Russia 2018: i convocati di Dudamel per sfidare Colombia ed Argentina

Pubblicato il 18 agosto 2016 da redazione

Verso Russia 2018: I convocati di Dudamel per sfidare Colombia ed Argentina

Verso Russia 2018: I convocati di Dudamel per sfidare Colombia ed Argentina

CARACAS – Il commissario tecnico della nazionale Rafael Dudamel ha chiamato 28 giocatori in vista delle prossime partite di qualificazioni verso Russia 2018: il prossimo primo settembre, giovedì, la Vinotinto dovrà giocare a Barranquilla contro la Colombia, mentre soltanto qualche giorno dopo, martedì 6 settembre, ci sarà la partita casalinga contro l’Argentina che si giocherà invece nello stadio Metropolitano di Mérida.

Nella lista dei 28 ci sono 20 giocatori che giocano nei campionati esteri, tra cui gli “italiani” Tomás Rincón (Genoa), Adalberto Peñaranda (Udinese), Josef Martinez (Torino) e due vecchie conoscenze della nostra serie A Rolf Feltscher ex Parma ed attualmente in forza agli spagnoli del Getafe e Andrés Ponce ex Samp adesso milita nel campionato svizzero con il Lugano.

La trasferta in Colombia si svolgerà in due tempi, i calciatori che militano nel campionato locale e lo staff tecnico partiranno domenica 28 agosto verso Barranquilla. Mentre i calciatori che giocano in Europa partiranno da Madrid verso la città colombiana il giorno dopo.

Questa la lista al completo dei convocati

Portieri: Daniel Hernández (Tenerife, Spagna), José Contreras (Deportivo Táchira), Wuilker Fariñez (Caracas).
Defensori: Roberto Rosales (Málaga, Spagna), Alexander González (Huesca, Spagna), Víctor García (Nacional, Portogallo), Oswaldo Vizcarrondo (Nantes, Francia), Wilker Ángel (Terek Grozny, Russia), José Manuel Velázquez (Arouca, Portogallo), Jhon Chancellor (Deportivo La Guaira), Rolf Feltscher (Getafe, Spagna), Mikel Villanueva (Málaga, Spagna).

Centrocampisti: Tomás Rincón (Genoa), Arquímedes Figuera (Deportivo La Guaira), Agnel Flores (Deportivo Táchira), Arles Flores (Deportivo La Guaira), Yangel Herrera (Atlético Venezuela), Jacobo Kouffati (Deportivo Cuenca, Ecuador), Jhon Murillo (Tondela, Portogallo), Rómulo Otero (Atlético Mineiro, Brasile), Adalberto Peñaranda (Udinese), Juan Pablo Añor (Málaga, Spagna), Yeferson Soteldo (Zamora).

Attaccanti: Christian Santos (Alavés, Spagna), Yonathan Del Valle (Bursaspor, Turchia), Salomón Rondón (West Brom, Inghilterra), Josef Martínez (Torino), Andrés Ponce (Lugano, Svizzera).

Ultima ora

10:13Giovane scomparsa: trovata in autogrill nel Varesotto

(ANSA) - VARESE, 17 OTT - Dafne Di Scipio, la ventenne di Gallarate sparita da Marnate, nel Varesotto, lo scorso 14 ottobre, è stata ritrovata la notte scorsa in un autogrill di Castronno (Varese). La giovane, in buone condizioni, era a bordo di un'auto ritenuta sospetta e che per questo è stata controllata dalla polizia stradale. La ragazza è poi stata identificata dai carabinieri di Saronno e del Nucleo Investigativo di Varese.

09:46Trump in visita a Seul il 7-8 novembre

(ANSA) - PECHINO, 17 OTT - Il presidente americano Donald Trump sarà in Corea del Sud dal 7 e all'8 novembre, una delle tappe fissate nell'ambito della sua prima visita in Asia: il tycoon avrà nel primo giorno l'incontro con l'omologo Moon Jae-in, secondo quanto riferito dall'Ufficio presidenziale di Seul. "All'inizio avevamo tentato di invitare Trump per tre giorni, ma abbiamo concordato che Trump e sua moglie arrivino nel primo mattino del 7 novembre, considerando le difficoltà nel soddisfare in modo adeguato il protocollo diplomatico se fossero giunti nella notte", ha detto il portavoce dell'Ufficio presidenziale Park Soo-hyun, nel resoconto della Yonhap.

09:46Iraq: Trump, non ci schieriamo

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - Gli Stati Uniti non si schierano nel conflitto in corso tra Baghdad ed Erbil per il controllo della contesa regione di Kirkuk. "Abbiamo avuto per anni buoni rapporti con i curdi e come sapete anche con il governo centrale. Non ci schieriamo in questa battaglia", ha detto il presidente Donald Trump ribadendo che gli Usa "non avrebbero mai dovuto essere lì" riferendosi all'invasione del 2003. Lo riferisce il Washington Post.

09:44Afghanistan:due autobomba contro polizia a est, duri scontri

(ANSA) - KABUL, 17 OTT - Violenti scontri nella regione afghana di Patkia tra militari e insorti dopo l'attacco a un centro addestramento della polizia. Due autobomba guidate da altrettanti kamikaze sono esplose davanti alla struttura, hanno riferito all'ANSA testimoni oculari. Dopo le esplosioni, riferisce il ministero dell'Interno, è iniziato un attacco armato ancora in corso. Secondo fonti non confermate i morti sarebbero "decine".

08:45Primo raid Usa contro Isis in Yemen, ‘decine morti’

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - Gli Usa hanno condotto il primo attacco aereo contro l'Isis in Yemen, distruggendo due campi di addestramento e uccidendo "decine" di miliziani. Lo ha annunciato il Pentagono. I raid hanno "minato i tentativi dell'organizzazione di addestrare nuovi combattenti", recita un comunicato. Secondo fonti della Cnn, nei due campi colpiti si stima vi fossero almeno 50 miliziani dell'Isis. "L'Isis - prosegue il comunicato del Pentagono - ha usato i territori fuori controllo in Yemen per pianificare, dirigere, ispirare, reclutare per attacchi terroristici contro l'America e i suoi alleati in tutto il mondo. Per anni, lo Yemen è stato un hub per i terroristi". "Le Forze Usa stanno sostenendo le operazioni antiterrorismo contro l'Isis e l'Aqap - al Qaida nella Penisola arabica, ndr - per ridurre le capacità dei due gruppi di coordinare attacchi esterni e mantenere il controllo di pezzi di territorio nel Paese".

01:51Cnn, Pyongyang ‘diplomazia con Usa? Prima i missili’

(ANSA) - NEW YORK, 17 OTT - La Corea del Nord non è al momento interessata alla diplomazia con gli Stati Uniti: prima vuole centrare l'obiettivo di un missile intercontinentale in grado di raggiungere la costa orientale degli Usa. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti di Pyongyang. "Prima di impegnarci in sforzi diplomatici con l'amministrazione Trump vogliamo inviare un chiaro messaggio sul fatto che abbiamo le capacità di rispondere a qualsiasi aggressione americana" dicono le fonti alla Cnn.

00:02Brexit: Juncker-May, serve accelerazione negoziati

(ANSA) - BRUXELLES, 16 OTT - Per il presidente della Commissione Jean Claude Juncker e per la premier Theresa May i negoziati "si devono accelerare nei mesi a venire". Lo fanno sapere in un comunicato congiunto al termine della cena che si è svolta "in un'atmosfera costruttiva e amichevole".

Archivio Ultima ora