ad Umago - prima nel circuito maggiore - compie un balzo di 20 posti Alessandro Giannessi, ora 84/o, suo nuovo best ranking.

10:56Tennis: ranking Wta, Pliskova ancora al comando

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Due cambiamenti nella top 10 del ranking Wta aggiornato oggi, ma non sul podio. In vetta, infatti, c'è per la seconda settimana la ceca Karolina Pliskova, che precede la romena Simona Halep di appena 185 punti e la tedesca Angelique Kerber. Subito dietro le novità: in 4/a posizione sale la spagnola Garbine Muguruza, con la britannica Johanna Konta scivolata alla 7/a, scavalcata anche dall'ucraina Elina Svitolina e dalla danese Caroline Wozniacki. Chiudono la top 10 la russa Svetlana Kuznetsova, la statunitense Venus Williams e la polacca Agnieszka Radwanska. Qualche movimento anche in campo italiano. Roberta Vinci è sempre la prima delle azzurre, ma sale di un gradino ed è 36/a. Alle sue spalle si riporta Francesca Schiavone (numero 71, +3), scavalcando Camila Giorgi (73, -1). Scende invece di ben 11 gradini Sara Errani, ora 98/a.

10:54Calcio: Juventus, per Bernardeschi visite e firma

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Visite mediche, a Torino, per Federico Bernardeschi. Il giocatore, che dopo gli esami si legherà alla Juventus, è stato accolto al J-Medical dall'entusiasmo di circa 250 tifosi bianconeri. "La 10 non può restare senza padrone, benvenuto Federico", è lo striscione esposto dai tifosi per il 23enne fantasista toscano in arrivo dalla Fiorentina, che nei prossimi giorni raggiungerà la sua nuova squadra negli Stati Uniti.

10:48Segati e interrati, coinvolto anche un minorenne

(ANSA) - NAPOLI, 24 LUG - Sono state eseguite dalla Squadra Mobile di Napoli due ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Napoli e dal tribunale dei minorenni su richiesta della Dda e della Procura della Repubblica dei minorenni a carico di due soggetti ritenuti responsabili dell'efferato omicidio dei pregiudicati Luigi Rusciano e Luigi Ferrara i cui corpi vennero rinvenuti sezionati in buste di plastica lo scorso 16 febbraio in un terreno di Afragola. All'epoca dei fatti uno dei responsabili era minorenne e l'altro maggiorenne.

10:38Israele, Netanyahu convoca il governo

(ANSAmed) - TEL AVIV, 24 LUG - Il premier Benyamin Netanyahu ha convocato per oggi il Consiglio di difesa del governo per una nuova consultazione - la seconda nelle ultime ore - sulle crisi maturate a Gerusalemme, nella Spianata delle Moschee, ed ad Amman, nell'ambasciata di Israele. Lo riferiscono i media locali. Secondo una fonte politica israeliana, citata dai media, i membri dello staff diplomatico sono "intrappolati" nell'ambasciata e la loro incolumità rischia di essere in pericolo.

10:21Francia, Eliseo conferma incontro Macron-Sarraj-Haftar

(ANSA) - PARIGI, 24 LUG - Il presidente francese Emmanuel Macron riceverà domani il primo ministro del governo di Tripoli, Fayez Al Sarraj, e il generale Khalifa Haftar. Lo fa sapere l'Eliseo, confermando quanto detto dall'inviato Onu Ghassan Salamé in un'intervista. Nel comunicato si legge che la Francia vuole dare "il suo contributo agli sforzi per costruire un compromesso politico sotto l'egida delle Nazioni Unite, che riunisca su una base inclusiva l'insieme dei differenti attori libici". Il vertice avverrà a La Celle-Saint-Cloud, vicino Parigi.

Archivio Ultima ora