Rio: giallo rapina, nuotatori Usa insultati dalla folla

(ANSA) – ROMA, 19 AGO – Momenti di tensione, ieri sera nel quartiere di Leblon, uno dei più chic di Rio de Janeiro, quando i due nuotatori statunitensi Gunnar Bentz e Jack Conger hanno lasciato il commissariato di zona in cui erano stati accompagnati dalle Forze dell’ordine locali. Quando infatti si è sparsa la voce che i due si trovavano nei pressi, un folto gruppo di persone si è radunato e li ha fischiati e insultati mentre uscivano dalla stazione di polizia. Un uomo è anche riuscito ad avvicinarsi ed a tirare un orecchio a uno dei due. La calma è tornata solo dopo che i nuotatori si sono allontanati su un’auto. Il capo della polizia civile di Rio, Fernando Veloso, ha precisato intanto che “non è necessario” che i nuotatori accusati di essersi inventati la rapina (Bentz, Conger e James Feigen, oltre a Ryan Lochte, che è già partito) “rimangano in Brasile dopo aver testimoniato”. L’inchiesta, ha aggiunto, non è terminata e non è ancora stato determinato se e di cosa verranno incriminati i 4: falsa testimonianza o vandalismo.

Condividi: