Isis, si era fatto esplodere il fratello del baby-kamikaze

Pubblicato il 23 agosto 2016 da ansa

Un fermo immagine tratto da un video della emittente 24 mostra l'intervento delle forze di polizia che disarmano e arrestano un bambino con una cintura di esplosivo addosso a Kirkuk, 21 agosto 2016. ANSA/KO24

Un fermo immagine tratto da un video della emittente 24 mostra l’intervento delle forze di polizia che disarmano e arrestano un bambino con una cintura di esplosivo addosso a Kirkuk, 21 agosto 2016.
ANSA/KO24

BAGHDAD/BEIRUT – Non era stato mandato a uccidere e a morire da solo il baby-kamikaze fermato a Kirkuk, in Iraq, con indosso un giubbetto esplosivo sotto la maglietta di Lionel Messi. La polizia ha detto che un attentato suicida avvenuto un’ora prima nella stessa città è stato compiuto da suo fratello, e che i due ragazzi erano stati “addestrati ed incoraggiati dal loro padre”. Un particolare che getta una luce ancor più sinistra sulla tragedia di molti adolescenti utilizzati dallo Stato islamico come ‘bombe umane’ dopo aver subito il lavaggio del cervello, forse sotto l’effetto di droghe.

Il colonnello Arkan Hamad Latif, ispettore generale delle forze di polizia di Kirkuk, ha riferito che il ragazzo arrestato ha detto di “essere stato rapito, sedato e costretto ad indossare il giubbetto esplosivo”.

Non è più sicuro, invece, che sia stato un altro piccolo kamikaze a compiere l’attentato di sabato sera in una festa di matrimonio nella città turca di Gaziantep, vicino alla frontiera con la Siria, in cui almeno 54 persone sono morte, di cui 29 bambini o adolescenti.

In un primo momento il presidente Recep Tayyip Erdogan aveva parlato di un ragazzino di forse “12-14 anni”. Ma poi il primo ministro Binali Yildirim ha corretto il tiro.

– Le autorità – ha detto – non sanno se fosse un bambino o un adulto. Non sono stati trovati indizi su chi fosse.
Anche la vicenda di Kirkuk presenta qualche punto oscuro. Il colonnello Latif, che ha fornito anche il nome del ragazzo aspirante kamikaze, ha detto che si tratta di un quindicenne – e non dodicenne, come si era appreso in un primo momento – proveniente da Mosul insieme alla sua famiglia, sfollata a causa dei combattimenti tra forze lealiste e l’Isis. A parlare del ruolo che il padre avrebbe avuto nel suo indottrinamento è stato il comando della polizia di Kirkuk in un comunicato.

Il capo della polizia della città, il generale Khattab Omar Aref, ha detto che l’adolescente ha confessato di far parte dei cosiddetti ‘Cuccioli del Califfato’, un corpo di ragazzi tra i 12 e i 15 anni reclutati dall’Isis e in parte utilizzati proprio per attentati suicidi. Obiettivo del quindicenne era quello di farsi saltare in aria sulla via Husseiniya nel quartiere di Tesin, popolato da una maggioranza di turcomanni di fede sciita particolarmente invisi ai fondamentalisti sunniti dell’Isis.

Il fratello invece, di cui non è stata resa nota l’età, è riuscito a compiere un attentato vicino ad un luogo di culto sciita, la Hosseiniya Imam Jafer Sadiq, ferendo due persone. Che i due ragazzi fermati fossero stati rapiti, drogati o convinti dall’Isis o dal padre a compiere le loro azioni suicide, rimane il fatto che sono anch’essi vittime di una guerra che vede lo Stato islamico ricorrere a mezzi sempre più terribili e micidiali per rispondere alle offensive governative e dei Peshmerga curdi che li mettono in difficoltà nei combattimenti.

A sottolinearlo è anche Najim al Jubury, un esperto commentatore delle questioni della sicurezza, secondo il quale l’Isis “ha reclutato centinaia di minori a Mosul e in altre città sotto il suo controllo, e li ha inviati con le loro famiglie come sfollati in aree sotto il controllo lealista per compiervi azioni suicide”.

(Alberto Zanconato/ANSAmed)

Ultima ora

00:55Venezuela: deputati opposizione aggrediti davanti Alta Corte

(ANSA) - CARACAS, 31 MAR - Un gruppo di deputati dell'opposizione venezuelana è stato aggredito da militari della Guardia Nazionale e membri di gruppi irregolari pro governativi mentre tentavano di avvicinarsi alla sede del Tribunale Supremo di Giustizia (Tsj), nel centro di Caracas. I parlamentari volevano protestare contro la sentenza del Tsj, allineato sulle posizioni del governo di Nicolas Maduro, che si è attribuito i poteri dell'Assemblea Nazionale. Unità antisommossa della Guardia Nazionale hanno però impedito loro di avvicinarsi alla sede del Tsj, mentre i militanti chavisti li attaccavano con pietre e bastoni. Il segretario generale dell'Organizzazione degli Stati Americani (Osa), Luis Almagro, ha denunciato che a Caracas è in atto un "autocolpo di Stato perpetrato dal regime venezuelano contro l'Assemblea Nazionale". Il segretario dell'Osa ha lanciato un appello ai leader del continente perché reagiscano a quanto avviene a Caracas.

00:20Tennis: Miami, anche Berdych ko, Federer in semifinale

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - Roger Federer agguanta la semifinale del torneo di Miami, secondo Master 1000 dell'anno. Il fuoriclasse svizzero, n.4 del seeding, ha avuto la meglio in tre set sul ceco Thomas Berdych (n.10): 6-2 3-6 7-6 in poco meno di due ore. Affronterà il vincente dell'altro quarto tra il tedesco Zverev (16) e l'australiano Kyrgios (12).

23:28Usa: bagni transgender, abolita legge North Carolina

(ANSA) - NEW YORK, 30 MAR - La controversa legge sui bagni per i transgender in North Carolina è stata ufficialmente abrogata. Come ci si aspettava, dopo il via libera dell'assemblea parlamentare dello Stato anche il governatore democratico Roy Cooper ha messo la sua firma sotto il provvedimento. I transgender saranno ora liberi di usare i bagni pubblici a seconda dell'identità di genere e non secondo quella assegnata alla nascita.(ANSA).

22:34Corea Sud, arrestata ex presidente Park per corruzione

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - Si chiude la parabola discendente dell'ex presidente sudcoreana Park Geun-hye. La donna, accusata di corruzione, è stata arrestata dopo che la Corte distrettuale centrale di Seul aveva dato il via libera al suo mandato di arresto. L'agenzia di stampa Yonhap ha aggiunto che la decisione della Corte è arrivata dopo un'audizione durata circa 9 ore. Il giudice Kang Bu-young ha riferito ai giornalisti di avere preso una decisione in tal senso in quanto c'è la preoccupazione che l'ex presidente possa distruggere le prove che potrebbero essere usate contro di lei nel futuro dibattimento. Park, 65 anni, era decaduta lo scorso 10 marzo, dopo che la Corte costituzionale aveva validato l'impeachment del 9 dicembre votato dal Parlamento. Tre giorni fa la procura aveva deciso di richiedere un mandato d'arresto, descrivendo "molto seri" gli addebiti, nei suoi confronti. E' accusata di aver agito in collaborazione con la 'sciamana' Choi, anch'essa arrestata, per estorcere donazioni alle società sudcoreane.

21:58Sperona auto ex e l’accoltella, fiaccolata a Borgo Vercelli

(ANSA) - VERCELLI, 30 MAR - Fiaccolata nel centro di Borgo Vercelli per Fiorilena Ronco, la donna accoltellata due giorni fa dall'ex marito. Centinaia i cittadini che partecipano alla manifestazione, nel centro della cittadina, organizzata dai compagni di scuola. "Un atto dovuto per la nostra Fiorilena - dice il sindaco Mario Demagistri - e per riaffermare la necessità di stare vicino alle vittime di violenza". Presente anche l'assessore alle Pari opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti. La piccola folla si è radunata davanti alla chiesa di Santa Caterina per poi passare in via Tavallini, dopo mercoledì l'ex marito della donna l'ha attesa fuori dal lavoro e l'ha aggredita dopo avere speronato l'auto con cui cercava di allontanarsi. L'uomo è stato arrestato. La donna è ricoverata all'ospedale Sant'Andrea di Vercelli in prognosi riservata.(ANSA).

21:52Calcio: Siviglia ufficializza ‘divorzio’ ds Monchi

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - Adesso c'è anche l'ufficialità: Ramón Rodríguez Verdejo, per tutti Monchi, lascia la direzione tecnica del Siviglia. Lo ha annunciato il club andaluso con una nota pubblicata sul sito. "Il Siviglia ha raggiunto un accordo con il direttore sportivo Monchi, poi ratificato dal Consiglio di amministrazione del club si è riunito oggi pomeriggio". Domani è in programma una conferenza stampa alle 12.30. Da trent'anni al Siviglia, prima come calciatore e poi come dirigente, Monchi è in predicato di passare alla Roma.

21:25Questore Napoli, nessun giudizio negativo sul Comune

(ANSA) - NAPOLI, 30 MAR - "Non ho evidenziato considerazioni negative sulla gestione amministrativa e politica del Comune consapevole delle difficoltà di amministrare una città complessa, anche dal punto di vista degli aspetti di criminalità ancora persistenti, e per la circostanza che per dieci anni sono stato assente dal territorio". Così il questore Antonio De Iesu. "In merito al colloquio tra il presidente della Regione On. De Luca e l'On. Impegno in un fuori onda desidero evidenziare che il contesto che ha caratterizzato l'incontro con il Governatore nel mio ufficio riguardava il sostegno espresso nei confronti delle forze di Polizia per i fatti dell'11 marzo a Fuorigrotta. A tal riguardo ho espresso il mio rammarico per la mancata solidarietà offerta dall'amministrazione comunale in favore dei 27 agenti delle forze dell'ordine coinvolti negli incidenti. Nel corso dell'incontro non ho evidenziato considerazioni negative sulla gestione amministrativa e politica del Comune".

Archivio Ultima ora