Juve e Roma già in fuga, Napoli frena e l’Inter stecca

Pubblicato il 22 agosto 2016 da ansa

Pescara's Ahmad Benali (C) scores the goal during the Italian Serie A soccer match Pescara Calcio vs SSC Napoli at Adriatico-Giovanni Cornacchia stadium in Pescara, Italy, 21 August 2016.  ANSA/MASSIMILIANO SCHIAZZA

Pescara’s Ahmad Benali (C) scores the goal during the Italian Serie A soccer match Pescara Calcio vs SSC Napoli at Adriatico-Giovanni Cornacchia stadium in Pescara, Italy, 21 August 2016.
ANSA/MASSIMILIANO SCHIAZZA

ROMA. – Juve e Roma sono già in fuga al termine di una prima giornata ricca di gol, prodezze e fasi difensive ancora da registrare. Le due avversarie più accreditate per il titolo infatti segnano il passo: il Napoli rimonta due gol ad uno scoppiettante Pescara grazie all’ingresso di Mertens ma non riesce a chiudere il conto, anche se lamenta un rigore prima dato a poi negato dall’arbitro. L’Inter invece va incontro ad un amaro e meritato ko in casa di un Chievo in salute che si giova di due prodezze di Birsa ma per De Boer è un inizio ad handicap.

Sorridono felici Milan e Lazio che regolano Torino in casa e Atalanta in trasferta con punteggi roboanti e recuperi sfiorati. I rossoneri festeggiano la tripletta di Bacca, che voleva andare via, ma Belotti si mangia il rigore del 3-3.

In trasferta vincono anche Sassuolo e Sampdoria con un rigore di Berardi e una prodezza di Muriel. Il Bologna fa fuori meritamente il Crotone con un gol alla fine di Mattia Destro mentre il Genoa prima va sotto col Cagliari poi rimonta chiudendo sul 3-1.

All’inferno e ritorno per il Napoli di Sarri che ha forse ancora negli occhi il gol di Higuain nell’esordio con la Juve. Il Pescara domina il primo tempo con azioni ficcanti, fluidità di manovra che annichilisce i partenopei. Passano gli abruzzesi con Benali e raddoppiano con Caprari e gli ospiti sembrano ancora in vacanza. Gabbiadini non prende palla e sembra l’inizio dell’anno scorso.

Nella ripresa entrano Milik e soprattutto Mertens che con una doppietta rimette in carreggiata il Napoli che poi reclama un rigore per fallo su Zielinski ma il risultato rimane sul 2-2.

Va molto peggio all’Inter di De Boer che va incontro a un ko netto contro il solito Chievo di Maran, tosto e intraprendente. I nerazzurri non trovano sbocchi, Banega sembra un fantasma, Perisic entra solo nella ripresa. I veneti alla distanza dominano il campo e passano con una doppietta d’autore di Birsa. Ma la squadra nerazzurra appare frastornata e poco logica.

Fuochi pirotecnici a San Siro per l’esordio di Montella e il ritorno di Mihajlovic: rossoneri sulla spalle di Bacca che spacca la partita con una tripletta, ma il vecchio cuore del Toro non demorde. Belotti va a segno, poi nel recupero si fa parare il rigore del pari da Donnarumma.

Troppa Lazio all’inizio per un’Atalanta da lavori in corso per Gasperini. Cominciano bene i bergamaschi con traversa di Paloschi poi sale in cattedra Immobile che porta in vantaggio Inzaghi, raddoppio di testa di Hoedt e in contropiede sembra chiudere i conti il baby Lombardi, sostituto del discusso Keita. Nella ripresa l’ivoriano Kessie approfitta di due errori di Marchetti per riportarsi sotto. Cataldi riporta in alto la Lazio ma Petagna sigla il 3-4 e fino alla fine la Lazio teme la beffa.

L’Euro-Sassuolo gioca a memoria e ha una preparazione già rodata, il Palermo si è salvato a stento e non si è rinforzata. La Di Francesco-band domina il campo e passa su rigore del suo uomo-simbolo. In Empoli-Sampdoria Il maestro supera l’allievo. Giampaolo dà una lezione di gioco a Martuscello e i doriani vincono con Muriel che segna con una bomba che non dà scampo a Pelagotti.

Comincia male la gara del Genoa di Juric. In contropiede il Cagliari fa male: Sau arpiona bene un pallone difficile e crossa per Borriello che fa secco Lamanna. Poi Giannelli colpisce un palo e in 3′ il Genoa ribalta la gara con due azioni pregevoli di Ntcham e Laxalt, poi Rigoni chiude i conti. La cura Juric cominci a dare i suoi frutti.

Emozioni tra Bologna e Crotone: gli emiliani colpiscono un palo con Mesina, poi si vedono annullare due gol. Sul primo Destro e’ da sanzionare, sul secondo Krejci sembra in posizione regolare ma il Crotone non porta a casa il primo punto in serie A perché alla fine Destro, in campo dopo cinque mesi per infortunio, confeziona il meritato gol della vittoria.

Ultima ora

00:35Basket: l’ex Melli condanna l’EA7, Bamberg passa a Milano

(ANSA) - MILANO, 23 MAR - Nicolò Melli applaudito e poi giustiziere dell'EA7 Milano in Eurolega (76-84). L'ala italiana del Brose Bamberg, protagonista con l'Olimpia dello scudetto 2014, prima viene omaggiato con un video emozionale proiettato sul cubo del Forum che si chiude con la scritta "Nick uno di noi" e accolto con un standing ovation da parte di tutto il pubblico, poi sale in cattedra e abbatte come una furia la sua ex squadra che ancora lo rimpiange. I numeri non dicono tutto (9 punti e 8 rimbalzi), ma è enciclopedica, seppur viziata da un'infrazione di passi, la gestione del possesso che porta alla decisiva tripla di Causeur (72-80 al 39'), migliore in campo con 17 punti e 8 rimbalzi. Per Milano si tratta della settima sconfitta consecutiva in Eurolega, la ventunesima complessiva: a due turni dal termine lo spettro dell'ultimo posto aleggia sinistro al Forum.

00:34Argentina: ex presidente Kirchner a processo

(ANSA) - BUENOS AIRES, 23 MAR - Un magistrato argentino ha deciso che l'ex presidente Cristina Fernandez de Kirchen sarà processata per amministrazione fraudolenta, dopo essere stata accusata di aver ordinato vendite di futures sul dollaro a prezzi più bassi di quelli del mercato negli ultimi mesi del suo mandato, causando così perdite per poco meno di 10 milioni di dollari allo Stato. Il giudice Claudio Bonadio ha emesso un'ordinanza in base alla quale Kirchner dovrà essere processata insieme al suo ex ministro dell'Economia, Axel Kicillof, l'ex presidente della Banca Centrale, Alejandro Vanoli e altri dirigenti della sua ultima amministrazione. E' la prima volta che l'ex presidente deve affrontare un processo giudiziario, ma Kirchner è anche sotto indagine in altre inchieste, riguardanti tra l'altro l'aumento del suo patrimonio famigliare durante i suoi anni al governo e le presunte tangenti pagate da imprenditori vicini alla sua famiglia per aggiudicarsi contratti ed appalti di opere pubbliche.

00:32Colloqui esplorativi a quattro per nuovo governo in Olanda

(ANSA) - BRUXELLES, 23 MAR - Il partito conservatore Vvd del premier olandese Mark Rutte e altre tre formazioni politiche (cristiani democratici, i socialdemocratici D66 e i verdi dei GroenLinks) hanno raggiunto un'intesa per avviare dei colloqui per la formazione del nuovo governo. Colloqui solo esplorativi, per ora, con il premier Rutte che sottolinea: "Le differenze politiche tra questi partiti sono significative". "Terremo dei colloqui per vedere se queste divergenze possono essere superate", spiega il leader di GroenLinks, Jesse Klaver, ribattezzato il 'Trudeau olandese' dalla stampa.

00:31Calcio: 2-1 alla Polonia, buon test europei per Italia U21

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Buon test in vista degli europei per l'Italia Under 21. Gli azzurrini di Gigi Di Biagio hanno battuto a Cracovia la Polonia 2-1 (1-1), nella penultima amichevole prima del torneo continentale in programma a giugno. Italia in vantaggio al 30' con Pellegrini, i polacchi pareggiano al 43' con Kownacki. In avvio di ripresa, al 5', è Benassi a riportare in vantaggio gli azzurrini. Per l'Italia anche un calcio di rigore (Di Francesco atterrato da Kedziora), ma Cerri dal dischetto prende il palo. A Cracovia ha esordito da titolare Federico Chiesa, che ha giocato un tempo. "Abbiamo fatto risultato e prestazione - dice soddisfatto Gigi Di Biagio - in tanti si sono messi in mostra e molti li ho trovati in ottime condizioni. Sono molto contento di questi ragazzi. Chiesa era programmato che giocasse un tempo, ho preferito preservarlo e sostituirlo, nonostante avesse fatto molto bene". L'Under 21 torna in campo lunedì a Roma nell'amichevole con la Spagna.

00:02Attacco al Shabaab, ’17 soldati somali uccisi’

(ANSA) - MOGADISCIO, 23 MAR - E' di almeno 17 soldati somali uccisi e 22 feriti il bilancio di un attacco organizzato dai fondamentalisti islamici al Shabaab nel sudovest del Paese. Lo ha reso noto il Site, il sito di monitoraggio dell'estremismo islamico sul web, precisando che il gruppo terrorista, legato ad al Qaida, ha rivendicato l'attacco su Facebook. Gli estremisti hanno anche aggiunto di avere bombardato una base dell'Unione africana (Ua) nella notte di ieri nella città di Barawe. Il governo di Mogadiscio ha confermato l'assalto precisando che è stato respinto con un bilancio di due persone.

23:59Attacco Londra: morto uno dei feriti gravi

(ANSA) - LONDRA, 23 MAR - E' morto uno dei feriti dell'attacco a Londra. Lo ha riferito la polizia. Si tratta di un uomo di 75 anni che era rimasto ferito sul ponte di Westminster. Salgono così a cinque, compreso l'attentatore, le vittime.

23:31Francia: Fillon accusa Hollande, ‘voglio inchiesta’

(ANSA) - PARIGI, 23 MAR - "Accuso il presidente della Repubblica": Francois Fillon, candidato della destra alle presidenziali, non usa più mezzi termini e, in diretta al talk show "L'Emission politique" di France 2, ha puntato il dito contro il presidente Francois Hollande, secondo lui all'origine dei suoi guai giudiziari. "C'è un libro di cui ho letto le bozze - ha detto - che spiega come Hollande fa arrivare le intercettazioni nel suo ufficio, come riesca ad essere al corrente di tutto, pedinamenti compresi". Fillon, denunciando "uno scandalo di stato", ha detto di volere "l'apertura di un'inchiesta". Poi ha affermato di aver "sbagliato" ad accettare gli abiti regalati dal suo "amico" Robert Bourgi, ed ha aggiunto di averli "restituiti". Ho "fatto un errore" su quei tre abiti di lusso di un valore di 13.000 euro, che gli furono regalati da "un vecchissimo amico, di oltre 20 anni", il noto avvocato Robert Bourgi.

Archivio Ultima ora