Tensioni Usa-Turchia, giallo sulle armi nucleari americane

Pubblicato il 18 agosto 2016 da ansa

Tensioni Usa-Turchia, giallo sulle armi nucleari americane

Tensioni Usa-Turchia, giallo sulle armi nucleari americane

WASHINGTON – E’ giallo sulle armi nucleari Usa in Turchia: secondo il sito d’informazione europeo EurActiv, che cita due diverse fonti “indipendenti”, gli Stati Uniti starebbero trasferendo le venti testate stazionate nella base di Incirlik a quella più sicura di Deveselu in Romania.

Motivo: il peggioramento delle relazioni tra i due Paesi e la mancanza di fiducia reciproca dopo il fallito colpo di stato del 15 luglio, con il sospetto di Ankara di un qualche coinvolgimento americano e le accuse del presidente turco Recep Tayyip Erdogan contro l’ex imam Fethullah Gulen (in auto esilio negli Stati Uniti), di cui è tornato a chiedere l’estradizione.

Una mossa, quella americana, che sarebbe legata anche al clima di instabilità del Paese, dove prosegue la repressione post golpe (oggi sono stati congelati i beni di 187 manager turchi, 60 dei quali arrestati, tutti sospettati di essere collegati a Gulen) ma pure all’ondata di attentati contro la polizia preannunciati dal Pkk, come i tre che oggi hanno causato la morte di almeno 14 persone e il ferimento di oltre 220 con due autobombe contro caserme e un ordigno esplosivo fatto saltare lungo una strada.

Finora però non c’è stato alcun commento da parte americana, mentre il ministero degli Esteri romeno ha negato le indiscrezioni con un comunicato stampa. La base aerea di Incirlik, strategica per la lotta all’Isis, si trova appena 100 chilometri dal confine con la Siria ed è diventata terreno di contrattazione e scontro da parte Erdogan, disposto a concederla in futuro solo a patto che venga estradato Gulen.

La base ha subito gli effetti del post-golpe: l’ex comandante Bekir Ercan Van è stato arrestato per il suo presunto coinvolgimento nel colpo di stato, mentre nelle ore successive ai fatti del 15 luglio le autorità turche hanno tagliato la fornitura di energia elettrica della base e proibito il decollo agli aerei statunitensi.

Negli ultimi due anni Washington ha fatto nuovi investimenti per garantire la sicurezza delle testate, protette da soldati americani, rinchiuse in camere blindate e utilizzabili attraverso codici in possesso solo degli Usa. Ma oltreoceano qualcuno teme che possano cadere nelle mani sbagliate in caso di guerra civile. Senza contare il rischio più remoto, ossia che finiscano proprio nelle mani dei terroristi.

Il dibattito sulla base di Incirlik tiene banco anche sui media turchi, soprattutto quelli più conservatori e filo governativi. Ieri Ibrahim Karagul, direttore del quotidiano islamico Yeni Safak, ha scritto che la gestione delle armi nucleari all’interno della base Nato dovrebbe essere affidata ad Ankara che, in alternativa, se ne dovrebbe appropriare.

La loro possibile nuova destinazione, la base romena di Deveselu, dove è attivo dallo scorso maggio il sistema antimissile Usa Aegis Ashore, avrebbe già irritato Mosca, con cui peraltro Erdogan ha ricominciato a flirtare grazie all’opportunistica riapertura di Putin.

Ma ritirare le armi nucleari dalla Turchia significherebbe azzerare i rapporti fra gli Usa e quello che una volta era uno dei loro alleati più strategici e fidati, rischiando di consegnare Ankara nelle mani del Cremlino.

n questo clima di tensione arriva la visita del vicepresidente Usa, Joe Biden, che sarà ad Ankara il 24 agosto. Si tratta del primo incontro ufficiale tra i due Paesi dopo il fallito golpe e le insistenti richieste di estradizione di Gulen, per la quale però gli Usa chiedono prove concrete.

(Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

01:02Senato respinge revoca Obamacare

(ANSA) - WASHINGTON 27 LUG - Il Senato degli Stati Uniti ha bocciato il testo presentato dai repubblicani per la semplice revoca della maggior parte della riforma sanitaria detta Obamacare senza prevedere un testo che la sostituisca. Il Senato degli Stati Uniti ha respinto con 45 voti favorevoli e 55 voti contrari. Il senato ha già dato il via libera alla discussione su un nuovo testo da mettere a punto per sostituire la riforma sanitaria di Obama, visto che quello già elaborato non è andato avanti per le divisioni dei repubblicani.

00:29Tunisia: passa la legge contro la violenza sulle donne

(ANSAmed) - TUNISI, 26 LUG - Voto storico a Tunisi. Dopo un iter parlamentare accidentato e ostacolato da rinvii che avevano fatto temere un fallimento, il parlamento tunisino ha approvato all'unanimità con 146 voti a favore la legge organica contro la violenza e i maltrattamenti sulle donne e per la parità di genere. Quarantatrè articoli divisi in 5 capitoli per fornire misure efficaci per lottare contro ogni forma di violenza o sopruso basato sul genere. Il testo ha l'obiettivo di garantire alla donna il rispetto della dignità e assicurare l'uguaglianza tra i sessi, garantita dalla Costituzione, attraverso un approccio globale basato sulla prevenzione, la punizione dei colpevoli e la protezione delle vittime. La legge punta inoltre ad eliminare ogni forma di disuguaglianza tra i sessi anche sul lavoro.

00:27Calcio: Champions League, Nizza-Ajax 1-1

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Mario Balotelli a segno, ma il Nizza non riesce ad imporsi sull'Ajax che dalla Costa Azzurra porta via un prezioso 1-1 nell'andata di una delle gare del terzo turno preliminare di Champions League. Al vantaggio rossonero al 32' grazie all'attaccante italiano, infatti, i Lancieri hanno risposto al 4' della ripresa con van de Beek. Mercoledì prossimo la gara di ritorno che varrà l'accesso ai playoff. Tra gli altri risultati delle gare di oggi, da segnalare lo 0-0 fra gli scozzesi del Celtic e i norvegesi del Rosenborg e il 3-1 degli ucraini della Dynamo Kiev sugli svizzeri dello Young Boys.

00:03Sci: Italia Team, operata l’azzurra Marsaglia

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Francesca Marsaglia è stata operata presso la clinica La Madonnina, a Milano, per una sindrome pubico-inguinale che le impediva di allenarsi con regolarità. Lo rende noto la Federsci precisando che l'operazione è stata effettuata dal dottor Gianpiero Campanelli, sotto la supervisione della Commissione medica della Fisi. La 27enne sciatrice azzurra dovrà ora osservare una decina di giorni di riposo assoluto e ricominciare gradualmente la preparazione: l'obiettivo, conclude la Fisi, è quello di presentarsi regolarmente alla partenza del viaggio sudamericano con destinazione Ushuaia (Argentina), ad inizio settembre.

23:28Calcio: 1-0 al Lille di Bielsa, il “Bortolotti” all’Atalanta

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - L'Atalanta di Gian Piero Gasperini ha vinto la ventitreesima edizione del trofeo "Achille e Cesare Bortolotti", intitolato alla memoria dei due presidenti scomparsi, battendo per 1-0 il Lille di Marcelo Bielsa davanti a poco meno di diecimila spettatori. A segno nel primo tempo Cristante (14') che controlla e di esterno destro piazza sotto la traversa l'assist con scavetto di Gomez. Nella ripresa, Gollini salva il risultato parando a Benzia un rigore concesso per un contatto fra Palomino e Ponce. Per i nerazzurri una prova discreta in attesa delle altre sgambate internazionali: quella con il Borussia Dortmund del primo agosto ad Altach (19.30) e quella a Valencia l'11 dello stesso mese. Da giovedì, intanto, squadra a San Gallo per la seconda fase della preparazione.

23:24Calcio: Marotta, offerta a Lotito per Keita Baldé

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Abbiamo parlato con Lotito per Keita Baldé. Abbiamo fatto la nostra proposta, ora sta a lui valutarla". L'ad della Juventus Beppe Marotta esce allo scoperto e annuncia di voler acquistare l'esterno della Lazio. Non nega neppure una trattativa per Matuidi: "È un'ipotesi. Stiamo valutando alcune situazioni, non nascondiamo che cerchiamo un centrocampista d'esperienza". Poi, su Schick chiarisce: "Mi spiace che sia andata così e che non si sia arrivati alla conclusione per impedimenti oggettivi. È un talento emergente, ma per il momento è un'operazione chiusa". Quindi, esclude la cessione di Dybala, nonostante piaccia al Barcellona: "Abbiamo rifiutato tante offerte. Quando un giocatore è contento di rimanere alla Juve, ci resta finché vuole". Infine, sulla possibilità di affidare la maglia n.10 al neoarrivato Bernardeschi: "È una maglia pesante nella storia della Juventus e del calcio in generale, valuteremo. È anche una forma di protezione per non esporlo a troppe responsabilità. Bisogna essere molto cauti".

23:00Calcio: Tavecchio, col Var ci aspettiamo meno polemiche

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Con il Var ci aspettiamo molte meno polemiche. Sono stato fra i primi a chiederlo ai tempi di Blatter e sono felice che quest'anno entri in vigore. All'inizio bisognerà abituarsi, ma è una novità sicuramente positiva. Garantirà maggiore sicurezza nelle analisi degli arbitri". Il presidente della Figc Carlo Tavecchio, a margine della presentazione del calendario della prossima stagione di Serie A, parla dell'introduzione del Var.

Archivio Ultima ora