Renzi, si vota nel 2018 comunque vada il referendum

Pubblicato il 22 agosto 2016 da ansa

Renzi, si vota nel 2018 comunque vada il referendum

Renzi, si vota nel 2018 comunque vada il referendum

MARINA DI PIETRASANTA (LUCCA). – “Si vota nel 2018″. Comunque vada il referendum?” “Sì, si vota nel 2018”. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, al Café della Versiliana incalzato dalle domande di Paolo Del Debbio, lo ha detto con chiarezza. Anche se fonti della maggioranza danno una lettura meno immediata delle sue parole spiegando che il premier intendeva dire che si voterà nel 2018 perchè assolutamente convinto che il sì passerà. In caso di vittoria la linea non cambierebbe.

In Versilia Renzi ha incontrato una delegazione del comitato che si oppone alla direttiva Bolkenstein sulle aste delle concessioni balneari e, dopo aver visto alla tv parte della finale della pallavolo maschile alle Olimpiadi, è arrivato alla Versiliana dove, visto lo slittamento dell’intervista, si stava discutendo di burkini.

Dopo un lungo prologo sulla Ue e sul ruolo dell’Italia nell’Unione Europea, Renzi è tornato sul tema del referendum costituzionale e ha infatti confermato la linea: “Tutti mi chiedono cosa faccio se vince il no. Ma bisogna uscire da questa cultura….Se vince il No – ha detto – quello che faccio l’ho già detto”.

“Questo referendum – ha proseguito – è molto semplice ma per colpa anche mia è diventato un dibattito su tutto. In realtà, la domanda sulla scheda è: volete approvare la riforma costituzionale che prevede una riduzione dei costi della politica, che supera il meccanismo del ping-pong tra Camera e Senato? Chi vota No si tiene il Paese così com’è. Lo voglio dire chiaro, la democrazia non è sotto assedio”.

Renzi ha poi osservato che, a proposito delle polemiche sulla riforma costituzionale, “ci sono senatori che stanno difendendo le loro poltrone”. Ed è tornato a distribuire fendenti nei confronti della minoranza Pd. “Se D’Alema avesse messo un decimo del tempo che ha messo per attaccare me per attaccare Berlusconi… Lui pesca sempre la carta di attaccare quello più vicino, prima è toccato a Prodi. E la riforma di D’Alema era molto più dura, il governo aveva molti più poteri. Se D’Alema vuole fare la battaglia per difendere le poltrone e magari tornare in Parlamento, auguri. A D’Alema e agli altri della minoranza Pd dico non si utilizzi il referendum per avere la rivincita al congresso perché sarebbe poco serio, il congresso lo faremo quando previsto”.

In tema di economia, Renzi ha ammesso che “non va benissimo. E’ ripartito il mercato del lavoro. Ma l’economia non è ripartita come vorremmo”. Ha però aggiunto che ci vuole un po’ di tempo. “Spero di arrivare a fine anno a uno, uno e due di Pil. Ma bisogna far ripartire gli investimenti: è questione di fiducia”. Aggiungendo per¢ che “si è partiti dal segno meno e si sta migliorando”.

Infine, in chiusura, un gesto di apertura nei confronti dell’Anpi a concludere le polemiche sul mancato dibattito alle Feste dell’Unità sul refendum costituzionale. “Invito il presidente dell’Anpi Carlo Smuraglia ad una delle Festa dell’Unità in Emilia-Romagna la prossima settimana per discutere con me di referendum. Io dirò come la penso e lui dirà come la pensa, e poi ci daremo un abbraccio”.

(Dell’inviata Daniela Grondona/ANSA)

Ultima ora

19:11Calcio: Consiglio Figc accoglie ricorsi, ok 5 club Lega Pro

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - Dopo aver esaminato i pareri della Covisoc, il Consiglio federale riunito oggi a Roma ha accolto all'unanimità i ricorsi presentati da Akragas, Arezzo, Fidelis Andria, Juve Stabia e Modena, ammettendo i cinque club al campionato di Lega Pro 2017/2018. Il Consiglio ha inoltre preso atto della mancata iscrizione di Como, Maceratese, Mantova e Messina. C'è tempo fino al 28 luglio per presentare domanda per i cinque posti ancora vacanti nella Lega Pro 2017/2018: la decisione finale sarà presa dal Consiglio federale del 4 agosto, esaminato il parere della Covisoc.

19:09Calcio: Defrel e Under raggiungono la Roma negli Usa

(ANSA) - FIUMICINO, 20 LUG - I neo acquisti della Roma, Gregoire Defrel e Cengiz Under, più il giovane senegalese Sidy Coly Keba, sono partiti oggi dall’aeroporto di Fiumicino per raggiungere la squadra impegnata nella tournee estiva negli Stati Uniti d’America. Ad accompagnarli, il dg Mauro Baldissoni. Tante le foto e le richieste di autografi e selfie da parte dei passeggeri in transito, di chiara fede giallorossa, per i tre giocatori. Tra i più gettonati, l’attaccante Defrel che proprio questa mattina si è sottoposto alle consuete visite mediche prima di partire quindi nel pomeriggio per gli Usa.

19:08Calcio: finale Europeo U21 del 2019 sarà giocata a Udine

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - Sarà Udine la sede della finale del Campionato Europeo Under 21 del 2019 che verrà organizzato in Italia. La scelta è stata annunciata nel corso del Consiglio federale della Figc svoltosi oggi a Roma. A Bologna, che insieme a Reggio Emilia ospiterà le parte della Nazionale Italiana, si svolgerà invece la gara inaugurale della manifestazione Uefa. Nel corso del Consiglio, poi, il direttore generale Michele Uva ha presentato il report realizzato dal Centro Studi e Formazione in merito ai casi di discriminazione razziale e territoriale nel calcio professionistico italiano. Dall'analisi si evince che durante il periodo di riferimento esaminato (compreso tra il 2010-11 e il 2016-17) i giudici sportivi di primo grado di Lega Serie A, Lega Serie B e Lega Pro hanno registrato complessivamente 264 episodi di discriminazione, di cui 130 avvenuti nei campi della Serie A, 34 in quelli appartenenti alla serie cadetta ed i restanti 100 negli stadi di Lega Pro. Il fenomeno discriminatorio è in diminuzione

19:04Scherma: Mondiali, azzurri tutti avanti nelle qualificazioni

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - En plein azzurro dopo le prime due giornate di qualificazione ai Campionati del Mondo a Lipsia. Tutti e ventiquattro gli atleti italiani sono entrati nei tabelloni principali delle rispettive competizioni. Dopo che nella prima giornata Andrea Santarelli e Camilla Mancini avevano ottenuto il pass rispettivamente nella spada maschile e nel fioretto femminile, anche nella seconda giornata l'Italia festeggia il raggiungimento dell'obiettivo minimo. Alberta Santuccio, Mara Navarria e Giulia Rizzi hanno infatti superato la fase di qualificazione, approdando al main draw dove era già ammessa, come testa di serie Rossella Fiamingo. Da domani si assegnano titoli e medaglie. Si inizia con la sciavole maschile, e subito dopo il fioretto femminile. L'Italia sarà in pedana con gli sciabolatori Luigi Samele, Luca Curatoli, Enrico Berrè ed Aldo Montano, mentre nel fioretto femminile occhi puntati su Arianna Errigo, Martina Batini, Alice Volpi e Camilla Mancini.

18:56Calcio: Fiorentina, Bernardeschi non va in ritiro

(ANSA) - MOENA (TRENTO), 20 LUG - Federico Bernardeschi non raggiungerà il ritiro di Moena. L'attaccante della Fiorentina, che avrebbe dovuto riprendere tra oggi e domani dopo il periodo di vacanze, ha inviato un certificato medico confermato dalla stessa società viola: il giocatore, spiega la nota ufficiale del club, è affetto da gastroenterite acuta che lo costringe ad osservare quattro giorni di riposo. Bernardeschi è da tempo al centro di una trattativa per il suo trasferimento alla Juventus, per questo negli ultimi giorni è stato bersaglio di striscioni di protesta.

15:18Legali Carminati, certificato mafia capitale non c’è

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - "E' stato certificato che mafia capitale non esiste, sono riconosciute due associazioni una del 'benzinaro' (ovvero la stazione la stazione di servizio a Corso Francia dove gravitavano i personaggi della malavita legati all'associazione, ndr) e un'altra legata al mondo delle cooperative". Così gli avvocati di Massimo Carminati, Ippolita e Giosuè Naso. "Oltre all'associazione è caduto anche il metodo mafioso", hanno aggiunto. I giudici hanno detto che "la mafia a Roma non esiste, come andiamo dicendo da 30 mesi" ha aggiunto Naso. "La presa d'atto della inesistenza dell'associazione mafiosa - ha aggiunto - ha provocato una severità assurda e insolita. Mai visto che a nessuno di 46 imputati non venissero date attenuanti. Sono pene date per compensare lo schiaffo morale dato alla procura". Per Naso "certamente lo sconfitto è Pignatone", il procuratore capo di Roma, "non so se ci sono dei vincitori".

15:08L.elettorale: Grasso, a settembre riprenda dialogo

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - "Auspico che da settembre riprenda, alla Camera o in Senato, il dialogo tra i Gruppi per dare al Paese una legge chiara e funzionale, che tenga nel giusto equilibrio il principio costituzionale della rappresentanza e l'esigenza politica della governabilità". Così il presidente del Senato Pietro Grasso nel corso della cerimonia del Ventaglio.

Archivio Ultima ora