La Turchia bombarda l’Isis e i curdi in Siria

Pubblicato il 23 agosto 2016 da ansa

La Turchia bombarda l'Isis e i curdi in Siria

La Turchia bombarda l’Isis e i curdi in Siria

BEIRUT – La Turchia continua a bombardare sul territorio siriano l’Isis e le forze curde alleate degli Usa, parimenti nemici per Ankara, che si dice pronta a combatterli sul proprio territorio ma anche oltre confine. Mentre una calma tesa torna a Hasaka, sempre nel nord della Siria, grazie ad un cessate il fuoco tra gli stessi curdi e le forze governative di Damasco dopo sei giorni di combattimenti.

Ad Aleppo, invece, si continua per ora solo a discutere di una possibile tregua di 48 ore chiesta dall’Onu per fare arrivare aiuti umanitari ai civili e scongiurare quella che per il sottosegretario generale dell’Onu Stephen O’Brien potrebbe rivelarsi “una catastrofe umanitaria senza pari in oltre cinque anni di carneficina”.

– La tregua verrà annunciata dopo che l’inviato Onu in Siria Staffan De Mistura dirà che gli aiuti sono pronti per essere consegnati agli abitanti della città – ha detto il vice ministro della Difesa russo Anatoli Antonov citato dalla Tass. E Mosca – ha aggiunto – in cooperazione con le autorità siriane, è pronta a fornire assistenza nella consegna degli aiuti attraverso i corridoi umanitari che sono stati creati.

Secondo fonti degli attivisti, centinaia di ribelli siriani sostenuti da Ankara sono già ammassati nei pressi della città turca di Karkamis, a ridosso della frontiera, in preparazione di un attacco alla città siriana di Jarablus, al di là del confine, controllata dallo Stato islamico.

E oggi il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, ha affermato che il suo governo è pronto a combattere sia i jihadisti dell’Isis sia le milizie curde “all’interno e all’esterno” della Turchia. Parole che suonano come una messa in guardia contro le forze curde dell’Ypg che, dopo avere strappato all’Isis una decina di giorni fa la città di Manbij con la copertura area della Coalizione internazionale a guida Usa, potrebbero avanzare verso Jarablus.

Il timore della Turchia è quello che le milizie dell’Ypg, che accusa di essere affiliate ai separatisti curdi turchi del Pkk, possano saldare i loro territori nel nord della Siria arrivando a controllare centinaia di chilometri lungo la frontiera turca.

Negli ultimi sei giorni anche il governo siriano, acerrimo nemico di quello turco, ha ingaggiato combattimenti senza precedenti contro le milizie curde nella città di Hasaka, cessati solo nel pomeriggio di oggi grazie a un cessate il fuoco annunciato dai media ufficiali di Damasco.

L’accordo, secondo l’agenzia governativa Sana, prevede che i miliziani dell’Ypg tolgano il blocco imposto alla strada fra Hasaka e Qamishli, situata un’ottantina di chilometri a nord-est al confine con la Turchia, lasciando libero accesso alle truppe di Damasco.

Ma fonti vicine all’Ypg affermano che esso consente anche ai miliziani curdi di mantenere il controllo delle parti della città conquistate in questi giorni di combattimenti. Secondo l’Osservatorio nazionale per diritti umani in Siria (Ondus), i curdi si sono impadroniti ormai del 90 per cento della città, compresa l’area dove sorge la prigione centrale.

Ultima ora

00:02Brexit: Juncker-May, serve accelerazione negoziati

(ANSA) - BRUXELLES, 16 OTT - Per il presidente della Commissione Jean Claude Juncker e per la premier Theresa May i negoziati "si devono accelerare nei mesi a venire". Lo fanno sapere in un comunicato congiunto al termine della cena che si è svolta "in un'atmosfera costruttiva e amichevole".

23:26Calcio: Verona batte Benevento 1-0

(ANSA) - VERONA, 16 OTT - Il Verona ha battuto il Benevento 1-0 nell'ultimo incontro dell'ottava giornata della serie A. Autore del gol partita Romulo nella ripresa. Il primo successo in campionato porta i gialloblù a 6 punti consentendogli di scavalcare in un sol colpo Genoa, Spal e Sassuolo. Il Benevento, che ha giocato in 10 dal 38' del primo tempo per l'espulsione di Antei (rosso diretto), resta a zero punti.

23:24Catalogna, arrestati due leader indipendentisti

(ANSA) - MADRID, 16 OTT - Un giudice spagnolo ha ordinato l'arresto dei presidenti delle due grandi organizzazioni indipendentiste della società civile catalana Anc e Omnium, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, accusati di "sedizione" per le manifestazioni pacifiche di Barcellona il 20 e il 21 settembre, riferisce Tv3. "La Spagna incarcera i leader della società civile della Catalogna per avere organizzato manifestazioni pacifiche. Purtroppo ci sono di nuovo prigionieri politici": così il presidente catalano Carles Puigdemont ha reagito su twitter all'arresto. Il vicepresidente della Anc Agustì Alcoberro ha condannato l'arresto e ha definito i due "ostaggi politici nelle mani del governo spagnolo". Alcoberro ha lanciato un appello alla mobilitazione del popolo della Catalogna.

21:03Gb: Kate balla con orso Paddington per evento beneficenza

(ANSA) - LONDRA, 16 OTT - Kate Middleton si è lanciata in un ballo improvvisato con tanto di piroette insieme al noto orso Paddington partecipando a un evento di beneficenza legato al secondo film sul celebre personaggio amato dai bambini. Con William ed Harry e il cast del film 'Paddington 2' ha festeggiato proprio nella stazione di Paddington, a Londra, che ha dato il nome al celebre 'bear' creato dallo scrittore Michael Bond. La duchessa di Cambridge sta meglio dopo le nausee che l'avevano colpita per la sua terza maternità anche se continua a soffrirne, secondo quanto ha affermato una portavoce di Kensington Palace. Come hanno notato i tabloid del Regno, Kate indossava un abito rosa dal quale inizia ad emergere una piccola pancia, segno della sua gravidanza.

20:50Champions: Sarri,’Calendario? In Lega sono inadatti’

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - "Qualcuno in Lega ha sbagliato i criteri di formulazione dei calendari. È impossibile giocare sabato contro la Roma, a Manchester con il City tre giorni dopo e poi fra tre giorni contro l'Inter. Evidentemente, in questo momento in Lega sono inadatti a fare certe cose": così Maurizio Sarri alla vigilia del match di Champions con il City. "A dicembre - aggiunge - giocheremo l'ultima gara del girone col Feyenoord pochi giorni dopo Napoli-Juventus: per noi che dovremmo rappresentare l'Italia in Europa non è una bella cosa".

20:30Iraq: media, ‘Peshmerga decapitati a Kirkuk’

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - Alcuni Peshmerga "sono stati decapitati" da elementi delle milizie filo-Iran a Kirkuk. Lo scrive la tv del Kurdistan Rudaw, citando un proprio reporter sul posto. I militari fedeli al governo di Erbil decapitati sarebbero "almeno 10".

20:22D’Alema, appoggio ad Emiliano dipende da lui

(ANSA) - LECCE, 16 OTT - "Nessuno vuole fare cadere Emiliano, a meno che non voglia farlo lui. La cosa che colpisce in una Regione che ha tanti problemi, come oggi ricordato anche da Ernesto Abaterusso, è che Emiliano appare da altre faccende affaccendato, impegnato a negoziare liste civiche con Renzi, a concordare Governi con Berlusconi, referendum con Maroni, invece di preoccuparsi un po' per la Puglia, cosa per la quale è stato eletto dai cittadini". Lo ha detto Massimo D'Alema a Lecce. "Il nostro appoggio - ha rimarcato - dipende da lui. Se diventasse puro strumento nelle mani di Renzi per operazioni elettoralistiche, credo che ne trarremmo le conseguenze".

Archivio Ultima ora