Brillano le auto storiche d’Italia, la Lancia vince a Pebble Beach

Pubblicato il 24 agosto 2016 da ansa

Brillano auto storiche Italia, Lancia vince a Pebble Beach

Brillano auto storiche Italia, Lancia vince a Pebble Beach

ROMA. – Mai come quest’anno il Tricolore ha brillato al Golf Club di Pebble Beach dove si è appena concluso il Concorso di Eleganza 2016, considerato l’evento più importante nel mondo delle auto da collezione, ma il made in Italy si è distinto anche in tutti gli altri appuntamenti (come diverse aste specializzate dove 227 vetture hanno totalizzato incassi per 174 milioni di dollari) che hanno caratterizzato la Monterey Car Week in California.

Sarà per il ritorno dell’Alfa Romeo negli Stati Uniti – anche la nuova Giulia era esposta a Pebble Beach -, sarà per il momento felice che i brand tricolore del lusso, cioè Ferrari, Maserati e Lamborghini, stanno vivendo in tutti i mercati e specialmente negli Stati Uniti, ma la febbre per il made in Italy ha toccato vette altissime in questa settimana tutta dedicata ai gioielli a quattro ruote.

Al Concorso di Eleganza di Pebble Beach il titolo di Best of Show è andato ad una elegantissima Lancia Astura Cabriolet, carrozzata nel 1936 da Pinin Farina (le due lettere erano separate, perché il titolare dell’azienda era allora il fondatore Battista ‘Pinin’ Farina) acquistata in passato da Eric Clapton e portata al concorso dall’ultimo proprietario, il collezionista di Seattle Richard Mattei.

A fianco della Lancia Astura anche altri marchi italiani hanno brillato: l’ Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale Bertone Prototipo del 1957 esposta dal milanese Corrado Lopresto che ha vinto il prestigioso trofeo JB & Dorothy Nethercutt Most Elegant Closed Car; la Ferrari 250 MM Vignale Spyder del 1953 premiata con il titolo di Strother MacMinn Most Elegant Sports Car; la Lamborghini Miura S Bertone Coupé del 1969 a cui è stato assegnato il FIVA Postwar Trophy; l’ Alfa Romeo 6C 2500 SS Touring Berlinetta del 1939 a cui è andato l’ArtCenter College of Design Award.

Alla Ferrari 330 P4 Drogo Spyder del 1966 è stato assegnato il Gran Turismo Trophy, mentre la Maserati Tipo 60/61 Allegretti Birdcage del 1959 ha vinto la Classe O-2 Postwar Sports Racing e la Fiat 8V Zagato Berlinetta del 1955 la Classe O-3. Grande soddisfazione anche per l’ingresso nella top ten delle auto più care tra quelle vendute alle aste della Alfa Romeo 8C 2900B carrozzata Touring che – con il prezzo finale di 19,8 milioni di dollari battuto all’asta di RM Sotheby a Monterey – è entrata a pieno diritto in questa specialissima classifica milionaria.

Un elenco di dieci auto capaci di far impallidire anche il più danaroso appassionato di motori, che vede sempre saldamente in testa la Ferrari 250 GTO Berlinetta del 1962 che proprio alla settimana di Monterey del 2014, venne venduta all’asta di Bonhams al prezzo record di 38,115 milioni di dollari.

Ora l’Alfa Romeo si piazza all’ottavo posto, davanti alla Ferrari 375-Plus Spider Competizione 1954 (18,4 milioni) e alla Ferrari 250 GT SWB California Spider 1961 (18,5 milioni) ed è preceduta da altri sette gioielli tutti oltre i 20 milioni di dollari, di cui cinque con il prezioso Cavallino sul cofano.

(di Andrea Silvuni/ANSA)

Ultima ora

00:11Calcio: Torino-Milan 2-2

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Torino-Milan 2-2 (2-0) nell'ultimo posticipo della 20/a giornata della Serie A. A segno per i granata Belotti (21' pt) e Benassi (26' pt). Per i rossoneri in gol Bertolacci all'11' st (rete convalidata da Tagliavento grazie all'ausilio della gol-line technology) e Bacca su rigore al 15' st. Nel primo tempo Ljajic fallisce un calcio di rigore.

23:44Juve:Agnelli, disappunto per ko, ma obiettivo leggenda

(ANSA) - MILANO, 16 GEN - "Il risultato di ieri è un motivo di disappunto, ma dobbiamo restare concentrati sull'obiettivo finale: questa stagione ci può e deve portare nella leggenda". Così il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, questa sera al Museo delle Scienze e della Tecnologia di Milano dove presenta il nuovo logo del club.

23:26Investiti da treno nel Fiorentino, 1 morto e un ferito

(ANSA) - MONTELUPO (FIRENZE), 16 GEN - Una persona è morta, un'altra è rimasta ferita, sembra in modo non grave, in un incidente avvenuto, poco dopo le 21, alla stazione ferroviaria di Montelupo (Firenze). Secondo le prime informazioni le due persone sarebbero state investite dal treno regionale Pisa-Firenze. Ancora da chiarire la dinamica di quanto successo. Sul posto, oltre al 118, la polfer e i carabinieri. La linea ferroviaria è interrotta in entrambe le direzioni. (ANSA).

23:21Maltempo: Firenze, domani chiusi parchi, giardini e cimiteri

(ANSA) - FIRENZE, 16 GEN - Chiusi domani a Firenze parchi, giardini e cimiteri comunali. Lo ha deciso l'unità di crisi, presieduta dalla vicesindaca Giachi, che si è insediata alle 19 al centro operativo della Protezione civile all'Olmatello, a Firenze. In un nuovo alert system lanciato dalla protezione civile del Comune dopo che le nuove previsioni meteo hanno confermato, per domani, codice arancione per il vento forte, si invitano poi i cittadini a prestare la massima attenzione ed evitare, domani, spostamenti e attività all'aperto in particolare dalle 7 alle 13. Il centro coordinerà l'attività delle strutture operative per fronteggiare eventuali criticità. Al momento, però, non si registrano emergenze. (ANSA).

23:15Trasporti: riattivato traffico in Stazione Centrale a Milano

(ANSA) - MILANO, 16 GEN - E' stato pienamente riattivato alle 19.45 il traffico ferroviario nella stazione Milano Centrale, dopo che un guasto alla linea elettrica di alimentazione dei treni ha fortemente rallentato la circolazione ferroviaria dalle 17.05. Secondo quanto comunica RFI, i treni a lunga percorrenza e i regionali hanno registrato ritardi medi di circa un'ora, con un picco massimo di tre ore per due treni, oltre a limitazioni di percorso, deviazioni e cancellazioni. Sono in corso di accertamento le cause del guasto che ha interessato i binari dall'1 al 12. (ANSA).

23:02Donne uccise a Bergamo, esclusa ipotesi serial killer

(ANSA) - BERGAMO, 16 GEN - Perde definitivamente peso l'ipotesi di un killer seriale che si aggira nella Bergamasca dato che è stato accertato che non è stata la stessa mano a uccidere Gianna Del Gaudio e Daniela Roveri. Pur non trascurando nulla, il procuratore capo di Bergamo Walter Mapelli spegne quella che già dall'inizio per gli inquirenti era sembrata una ipotesi poco verosimile. La procura aveva comunque chiesto ai medici legali che hanno eseguito le autopsie delle due donne di comparare le ferite e verificare eventuali analogie. Dalla comparazione la conferma che i due omicidi non sono collegati né collegabili. Gianna è stata colpita più di una volta, Daniela solo una. Inoltre il taglio alla gola inferto a Daniela è orizzontale, mentre è diagonale quello che ha ucciso Gianna. Infine l'arma con cui è stata sgozzata Gianna ha scalfito anche la spina dorsale, quella che ha ucciso Daniela, invece, ha praticamente tranciato le vertebre della spina dorsale. (ANSA).

22:43Focara: accesa grande pira a Novoli su note della ‘pizzica’

(ANSA) - NOVOLI (LECCE), 16 GEN - Anche quest'anno la pioggia, che è caduta per quasi tutto il giorno su Novoli, non ha fermato la tradizionale accensione della Focara, il più grande falò del Mediterraneo, eretto in onore di Sant'Antonio Abate. Per la prima volta è stato il ritmo della 'pizzica' a scandire quello dei fuochi pirotecnici che hanno infiammato la gigantesca pira alta 25 metri e larga 20 metri. Sulle note del brano 'Fuecu' di Daniele Durante, il corpo di ballo de La Notte della Taranta ha danzato come una "comunità che attraverso il fuoco sprigiona energia e sentimento", ha sottolineato il coreografo Fabrizio Mainini. Una comunità di circa 70mila persone che il paese di 8.500 abitanti accoglierà fino al 18 gennaio. Prevista esibizione di Vinicio Capossela che eseguirà per la prima volta un brano scritto nel 2008, ispirato dal rito dell'enorme falò: 'Focara Focara'. Presenti anche il governatore della Puglia, Michele Emiliano, con il sindaco di Novoli e presidente della fondazione Focara, Gianmaria Greco.

Archivio Ultima ora