Isis, si era fatto esplodere il fratello del baby-kamikaze

Pubblicato il 23 agosto 2016 da ansa

Un fermo immagine tratto da un video della emittente 24 mostra l'intervento delle forze di polizia che disarmano e arrestano un bambino con una cintura di esplosivo addosso a Kirkuk, 21 agosto 2016. ANSA/KO24

Un fermo immagine tratto da un video della emittente 24 mostra l’intervento delle forze di polizia che disarmano e arrestano un bambino con una cintura di esplosivo addosso a Kirkuk, 21 agosto 2016.
ANSA/KO24

BAGHDAD/BEIRUT – Non era stato mandato a uccidere e a morire da solo il baby-kamikaze fermato a Kirkuk, in Iraq, con indosso un giubbetto esplosivo sotto la maglietta di Lionel Messi. La polizia ha detto che un attentato suicida avvenuto un’ora prima nella stessa città è stato compiuto da suo fratello, e che i due ragazzi erano stati “addestrati ed incoraggiati dal loro padre”. Un particolare che getta una luce ancor più sinistra sulla tragedia di molti adolescenti utilizzati dallo Stato islamico come ‘bombe umane’ dopo aver subito il lavaggio del cervello, forse sotto l’effetto di droghe.

Il colonnello Arkan Hamad Latif, ispettore generale delle forze di polizia di Kirkuk, ha riferito che il ragazzo arrestato ha detto di “essere stato rapito, sedato e costretto ad indossare il giubbetto esplosivo”.

Non è più sicuro, invece, che sia stato un altro piccolo kamikaze a compiere l’attentato di sabato sera in una festa di matrimonio nella città turca di Gaziantep, vicino alla frontiera con la Siria, in cui almeno 54 persone sono morte, di cui 29 bambini o adolescenti.

In un primo momento il presidente Recep Tayyip Erdogan aveva parlato di un ragazzino di forse “12-14 anni”. Ma poi il primo ministro Binali Yildirim ha corretto il tiro.

– Le autorità – ha detto – non sanno se fosse un bambino o un adulto. Non sono stati trovati indizi su chi fosse.
Anche la vicenda di Kirkuk presenta qualche punto oscuro. Il colonnello Latif, che ha fornito anche il nome del ragazzo aspirante kamikaze, ha detto che si tratta di un quindicenne – e non dodicenne, come si era appreso in un primo momento – proveniente da Mosul insieme alla sua famiglia, sfollata a causa dei combattimenti tra forze lealiste e l’Isis. A parlare del ruolo che il padre avrebbe avuto nel suo indottrinamento è stato il comando della polizia di Kirkuk in un comunicato.

Il capo della polizia della città, il generale Khattab Omar Aref, ha detto che l’adolescente ha confessato di far parte dei cosiddetti ‘Cuccioli del Califfato’, un corpo di ragazzi tra i 12 e i 15 anni reclutati dall’Isis e in parte utilizzati proprio per attentati suicidi. Obiettivo del quindicenne era quello di farsi saltare in aria sulla via Husseiniya nel quartiere di Tesin, popolato da una maggioranza di turcomanni di fede sciita particolarmente invisi ai fondamentalisti sunniti dell’Isis.

Il fratello invece, di cui non è stata resa nota l’età, è riuscito a compiere un attentato vicino ad un luogo di culto sciita, la Hosseiniya Imam Jafer Sadiq, ferendo due persone. Che i due ragazzi fermati fossero stati rapiti, drogati o convinti dall’Isis o dal padre a compiere le loro azioni suicide, rimane il fatto che sono anch’essi vittime di una guerra che vede lo Stato islamico ricorrere a mezzi sempre più terribili e micidiali per rispondere alle offensive governative e dei Peshmerga curdi che li mettono in difficoltà nei combattimenti.

A sottolinearlo è anche Najim al Jubury, un esperto commentatore delle questioni della sicurezza, secondo il quale l’Isis “ha reclutato centinaia di minori a Mosul e in altre città sotto il suo controllo, e li ha inviati con le loro famiglie come sfollati in aree sotto il controllo lealista per compiervi azioni suicide”.

(Alberto Zanconato/ANSAmed)

Ultima ora

21:28Calcio: Torino-Napoli 1-3, azzurri tornano in vetta

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Napoli sbanca l'Olimpico di Torino battendo 3-1 i granata e si riprende il primato in classifica ai danni dell'Inter, battuta in casa dall'Udinese in un altro anticipo della 17/a giornata. Una festa per gli azzurri di Sarri - reduci dalla sconfitta con la Juve, dall'eliminazione dalla Champions e dal pari con la Fiorentina - ed anche per Marek Hamsik, che realizzando la rete del 3-0 ha raggiunto il record di segnature in azzurro, 115 gol, che apparteneva finora a Diego Armando Maradona. Il Toro è stato subito messo in ginocchio da una rete di Koulibaly al 4' e ha continuato a subire la pressione del Napoli, in gol ancora al 25' con Zielinski e al 30' con lo slovacco. Nel secondo tempo, Belotti ha accorciato le distanze al 19' e i granata si sono fatti più attivi e a volte pericolosi, ma non sono più riusciti a battere Reina.

21:24Calcio:1-0 al Gremio, Real Madrid vince Mondiale club

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Real Madrid ha vinto il Mondiale per club battendo 1-0 (0-0) i brasiliani del Gremio nella finalissima giocata questa sera ad Abu Dhabi. Decisivo il gol di Cristiano Ronaldo su punizione all'8' della ripresa.

21:19Usa: Trump, con taglio tasse crescita fino al 6%

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Donald Trump ha difeso oggi il testo della riforma fiscale concordata dai repubblicani respingendo le critiche che avvantaggerà più i ricchi che la middle class. La previsione del presidente è che l'economia Usa comincerà a volare dopo l'approvazione della legge, crescendo dall'attuale 3% al "4%, 5% e forse anche 6% alla fine".

21:11Leader estrema destra a Praga,no all’Ue in Europa del futuro

(ANSA) - PRAGA, 16 DIC - I leader dei partiti populisti dell'estrema destra europea, uniti oggi a Praga per discutere del futuro dell'Europa si sono impegnati a lavorare insieme per creare un nuovo modello di cooperazione continentale distante dal modello dell'Unione europea. Rivolgendosi ai partecipanti della conferenza Marine Le Pen, alla guida del Front National francese, ha definito l'Ue "una organizzazione disastrosa" che "sta uccidendo l'Europa". Geert Wilders, fondatore del partito anti-Islam olandese per la Libertà, ha proposto che l'Europa segua l'esempio del presidente Usa Donald Trump che ha imposto un bando sull'immigrazione da alcuni Paesi a maggioranza musulmana.

21:11Inaugurato primo Gufo Bar nel Bresciano, titolari minacciati

(ANSA) - BRESCIA, 16 DIC - E' stato inaugurato a Palazzolo sull'Oglio, nel Bresciano, il primo Gufo Bar in Italia, locale che espone gufi vivi. Dopo che i proprietari avevano ricevuto minacce, anche di morte, da gruppi di animalisti, all'apertura, avvenuta nel pomeriggio, non si sono registrate tensioni nonostante la presenza di un corteo animalista composto da una ventina di persone. Alla prima mancavano però proprio i gufi. "Abbiamo temuto tensioni e quindi la scelta è stata quella di non esporre gli animali" hanno detto i titolari del bar di Palazzolo sull'Oglio. "Non rinunciamo al nostro progetto, ma vogliamo comunque verificare bene cosa dica la legge sulla presenza di animali nei locali. I nostri gufi - hanno aggiunto - sono nati, cresciuti in cattività e regolarmente registrati. Agli animalisti che minacciano di entrare nel locale per liberare i gufi diciamo che, se liberati, gli animali morirebbero".

21:10Pd: Renzi al lavoro su liste, i migliori nei collegi

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Matteo Renzi ha avviato, a quanto si apprende, il lavoro per definire le candidature con un giro di contatti e telefonate anche con Andrea Orlando e Michele Emiliano. La strategia elettorale è di mettere i candidati più forti alla guida dei collegi, ad esempio Renzi a Firenze centro; il premier Paolo Gentiloni a Roma 1; Dario Franceschini a Ferrara e proporzionale in Basilicata; Andrea Orlando a La Spezia, prevedendo anche la candidatura nel proporzionale; Marco Minniti nel collegio a Reggio Calabria e nel proporzionale in Veneto. Per Orlando probabile collegio a La Spezia e proporzionale in Calabria. Per Del Rio collegio di Reggio Emilia o Bolzano e proporzionale in Sardegna. La strategia, spiegano fonti del Nazareno, è mettere in campo nei collegi i candidati migliori e radicalizzare lo scontro con il M5S come dimostrano le polemiche di questi giorni su 80 euro, Europa e pensioni.

20:36Scuola: ‘bottone rosso’e Carta diritti, novità alternanza

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Un "bottone rosso" (digitale) che gli studenti in alternanza scuola-lavoro potranno usare per segnalare eventuali criticità. Una Carta dei diritti e dei doveri per chi è impegnato in questa attività didattica "innovativa". E ancora, un osservatorio istituito al Ministero dell'istruzione con il compito di produrre ogni anno - il primo sarà a giugno 2018 - un report su quanto fatto. Si rafforza con gli Stati generali, oggi al Miur, e con l'introduzione di questi nuovi strumenti, l'alternanza scuola-lavoro che la legge 107 ha reso obbligatoria per gli studenti del triennio delle superiori. L'obiettivo, ha ribadito la ministra Valeria Fedeli, è offrire ai ragazzi, con il contributo di tutte le parti, "le garanzie per un sistema con più qualità, trasparenza e responsabilità". Un sistema che, secondo il sottosegretario Gabriele Toccafondi, ha ancora luci e ombre, ma che mira a far crescere e formare la persona. A puntare il dito sulle ombre sono stati l'Unione degli studenti e il Fronte della gioventù comunista.

Archivio Ultima ora