Renzi, tasse ancora giù

Pubblicato il 18 agosto 2016 da ansa

La parola d'ordine di Matteo Renzi è: avanti a ridurre le tasse. E le opposizioni insorgono.

La parola d’ordine di Matteo Renzi è: avanti a ridurre le tasse. E le opposizioni insorgono.

ROMA – La parola d’ordine di Matteo Renzi è: avanti a ridurre le tasse. E le opposizioni insorgono. Luigi Di Maio intima al premier di smetterla “di provocare i cittadini italiani con queste balle! Altrimenti prima o poi se li ritroverà con i forconi sotto Palazzo Chigi”. Matteo Salvini ironizza: “toglietegli il vino”. E Renato Brunetta va all’attacco paventando una manovra ‘monstre’ di 30-40 miliardi. Replica a tutti il viceministro all’Economia, Enrico Zanetti:

– Le tasse le abbiamo ridotte. Non come quando governavano Lega e Fi che la pressione fiscale era più alta.

Il percorso della legge di Stabilità appare quindi già accidentato: tra pil che arranca (a giugno crescita a zero), privatizzazioni difficili (mancherebbero 5 miliardi sul 2016), contratti pubblici da rinnovare (7 miliardi chiedono i sindacati), pensioni su cui intervenire (almeno 2 miliardi da spendere) e clausole da disinnescare (15 miliardi di aumento Iva), l’obiettivo del governo appare sempre più arduo da centrare.

Affidare ad una manovra ‘espansiva’ il rilancio del paese non sarà impresa semplice. Una manovra che viaggerebbe già sui 30 miliardi. Cifra che non basterebbe a sterilizzare l’aumento Iva secondo Adusbef e Federconsumatori.

Così, come ogni mese di agosto, si moltiplicano le ipotesi, anche corroborate dalle parole degli stessi esponenti del governo, e circolano le prime cifre che, come da copione, il Tesoro smentisce (“I provvedimenti – puntualizza via XX Settembre – dipenderanno dai nuovi obiettivi di finanza pubblica contenuti nella Nota di Aggiornamento al Def, che sarà presentata entro il 27 settembre, e dalle decisioni politiche che il governo assumerà successivamente”).

Cosa vera: come sempre in questo periodo i giochi sono ancora tutti da fare. E l’unico dossier più definito appare quello sulle pensioni anche se, anche in questo caso come da copione, si registrano frizioni all’interno dello stesso esecutivo. Ma sembra ormai scontato l’intervento in due step.

Renzi affida ai social la sua ‘iniezione di ottimismo’ di metà agosto prendendo ad esempio il recente annuncio di Ryanair che investirà 1 miliardo in Italia in seguito alla decisione del governo di non incrementare la tassa di imbarco sui voli.

“Ridurre le tasse – scrive su Facebook dopo averlo anticipato con un tweet – non è soltanto giusto, ma è anche un fatto di competitività. Lo dimostra in queste ore l’accordo con Ryanair, ma è solo uno dei tanti esempi che possiamo fare”.

“Da quando siamo al Governo – rivendica il premier – lavoriamo per ridurre le tasse. Lo abbiamo fatto con gli 80 euro, con il JobsAct, con l’Irap costo del lavoro, con Imu e Irap agricola, con Imu e Tasi sulla prima casa, con il superammortamento”.

E qui l’impegno: “continueremo con la prossima legge di stabilità”. Dunque – prosegue – “per l’Italia di oggi non conosco una ricetta migliore di abbassare le tasse e continuare con le riforme strutturali” e anche “dare a chi vuole investire, come ha fatto Ryanair, le condizioni di farlo”.

Poi conclude il messaggio con un “Viva l’Italia”. Un’Italia che Renzi oggi guarda però anche con una certa apprensione in attesa del risultato del referendum costituzionale che si svolgerà proprio in piena sessione di bilancio.

Insomma una situazione complessa che il governo intende risolvere in parte avviando nuovamente una trattativa con Bruxelles sulla flessibilità. Argomento di cui il premier potrebbe già parlare con i partner Angela Merkel e Francois Hollande quando nei prossimi giorni saranno a Ventotene per rendere omaggio ad Altiero Spinelli, tra i padri dell’Europa unita. La stessa alla quale il governo di Roma chiederà di non essere ‘strozzato’ per un’eccessivo senso di austerità.

(Francesco Carbone/ANSA)

Ultima ora

15:46Tav:rapporti con recluso No Tav,ricorso contro licenziamento

(ANSA) - TORINO, 25 MAG - Una educatrice torinese di una cooperativa che opera nella casa circondariale 'Lorusso e Cutugno' è stata sospesa dall'incarico per avere intrattenuto rapporti con alcuni attivisti nell'area anarco-insurrezionalista e per aver pubblicato su Facebook foto di alcuni No Tav arrestati in segno di solidarietà. Il legale, l'avvocato Roberto Lamacchia, ha chiesto ai giudici del Tar la revoca del divieto di lavorare nel carcere delle Vallette. "Per tre anni lei ha svolto la sua attività nel padiglione dei tossicodipendenti, che nulla hanno a che fare con il Movimento No Tav, e l'ha fatto con buoni risultati - ha spiegato il legale - Tutto questo non determina l'esistenza di ragioni di sicurezza tali da allontanarla dal carcere". "Voglio riavere il mio lavoro - commenta Angela - Non mi è stato nemmeno permesso di salutare i ragazzi che seguivo". Alcuni autonomi hanno organizzato un presidio di solidarietà davanti agli uffici del Tar.

15:29M5s: La Rocca, se rinviata a giudizio non mi ricandido

(ANSA) - PALERMO, 24 MAG - "Se sarò rinviata a giudizio non mi ricandiderò alle regionali, come ho già annunciato nei giorni scorsi". Lo dice Claudia La Rocca, deputata dei 5stelle che si è auto-sospesa dopo avere ricevuto l'avviso di garanzia nell'inchiesta firme false della Procura di Palermo con la quale ha collaborato ammettendo di essere stata presente nel giorno della ricopiatura degli autografi di chi aveva firmato a sostegno della lista per le comunali del 2012.

15:27Manchester: Bonino, dobbiamo resistere culturalmente

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Attentato a Manchester? La sicurezza al 100% rispetto ai lupi solitari è impossibile. Ci saranno stati sicuramente degli errori nella prevenzione. Non dobbiamo cedere alla paura. Non dobbiamo dargliela vinta. Dobbiamo resistere culturalmente". Queste le parole di Emma Bonino presente stamani all'Università Statale di Milano.

15:22L.elettorale: Gelmini, nessun inciucio ma accelerazione urne

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Nessun Nazareno bis, nessun inciucio. Silvio Berlusconi con Forza Italia è impegnato a garantire una legge elettorale in grado di portare rapidamente gli italiani alle urne. Il centrodestra non ha bisogno di continui distinguo ma di una forte azione comune che racconti agli italiani qual è il Paese che vogliamo costruire". Così Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera.

15:21Boldrini, bene Confindustria su coesione e crescita

(ANSA) - ROMA, 24 MAY - "Ho trovato molto interessante l'accento posto sulla coesione e sulla crescita, così come mi è piaciuta l'insistenza sull'importanza di investire di più sui giovani". Lo dice la presidente della Camera Laura Boldrini a margine dell'Assemblea di Confindustria. "Ho anche trovato importante la sottolineatura sulla necessità di rafforzare una casa comune in Europa per le aziende, che se non saranno capaci di stare insieme non avranno uno spazio in futuro", aggiunge.

15:18Calcio: serie B, una giornata a Vignali

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Una giornata di squalifica a Vignali dello Spezia, espulso per doppia ammonizione nel primo turno dei playoff di Serie B. Il giocatore sconterà la squalifica nella prossima stagione, essendo stata la squadra ligure eliminata dal Benevento.

15:18Vaccini: Rosato, non c’era altra strada che obbligo

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "I vaccini sono farmaci efficaci e sicuri. Hanno permesso di sconfiggere malattie terribili di cui ormai non abbiamo più memoria, come il vaiolo cancellato dalla faccia della Terra solo alcuni decenni fa. Di altre malattie infettive abbiamo sentito parlare ma non le avvertiamo più come una minaccia, anche se circolano ancora nell'Europa dell'Est. Per anni siamo stati protetti dal progresso della scienza ma ultimamente c'è stata un'inversione di rotta, ingiustificata". Lo scrive il capogruppo del Pd alla Camera Ettore Rosato in un post su Facebook rispondendo alle preoccupazioni per l'obbligo delle vaccinazioni. "Il calo delle vaccinazioni, rispetto ad altri Paesi europei, è diventato preoccupante. Gli italiani si vaccinano sempre meno contro la poliomielite, il tetano, la difterite, la rosolia, il morbillo, con un trend in discesa. Occorreva invertire la tendenza prima che fosse troppo tardi. Per affrontare questa emergenza non c'era altra strada che rendere obbligatorie le vaccinazioni".

Archivio Ultima ora