Sono oltre 7 milioni le case vuote in Italia

Pubblicato il 17 agosto 2016 da ansa

Sono oltre 7 milioni le case vuote in Italia

Sono oltre 7 milioni le case vuote in Italia

ROMA. – Sono oltre 7 milioni le case vuote in Italia, come una enorme metropoli fantasma: più di un’abitazione su cinque infatti è priva di inquilini, pari al 22,5% del totale per 7.038.000 unità, con una concentrazione maggiore in regioni del Sud come Calabria, Molise, Abruzzo e Sicilia per effetto dell’emigrazione, anche se al top della classifica ci sono anche Valle d’Aosta e Liguria, dove abbondano le case di villeggiatura.

Emerge da un’analisi di Solo Affitti, elaborando gli ultimi dati disponibili. Se la Valle d’Aosta è la regione dove ci sono più abitazioni sfitte (addirittura il 50 per cento, per 58.731 immobili) ai primi posti in Italia si piazzano molte realtà del Sud come Calabria (secondo posto con il 38,7% e 481.741 case), Molise (3/o con il 36,9% e 73.524 case), Abruzzo (quarto posto con il 32,7% e 250.038), Sicilia (con il 32,2% e 923.360).

L’effetto emigrazione si rileva anche in Basilicata (29,4% e 94.809 case sfitte), Sardegna, dove sono presenti anche molte case vacanza, (28,2% e 261.120) e Puglia (25,5% e 520.026). Nella graduatoria non mancano regioni del Nord a vocazione turistica dove ci sono, però, molte seconde case di villeggiatura come Liguria (6 posto in Italia, 30,9% e 331.863 abitazioni non occupate) e Trentino Alto Adige (con il 27,2% e 156.771).

Un maggior tasso di occupazione delle abitazioni si registra, invece, nelle regioni più popolose come il Lazio, dove solo il 17,6% di case sono vuote (488.114 in totale), così come in Campania (penultimo posto con il 17% e 417.576 case) e soprattutto Lombardia (ultima in Italia con il 15.2% per 731.665 case).

Un enorme patrimonio inutilizzato che Solo Affitti, franchising immobiliare specializzato nella locazione, propone invece di valorizzare. “Facciamo in modo che – commenta Silvia Spronelli, presidente di Solo Affitti – questo grande patrimonio immobiliare a disposizione in Italia possa soddisfare il fabbisogno abitativo e faccia rivivere i piccoli e medi centri storici del nostro Paese.

Occorre un progetto governativo chiaro sulla casa e sulle locazioni attraverso agevolazioni fiscali per proprietari e inquilini, come avviene in tanti altri Paesi europei. Un buon passo in questa direzione è la tassazione fissa al 21% della cedolare secca per i contratti a canone libero e al 10% per i contratti a canone concordato”.

Occorre, tuttavia, prosegue, ”far conoscere di più queste agevolazioni e spingere le amministrazioni comunali a convocare le associazioni di proprietari e inquilini per rinnovare gli accordi sui canoni di locazione. A Milano e Napoli i prezzi degli affitti sono stati aggiornati dopo 10-15 anni e i contratti agevolati faticano a decollare, anche perché i canoni concordati su alcune aree si discostano troppo dai prezzi di mercato, e i benefici per locatari e locatori tardano ad arrivare”.

Ultima ora

17:33Killer ricercato: fuga Igor-Norbert, inchiesta Pm militari

(ANSA) - BOLOGNA, 17 OTT - La Procura militare di Verona indaga sulla fuga di 'Igor' a Molinella (Bologna), l'8 aprile. La sera dell'omicidio della guardia volontaria Valerio Verri, Norbert Feher alias Igor Vaclavic, pregiudicato serbo, incrociò tre carabinieri che lo seguirono per un tratto, in contatto con la centrale, gli fecero segno di fermarsi, valutarono di non sparare e di attendere i rinforzi. Ma poi se ne persero le tracce in un boschetto e da allora il killer è latitante. E' accusato anche di aver ucciso il barista di Budrio Davide Fabbri. Secondo quanto apprende l'ANSA il fascicolo aperto dall'ufficio giudiziario militare guidato dal procuratore Stanislao Saeli è per 'atti relativi', cioè senza indagati né reati, ed è stato aperto sulla base delle notizie riportate dai giornali usciti sulla vicenda. Obiettivo dell'accertamento, ancora in corso, è approfondire cosa sia successo e se ci siano eventuali responsabilità in chi ha operato, al momento, comunque, non ipotizzate. (ANSA).

17:33Usa: costume Anna Frank per Halloween

(ANSA) - NEW YORK, 17 OTT - Un costume da Anna Frank per Halloween, ma l'idea ha creato solo imbarazzo. 'Anna Frank Costume for Girls' (il costume di Anna Frank per ragazze, ndr) raffigura una ragazzina in abito blu, un basco verde e una borsa a tracolla marrone. Sotto, una didascalia in cui si spiega che la Seconda Guerra Mondiale ha creato eroi inaspettati e persino una ragazza come Anna Frank, con niente se non un diario, è riuscita ad essere d'ispirazione al mondo. Ma le reazioni sul web non sono state quelle attese e, di fronte alle critiche che giudicavano il costume 'offensivo', HalloweenCostumes.com e' stata costretta e ritirarlo dalla vendita. Tuttavia lo stesso costume e' ancora in vendita su altri siti e presentato come 'World War II Girl Costume', costume di ragazza della Seconda Guerra Mondiale.

17:31Ave Maria all’Università: vescovo Macerata,’chiediamo scusa’

(ANSA) - MACERATA, 17 OTT - ''Chiediamo scusa come credenti per aver destabilizzato la serenità di un'Università, ma il problema è la nostra poca fede. Chi dice almeno 50 Avemarie al giorno, cioè un rosario, tanti, molto più di quelli che vanno a Messa la domenica, non capisce tutta questa agitazione''. Il vescovo di Macerata, mons. Nazzareno Marconi, ha pubblicato su www.emmetv.it il suo commento sulle polemiche scatenate dalla prof. Clara Ferranti, che il 13 ottobre ha interrotto una lezione all'Università invitando gli studenti a recitare un'Ave Maria per la pace, nell'anniversario dell'apparizione di Fatima. ''Grazie fratelli non credenti e anticlericali - aggiunge però - perché ci avete ricordato quali tesori possediamo senza apprezzarne adeguatamente il valore e l'importanza''.

17:22Catalogna: Govern denuncia pressioni Madrid su imprese

(ANSA) - BARCELLONA, 17 OTT - Il portavoce del Govern catalano Jordi Turull ha accusato l'esecutivo di Madrid di esercitare pressioni sulle imprese catalane perchè spostino le sedi sociali in altre regioni spagnole. Dal primo ottobre circa 700 aziende hanno trasferito le sedi sociali fuori dalla Catalogna. Secondo Turull, Madrid vuole "colpire l'economia catalana". "Ma quando qualcuno minaccia di danneggiare l'economia della Catalogna, ha aggiunto, deve ricordare che sta danneggiando anche l'economia spagnola".

17:18Mondiali: Ulivieri, Svezia avversario duro

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "La Svezia è una squadra solida, lo abbiamo visto anche agli ultimi Europei quando ci hanno creato problemi. Non sarà facile, forse è l'avversario più duro ma dipende tutto dall'Italia". Questa l'idea del presidente dell'Associazione italiana allenatori Renzo Ulivieri sul sorteggio dei playoff per la qualificazione ai Mondiali 2018, che vedrà l'Italia opposta alla Svezia. "Ho fatto poco caso al sorteggio perché tanto comunque dipende da noi. Se saremo in buone condizioni, non avremo problemi, altrimenti avremo problemi. Per questo va bene anche la Svezia, forse è l'avversario più duro".

17:17Donna Lampedusa denuncia tentata violenza 5 tunisini

(ANSA) - LAMPEDUSA, 17 OTT - Cinque magrebini, quasi certamente tunisini ospiti dell'Hot spot di Lampedusa, avrebbero tentato stamane di violentare nella sua abitazione una donna di Lampedusa. I cinque avrebbero desistito di fronte alla reazione della vittima, che oltre ad affrontarli con un bastone, ha cominciato a gridare e a chiedere aiuto facendo credere loro che ci fossero alcuni familiari in casa. La donna, che ha 50 anni, ha presentato denuncia ai carabinieri che hanno avviato le indagini per identificare gli aggressori. L'abitazione della donna, sposata e con figli, si trova lungo la strada che dalla struttura di accoglienza di contrada Imbriacola conduce fino al centro del paese. E' stata la stessa vittima a chiamare i carabinieri e a raccontare nei dettagli il tentativo di violenza sottolineando che gli aggressori erano quasi certamente tunisini. In questo momento l'hot spot di Lampedusa ospita circa 500 nordafricani, quasi tutti tunisini; gli ultimi 105 sbarcati la notte scorsa.

17:14Usa: Casa Bianca nega a Congresso dati email private

(ANSA) - WASHINGTON, 17 OTT - Scontro in vista tra Casa Bianca e Congresso, dopo che la prima ha snobbato una richiesta bipartisan di una commissione parlamentare per ottenere i nomi, i numeri e gli account degli alti dirigenti della West Wing che hanno usato email e servizi di messaggeria privati. Lo scrive Politico, il primo a rivelare che a farne uso sarebbero stati vari consiglieri della Casa Bianca, da Jared Kushner, genero di Trump, a Gary Cohn, da Reince Preibus a Steve Bannon. Ignorata anche la richiesta di dati sull'uso di voli privati.

Archivio Ultima ora