Brexit: qualche profezia negativa non si avvera. Ma i pericoli restano

Pubblicato il 23 agosto 2016 da ansa

(ODD ANDERSEN/AFP/Getty Images)

(ODD ANDERSEN/AFP/Getty Images)

LONDRA. – La Brexit ancora non c’è, ma alcuni effetti già si vedono: talora allarmanti, in altri casi meno di quanto i sostenitori di Remain avessero pronosticato in campagna referendaria. E anzi, almeno per qualcuno, s’intravedono persino conseguenze positive: è il caso di chi esporta, ad esempio, come testimoniano i dati diffusi, a due mesi esatti dal referendum del 23 giugno favorevole al divorzio da Bruxelles, dalla Cbi (la Confindustria britannica) nel suo Industrial Trends Survey, rapporto periodico sull’economia del Regno Unito.

Emerge che gli ordini dall’estero hanno raggiunto il massimo degli ultimi due anni, dopo la flessione della sterlina seguita al voto sull’Ue. E a guadagnare pare soprattutto il settore chimico, che vede un forte aumento della domanda da altri Paesi.

Per Anna Leach, capo economista di Cbi, è un segnale confortante sebbene vada ricordata l’altra faccia della medaglia: il fatto che i produttori pagano di più le materie prime. Ulteriori dati incoraggianti, a dispetto di qualche ‘profezia’ nera, vengono dalle vendite al dettaglio in Gran Bretagna, cresciute a luglio dell’1,4% (ben oltre le attese) anche sulla spinta dei turisti invogliati a spendere dal cambio meno sfavorevole.

Allo stesso tempo sembrano non avverarsi talune delle previsioni più fosche fatte in campagna elettorale dal fronte pro Ue, quanto meno fra quelle che evocavano scossoni immediati. In particolare non trova conferma la ‘minaccia’ dell’ex cancelliere dello Scacchiere, George Osborne, d’una situazione tale da imporre una manovra correttiva d’emergenza lacrime e sangue già in autunno, a colpi di tagli e tasse.

Non che le incertezze si siano dissolte. Ma al momento il nuovo governo di Theresa May esclude di dover ricorrere a misure estreme e si limita ad affidarsi all’intervento tempestivo e consistente (ma limitato) della Bank of England (BoE), che ha ridotto i tassi d’interesse al nuovo record dello 0,25% e rimpinguato il ‘quantitative easing’ con titoli di Stato per 60 miliardi da riacquistare nei prossimi sei mesi.

Il governatore Mark Carney spera di scongiurare così le ombre d’una recessione. Ha tuttavia ammesso che “un rallentamento” dell’economia resta all’orizzonte, con disoccupazione più alta e calo del valore degli immobili fino a tutto il 2017, e che ci vorrà “tempo” per venire a capo dei contraccolpi in atto e di quelli prevedibili per il futuro: tanto più che l’impatto ad oggi è stato quasi solo psicologico e che i negoziati per l’uscita vera a propria dall’Ue (attesa forse per fine 2018, ma più probabilmente rinviata almeno al 2019 stando all’ultimo ‘rumor’) non sono neppure al via, in mancanza dell’attivazione dell’articolo 50 del Trattato di Lisbona.

Intanto c’è chi non si fida della relativa bonaccia di queste settimane estive, immaginando che le mosse della BoE possano rivelarsi presto insufficienti. Secondo Countrywide, è il settore immobiliare, vitale per l’economia del Paese, a preoccupare: un calo medio dei prezzi dell’1% è già dato per scontato per l’anno prossimo ovunque salvo che in Scozia. E solo se tutto andrà bene si stima che alla fine del 2017 e nel 2018 i proprietari possano tornare a vedere il sole. In un panorama più generale rimangono poi aperte incognite di lungo periodo su terreni come quello della disoccupazione.

Gli ultimi dati sono buoni: fra aprile e giugno il tasso è sceso ancora, al 4,9%, mentre a luglio sono calate le richieste di sussidi pubblici. Ma il vero effetto strutturale della Brexit su lavoro, produzione e commercio andrà proiettato nei mesi. Meglio, negli anni.

Ultima ora

18:34Tangenti Petruzzelli: ex direttore Longo pronto a risarcire

(ANSA) - BARI, 20 OTT - L'ex direttore amministrativo del teatro Petruzzelli di Bari, Vito Longo, coinvolto in un'inchiesta con l'accusa di aver intascato tangenti in cambio di appalti, ha manifestato alla Fondazione Petruzzelli la disponibilità a risarcire il danno arrecato all'ente. Il contenuto della lettera inviata da Longo al presidente della Fondazione, il sindaco di Bari Antonio Decaro, datata 14 ottobre, è stato reso noto oggi nell'udienza preliminare per il rinvio a giudizio chiesto dalla Procura per Longo e altre sette persone, vale a dire la moglie Antonella Rinella, ex capo di gabinetto del Comune di Bari, e sei imprenditori baresi. Alcuni imprenditori imputati, che nei mesi scorsi hanno collaborato con gli investigatori, sono in trattative con la Fondazione per risarcire. In attesa di formalizzare le transazioni, l'udienza è stata rinviata su richiesta di tutte le parti al 28 febbraio 2018. Le transazioni potrebbero consentire agli imputati di accedere a riti alternativi, abbreviato o patteggiamento.

18:30F1: Red Bull, Verstappen prolunga fino al 2020

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Il pilota olandese Max Verstappen ha firmato un prolungamento triennale del suo contratto con la Red Bull, dove resterà fino al 2020. Lo ha annunciato sul proprio sito ufficiale il team angloaustriaco, che anche nella prossima stagione lo affiancherà all'australiano Daniel Ricciardo. "La Red Bull ha sempre creduto in me e mi ha dato fiducia quando ancora ero giovanissimo - le parole del pilota diffuse dal team -, dandomi la chance di debuttare in Formula 1 a soli 17 anni (nel 2015 con la Toro Rosso, ndr) e di seguito l'opportunità di gareggiare con la Red Bull Racing dove ho avuto un avvio da sogno". Verstappen è il più giovane vincitore di una gara in Formula 1, col successo nel Gp di Spagna 2016 ottenuto a a 18 anni, 7 mesi e 15 giorni. All'inizio di questo mese, in Malesia, l'olandese ha conquistato la sua seconda vittoria in carriera. "E' un vero pilota, un innegabile talento del volante che ha un raro istinto per quel che serve a competere a questo livello", commenta il team principal, Christian Horner.

18:27Calcio: Argentina, Sampaoli convoca Perotti ma non Higuain

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - C'é la novità Diego Perotti tra i 22 convocati dal ct dell'Argentina Jorge Sampaoli per l'amichevole contro la Russia del 9 novembre. Nell'elenco ufficializzato oggi dall'AFA compaiono altri 6 'italiani' (l'altro giallorosso Fazio, l'atalantino Gomez, l'interista Icardi, il viola Pezzella, il milanista Biglia e lo juventino Dybala), mentre resta ancora fuori Gonzalo Higuain ("Higuain è un giocatore molto presente e con lui non c'è niente da dimostrare", ha tagliato corto il ct il conferenza stampa). Dopo la rocambolesca qualificazione al Mondiale, raggiunta solo in extremis, il test contro la Russia servirà a Sampaoli per cercare di meglio definire la rosa e il modulo, soprattutto la 'convivenza tra Messi e Dybala ("Non la vedo così difficile e penso possano essere complementari in campo", ha spiegato Sampaoli) in vista di Russia 2018. Tra i convocati torna anche il 'kun' Aguero, rimasto fuori nelle ultime partite per infortunio.

18:22Truffe: tra falsi braccianti esponenti cosche, 1.464 denunce

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 20 OTT - I carabinieri della Compagnia di Locri hanno denunciato in stato di libertà 1.464 persone, tra cui alcuni esponenti di cosche di 'ndrangheta, con l'accusa, a vario titolo, di concorso in peculato, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico e truffa aggravata e continuata. I militari, dopo avere esaminato gli ultimi sei anni di attività di 31 aziende agricole, compresi documenti e dichiarazioni rilasciate dai presunti dipendenti, hanno scoperto come tutti i rapporti di lavoro erano attuati al solo fine di far percepire indebite prestazioni assistenziali e previdenziali erogate dall'Inps, oltre che per ottenere risorse Ue, con un danno erariale accertato di oltre 11 milioni di euro. Le indagini, condotte con il coordinamento della Procura di Locri, hanno evidenziato numerose incongruenze come terreni agricoli e allevamenti "fantasma", documentazione imprenditoriale inesistente e terreni incolti che, sulla carta, risultavano floridi vigneti e uliveti.(ANSA).

18:10Violenze sessuali su modelle, pm chiede 6 anni per fotografo

(ANSA) - MILANO, 20 OTT - Il pm di Milano Cristian Barilli ha chiesto una condanna a 6 anni di carcere nel processo con rito abbreviato a carico di un fotografo franco-algerino di 50 anni, che lavorava nel campo della moda, arrestato dai carabinieri lo scorso dicembre per aver molestato cinque modelle, costrette a subire atti sessuali, e per aver sfruttato la prostituzione di altre due giovani. Le indagini erano scattate nell' aprile del 2015, quando due amiche, una studentessa serba di 26 anni e una hostess croata 30enne, che nel tempo libero lavoravano come indossatrici, avevano denunciato agli investigatori di essere state più volte molestate dal fotografo. In particolare, secondo l'imputazione, in più occasioni l'uomo, tra marzo e aprile del 2015, con la scusa della realizzazione di servizi fotografici nella sua abitazione-studio in zona Niguarda, dopo aver stordito le modelle facendo bere loro "ingenti quantitativi" di alcol, le avrebbe costrette a subire palpeggiamenti, toccamenti e altri abusi.

18:05Brasile: 20 chef italiani al festival della gastronomia

(ANSA) - SAN PAOLO, 20 OTT - Considerata la città con il maggior numero di discendenti italiani di tutto il Paese, San Paolo del Brasile ospiterà dal 23 al 29 ottobre la sesta edizione della Settimana della cucina regionale italiana. Per sette giorni le cucine dei principali ristoranti della città brasiliana saranno guidate da chef provenienti da 20 regioni italiane, che prepareranno le loro ricette con i prodotti tipici delle loro località. Quest'anno l'evento vedrà la presenza di 18 chef uomini e due donne, per un "interscambio" colturale e gastronomico tra i due Paesi. "Non è solo un festival gastronomico, ma anche un'occasione per i brasiliani di sperimentare lo stile di vita italiano, godendo del valore e della genuinità della dieta mediterranea, dell'alto livello della cucina e della qualità degli ingredienti di origine controllata", ha detto Erica Di Giovancarlo, direttrice generale per il Brasile dell'Italia Trade Agency, promotrice dell'evento.

18:04Esplosione in fabbrica fuochi artificio nel Foggiano

(ANSA) - SAN SEVERO (FOGGIA), 20 OTT - Una esplosione si è verificata in una fabbrica di fuochi d'artificio vicino San Severo, nel Foggiano. Sul posto stanno intervenendo i vigili del fuoco e le forze dell'ordine. Non si sa al momento se ci siano feriti.L'esplosione si è verificata nella fabbrica di fuochi d'artificio 'Piro Daunia', tra i territori di San Severo e San Paolo di Civitate. Carabinieri e vigili del fuoco stanno cercando di fare luce sulle cause dell'esplosione mentre si sta lavorando tra le macerie per capire se ci siano feriti o vittime. Sul posto ci sono due squadre dei vigili del fuoco con tre mezzi, carabinieri e personale del '118'.

Archivio Ultima ora