Coppa Sudamericana: Stifano ed il suo Zamora sfidano il Montevideo Wanderers

Coppa Sudamericana: Stifano ed il suo Zamora sfidano il Montevideo Wanderers
Coppa Sudamericana: Stifano ed il suo Zamora sfidano il Montevideo Wanderers

CARACAS – Domani, lo stadio Agustín Tovar della città di Barinas farà da cornice alla gara che metterà a confronto lo Zamora di Francesco Stifano ed il Montevideo Wanderers.

La meta del tecnico di origine campana è quella di arrivare il più lontano possibile nella manifestazione continentale, da segnalare che nessuna formazione veneuelana è arrivata mai agli ottavi.

“In questo semestre, abbiamo come priorità la Coppa Sudamericana, sappiamo che sarà una gara difficile, le squadre uruguaiane sono sempre difficili da battere, poi c’è anche da segnalare che hanno ottimi giocatori in rosa. Sarà una gara molto intensa e con un ritmo di gioco altissimo”.

Stifano in un comunicato stampa ha analizzato i prossimi avversari: “Hanno due centrocampista veloci, due attaccanti esperti e una squadra che sa esprimere bene il suo gioco”.

Il tecnico di origine campana ha ben chiaro che la sua squadra adesso è motivata dopo aver superato ai calci di rigore il Barcellona di Guayaquil e dove il man of the match è stato Carlos Salazar, portiere bianconero che ha parato 3 rigori. Ma sa che i suoi devono voltare subito la pagina: “Quella gara è passato, adesso affronteremo un grandissimo avversario, e sarà una gara ben diversa da quella del turno precedente”.

Il mister della furia llanera ha messo in evidenza che iniziare il play off in casa “può essere un vataggio, tutto depende da noi. Ricordiamoci che in queste manifestazioni le gare durano 180 minuti. Contro il Barcellona abbiamo iniziato in trasferta ed il ritorno lo abbiamo giocato in casa. Entrambe le gare sono state abastanza combattute. Spero solo di affrontare la gara di ritorno con un leggero vantaggio”.

Per lo Zamora, l’approccio alla seconda fase è stato una sorta di tabú sfatato, dato che nei tre precedenti era stato eliminato al primo turno. “La squadra si è tolta una sorta di peso di dosso, adesso l’importante è continuare a fare bene e disputare un ottimo torneo”.

Il Montevideo Wanderers è una delle squadra più famose del campionato uruguaiano; in passato hanno indossato questa casacca giocatori del calibro di Obdulio Varela, Enzo Francescoli, Pablo Bengoechea e l’oriundo italiano Mauro Germán Camoranesi, campione del mondo 2006, che visse una breve esperienza nei Montevideo Wanderers negli anni novanta.

Domani sarà la terza volta che lo Zamora sfiderà la squadra uruguaiana: l’anno scorso durante la fase a giorni della Coppa Libertadores, quando la furia llanera rimediò due ko per 3-2 in Uruguay e 0-3 a Barinas.

La direzione di gara è stata assegnata ad una terna brasiliana che avrà come arbitro principale Leandro Vuaden, che sarà assistito da Bruno Boschilia e Bruno Raphael Pires.

Fioravante De Simone

Condividi: