Lettera al Direttore: Ancora sulle pensioni da fame

Pubblicato il 22 agosto 2016 da redazione

Pensionati durante una conferenza per trattare il problema delle pensioni Inps in Venezuela

Pensionati durante una conferenza per trattare il problema delle pensioni Inps in Venezuela

Sig Mauro,
scusi, le invio questa lettera dopo averla inviata a quasi tutti i quotidiani italiani con la speranza che qualcheduno tratti di aiutarci.

Io sono portavoce di un centinaio di pensionati e per favore tutti stanno aspettando una risposta perché oramai non ce la facciamo più. Grazie.

Saluti dal Venezuela, Italiani tutti, chi vi scrive é un italiano che da 46 anni vive in Venezuela, un Paese che grazie a Dio ci accolse molto bene.

Per 38 anni ho gestito la mia barberia, una delle più prestigiose della città. Con il mio lavoro mai ho fatto mancare niente alla mia famiglia. Ho 73 anni e sono diabetico e iperteso quindi da qualche anno non lavoro quasi giacché, essendo diabetico, ho la pianta dei piedi addormentata e quindi non posso stare molto tempo in piedi.

Da qualche anno ho vissuto della piccola pensione che mi arrivava dall’Italia, erano 134 Euro e con il cambio mi bastavano per vivere bene e pagare tutte le spese, incluso il condominio che é di 10.000 Bs al mese, e per il mangiare e le medicine, ma dal mese di Gennaio a quasi 3.000 pensionati Italiani ci ridussero la pensione quasi a 0. La mia per esempio é rimasta quasi a zero, invece di 134Euro ora ricevo solo 15 Euro al mese e, giacché é inferiore ai 100Euro, la pagano ogni 6 mesi. Riceviamo cioé 90 Euro ogni sei mesi (una ridicolaggine). Per cambiare i 90 Euro la banca ti trattiene 60 Euro e quindi restano 30 Euro e con 30 Euro dovremmo vivere 6 mesi.

Assieme alla pensione che percepisco in Venezuela non arrivo neanche a 30.000 Bs. Solo perché vi rendiate conto, qui il Consolato per introdurre i documenti per fare un passaporto vuole una collaborazione di piú di 200.000Bs e per il passaporto sarebbero 350.000.

Come si può vivere con 30.000 Bs che solo bastano per un paio di giorni di mangiare senza includere le medicine (solo quando si trova qualche medicina e con dei prezzi esorbitanti)?

Per circostanze della vita vivo solo con un figlio di 21 anni ammalato che date le sue condizioni ancora non ha capito che la nostra situazione è cambiata e sempre cerca qualcosa da mangiare che io non posso comprare, specialmente la carne che un solo KG costa 5800 Bs. Ci sono giorni che quasi non si mangia niente o si mangia una sola volta alle sei o sette della sera,certe volte si mangia pure due volte e per le condizioni mie di diabetico quasi non posso dormire per il dolore di pancia.

Voi vi immaginate, per una persona che tutta la vita ha vissuto decorosamente del suo lavoro, finire la vecchiaia in condizioni di miseria?

Una cosa che mai mi sarei immaginato, quindi ora tutto sta nelle mani dei deputati che il 27 di luglio nella Camera hanno approvato la risoluzione e io pensavo che giá era tutto risolto, purtroppo la risoluzione è stata quella di continuare la discussione e noi qui morendoci di fame.

Qui c’è gente, come una signora che io conosco di più di ottanta anni, che tutte lei mattine esce di casa per cercare qualche cosa da mangiare e come lei ci sono tanti altri casi.

Tutta questa gente sono dei nuovi mendicanti che fino a gennaio avevano vissuto decorosamente quindi ridateci il nostro stile di vita a cui siamo stati abituati! Grazie. Credetemi é molto peggio di questo.
Aiutateci, aiutateci, molta gente sta aspettando la risposta che voi mi darete.
Grazie e scusatemi per i molti errori che ci saranno nella lettera.

BrunoAccurso@Gmail.com

Natale Bruno

Ultima ora

17:02Migranti: Ungheria, l’Italia continua a ricattarci

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - ''L'Italia ci ha ricattati e continua a farlo facendo pressione politica su di noi e sul resto dei Paesi dell'Europa centro-orientale''. Lo ha detto il portavoce del governo ungherese, Zoltan Kovacs, a Roma durante un incontro informale con alcuni media italiani, facendo riferimento alla ricollocazione dei migranti legata all'approvazione del bilancio Ue.

16:54Calcio: Juventus, rientrano primi sei nazionali

(ANSA) - TORINO, 27 MAR - Parte domani a Vinovo l''operazione Napoli' della Juventus che andrà al San Paolo per due sfide infuocate in campionato e Coppa Italia. Domani Massimiliano Allegri riavrà i primi sei dei 16 giocatori convocati nelle varie nazionali: Barzagli, che aveva lasciato il raduno azzurro sabato "per motivi personali", Pjanic, non chiamato per l'amichevole della Bosnia in Albania, Higuain, squalificato con l'Argentina, oltre a Dani Alves, Lichtsteiner e Mandzukic.

16:41Attacco Londra: il suv lanciato a 120 km all’ora sui pedoni

(ANSA) - LONDRA, 27 MAR - Lanciato a 76 miglia, circa 122 km all'ora, sui passanti: è la velocità raggiunta dal suv guidato mercoledì scorso da Khalid Masood nel suo attacco terroristico sul Westminster Bridge di Londra. Lo riporta la Bbc, sulla base dei rilevamenti della polizia britannica.

16:41Spari P.Chigi: Giangrande e Fedeli incontrano studenti

(ANSA) - PRATO, 27 MAR - Un incontro sul tema della legalità nella scuola, sull'amore e sui valori che spingono le persone a compiere gesti eroici. Come quello del maresciallo dei carabinieri Giuseppe Giangrande, che ha raccontato la sua storia a circa 140 studenti del liceo pratese "Cicognini-Rodari". Accanto a lui il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli. Il militare circa 4 anni fa rimase vittima di un attentato di uno squilibrato nel giorno dell'insediamento del governo guidato da Enrico Letta. Nel suo discorso il maresciallo ha ripercorso le tappe fondamentali della sua carriera, che sono raccolte nel libro di Roberto Riccardi "Il prezzo della fedeltà" (Mondadori), il cui ricavato delle vendite andrà in beneficenza. All'appuntamento hanno partecipato anche il comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette e la figlia di Giangrande, Martina, a cui il padre ha tributato una lunga e struggente lettera di ringraziamento nel suo libro.

16:38Russia: Navalni, nella sentenza nulla di vero

(ANSA) - MOSCA, 27 MAR - Alexey Navalni si è detto innocente: "Tutto ciò che è scritto" sul dispositivo della sentenza "non è vero", ha affermato, sottolineando che "l'errore principale è che sulla via Tverskaya c'erano solo 4.000 persone" e ribadendo di non aver opposto resistenza alla polizia. Il suo avvocato, Olga Mikhailova, ha dichiarato che la versione dei fatti fornita dalla polizia è completamente inventata. Secondo il giudice che ha letto la sentenza, Navalni viene condannato per aver partecipato a una manifestazione non autorizzata con 4.000 persone, per aver spronato i dimostranti a violare l'ordine pubblico e per essersi rifiutato di andare in un ufficio di polizia spintonando gli agenti.

16:30Berlusconi, prestito a Lele Mora un atto di generosità

(ANSA) - MILANO, 27 MAR - Silvio Berlusconi si è presentato in aula a Palazzo di Giustizia a Milano per il processo per bancarotta a carico dell'ex direttore del Tg4 Emilio Fede. Berlusconi, accompagnato dai suoi legali Nicolò Ghedini e Federico Cecconi e dal suo medico personale, Alberto Zangrillo, è stato ascoltato come teste circa un prestito da circa 2,8 milioni di euro a Lele Mora nel 2010. "E' stato un mio atto di generosità" ha detto il Cavaliere. Secondo l'accusa, Emilio Fede avrebbe trattenuto oltre un milione di euro dei soldi che dovevano servire a salvare la società di Mora. Berlusconi ha risposto a tutte le domande del pm. Ha chiesto di non essere nè ripreso né fotografato durante la sua breve deposizione. Inoltre prima e dopo l'esame non ha rilasciato dichiarazioni ai cronisti. (ANSA).

16:25Sessione Cio 2019, Milano candidata unica

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Milano sarà candidata unica ad ospitare la 132ma Sessione del Cio nel settembre 2019. Lo rende noto il Cio. L'assegnazione ufficiale dell'evento è in programma a Lima il 17 settembre di quest'anno. Il Comitato olimpico internazionale ora nominerà una commissione di valutazione che sarà nel capoluogo lombardo il 23 e 24 maggio prossimi.

Archivio Ultima ora