Burkini, suor Mariangela: “Polemica senza senso”

Pubblicato il 19 agosto 2016 da ansa

Burkini, suor Mariangela: “Polemica senza senso”

Burkini, suor Mariangela: “Polemica senza senso”

ROMA – Le suore vestite al mare? “Roba di cinquanta anni fa”: suor Mariangela non fa giri di parole. Le foto di consacrate al mare tutte vestite, che anche il presidente dell’Unione comunità islamiche e imam di Firenze, Izzedin Elzir, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook, non hanno nessun riscontro con la realtà.

– Mi dica: ma lei l’ha mai vista una suora fare il bagno al mare tutta vestita? Io mai – dice all’Ansa suor Mariangela Marognoli, la superiora dell’istituto romano delle Suore di Carità dell’Assunzione, una congregazione legata a Comunione e Liberazione e in questi giorni al Meeting di Rimini con una mostra sulla loro storia e opera.

In particolare le suore che hanno sede alla periferia di Roma, in zona Primavalle, un quartiere non facile con tanto disagio e povertà, conoscono bene il dialogo, sanno che cosa voglia dire stare con le famiglie musulmane. Al loro doposcuola pomeridiano sono molti infatti i bambini di fede non cristiana.

– E tuttavia vengono da noi contenti, sanno che non devono aver paura – afferma.

La convivenza si fa sul campo, tra compiti e recite, canti e merende.

– Altro che queste polemiche senza senso sugli abiti. Certo – ammette la religiosa – c’è qualche famiglia un po’ più rigida, che si appoggia da noi per un aiuto magari per qualche tempo e poi se ne va. Ma certamente non siamo noi a mandarli via.

Tornando alla polemica sul burkini, il costume da bagno delle musulmane osservanti, e l’accostamento all’abito delle consacrate, la suora sottolinea quanto nel primo caso sia “un obbligo da parte di tanti mariti mentre per noi suore è una scelta”. E lo dice lei che infatti veste abiti sobri, ma comodi e senza velo in testa, perché il carisma e di conseguenza l’attività delle ‘suorine di Cl’, come vengono chiamate nel quartiere romano in cui assistono anziani e bambini di famiglie che altrimenti sarebbero in difficoltà, è molto ‘pratico’.

– E poi diciamolo – prosegue -: non è mica un obbligo andare al mare. E infatti le suore non ci vanno normalmente. A meno che non parliamo delle religiose che si occupano delle vacanze dei bambini. A Torvaianica – dice suor Mariangela citando una località di mare vicino Roma – ci sono ancora le colonie. Ma le suore che entrano in acqua con i bambini hanno tutte il costume. Ma se le immagina tutte vestite in acqua? Siamo suore noi, mica persone senza senso. Le foto che circolano saranno di cinquanta anni fa – taglia corto.

(Manuela Tulli/ANSA)

Ultima ora

07:30India: incendio in fabbrica fuochi d’artificio, otto morti

NEW DELHI - Almeno otto persone sono morte ed altre 25 sono rimaste ferite nel bilancio provvisorio di un incendio scoppiato ieri sera nel deposito di una fabbrica illegale di fuochi d'artificio nello Stato settentrionale indiano di Jarkhand. Lo riferisce oggi l'agenzia di stampa Ani. Un numero imprecisato di persone, hanno reso noto i soccorritori giunti nel villaggio di Kumardubi (distretto di East Singhbhum), sono sotto le macerie di un muro crollato a seguito degli scoppi.

05:56Germania: proiezioni finali, Cdu-Csu a 32,9, Spd 20,8

ROMA, 25 SET - L'autorita' federale per le elezioni ha leggermente modificato i dati delle proiezioni finali per il rinnovo del Parlamento tedesco diffusi dall'Istituto di sondaggi Zdf. L'Unione Cdu-Csu consegue il 33% dei voti, i socialdemocratici della Spd il 20,5% e gli oltranzisti di destra della Afd il 12,6%. Secondo Zdf poi, Fpd e' al 10,4% (+5,6%); i Verdi al 9,0% (+0,6%); Linke al 9,0% (+0,4%). Se queste proiezioni fossero confermate dai risultati finali, questa sarebbe la nuova divisione dei seggi in Parlamento: Cdu-Csu 238, socialdemocratici 148, AfD 95, liberali 78, Linke 66, Verdi 65.

05:43Usa: nuova stretta su ingressi, riguarda 8 Paesi

NEW YORK - L'amministrazione Trump ha annunciato una nuova stretta sugli ingressi negli Stati Uniti. Le nuove misure riguardano otto Paesi: oltre a cinque dei sei a maggioranza musulmana gia' presi di mira nel bando in scadenza alla mezzanotte (Iran, Somalia, Libia, Yemen e Siria) spuntano ora anche Ciad, Corea del Nord e Venezuela. Le restrizioni non riguarderanno chi gia' possiede un visto Usa. Scompare dalla lista il Sudan.

05:28Marocco, la polizia interrompe la festa di una sposa bambina

RABAT - C'erano la torta e i fiori, gli invitati, i regali, i parenti felici. Ma le immagini postate su Facebook hanno indignato la Rete: nell'abito bianco di quella che sembrava una sposa c'era una bambina, accanto a lei un uomo di 27 anni. È accaduto a Tetouan, poco più di 400 mila abitanti, nel nord del Marocco, ai piedi della catena del Rif. L'ondata di sdegno ha costretto la polizia a intervenire. Gli uomini in divisa hanno interrotto la cerimonia e rimandato a casa gli invitati. La madre della bambina assicura che si trattava soltanto di una festa di fidanzamento, una promessa di amore in attesa che la piccola raggiunga l'età giusta per sposarsi, i 18 anni previsti dalla Moudawana, il codice della Famiglia riscritto e aggiornato nel 2004.

05:21Kushner come Hillary, usa account email privato

NEW YORK - Jared Kushner come Hillary Clinton. Il genero di Donald Trump e uno dei piu' stretti consiglieri del presidente americano avrebbe infatti usato un account email privato per comunicare con altri alti responsabili dell'amministrazione Trump, contravvenendo all'obbligo di ricorrere solo alla email governativa ufficiale. Lo svela Politico.

04:20Trump, mie critiche ad atleti non c’entrano con razza

NEW YORK - "Questa vicenda non ha niente a che vedere con la razza. Riguarda solo il rispetto per la nostra bandiera e per il nostro Paese": cosi' parlando con i giornalisti Donald Trump e' tornato sulla protesta dei giocatori di football, inginocchiatisi su tutti i campi durante l'esecuzione dell'inno nazionale. Alcuni sono anche rimasti negli spogliatoi.

23:28Calcio: decide Zaza, il Valencia piega la Real Sociedad

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Il Valencia è la quarta forza della Liga, dopo Barcellona, Atletico Madrid e Siviglia. La squadra allenata da Marcelino Garcìa Toral è andata a vincere 3-2 sul difficilissimo terreno dell'Anoeta, a San Sebastian, contro la Real Sociedad. A decidere il posticipo della 6/a giornata ci ha pensato ancora una volta Simone Zaza, che ha battuto Rulli al 40' st. Moreno per i 'pipistrelli' aveva aperto le danze, dopo 26', il pari dei padroni di casa è arrivato al 33' grazie a Elustondo; Vidal ha riportato avanti il Valencia al 10' st, 4' più tardi Oyarzabal aveva firmato il momentaneo 2-2. A rompere l'equilibrio nei Paesi Baschi ci ha pensato l'attaccante italiano, al quarto gol in due partite (dei cinque in totale in questa Liga). Adesso in classifica Valencia 12 punti, Siviglia a 13, Atletico Madrid 14 e Barcellona in vetta con 18. Il Real Madrid è a -7 dai catalani. (ANSA).

Archivio Ultima ora