Rapporti congelati tra il Paraguay e il Venezuela

Paraguay-Venezuela, rapporti congelati
Paraguay-Venezuela, rapporti congelati
Paraguay-Venezuela, rapporti congelati

ASUNCION – “Inaccetabili e offensive”. Così sono state considerate le dichiarazioni del presidente Maduro contro i governi di Argentina, Brasile e Paraguay. Eladio Loizaga, ministro degli Esteri del Paraguay, ha annunciato definitivamente che l’ambasciatore a Caracas, richiamato per consultazioni la settimana scorsa, non tornerà nella capitale venezuelana.

Ha inoltre sottolineato che ogni rapporto diplomatico con il governo del presidente Maduro resta per il momento “congelato”, a causa della crisi diplomatica alle cui origini vi è il semestre di presidenza del Venezuela nel Mercosur.

– Il nostro ambasciatore – ha detto il ministro Loizaga – non tornerà a Caracas e la nostra posizione in campo multilaterale resta la stessa, casomai diventerà ancora più radicale.

Il Paraguay non vuole che il Venezuela assuma la presidenza semestrale del Mercosur, come gli spetterebbe secondo l’ordine alfabetico. Argentina e Brasile, mantengono la stessa posizione riguardo alla presidenza venezuelana del Mercosur.

Appena iniziata la crisi diplomatica sul semestre di presidenza venezuelano nel Mercosur, il capo dello Stato definì i tre paesi (Argentina, Brasile e Paraguay) “la triplice alleanza dei torturatori”, e accusò il governo paraguaiano di essere “un’oligarchia corrotta e narcotrafficante”, il presidente argentino Mauricio Macri di essere “un perdente storico” e quello brasiliano, Michel Temer, di essere “un dittatore imposto da un golpe”.