Renzi: almeno 120 morti. Garantiremo la ricostruzione

Pubblicato il 24 agosto 2016 da ansa

Italian premier Matteo Renzi meets some rescuers in Amatrice (Rieti) central Italy, 24th august 2016. ANSA/ CHIGI PALACE PRESS OFFICE-TIBERIO BARCHIELLI

Italian premier Matteo Renzi meets some rescuers in Amatrice (Rieti) central Italy, 24th august 2016. ANSA/ CHIGI PALACE PRESS OFFICE-TIBERIO BARCHIELLI

ROMA. – Nelle aree colpite dal terremoto della scorsa notte “ci sono almeno 120 vite spezzate in questo momento”. Lo ha detto il premier Renzi – giunto in serata nella zona – parlando anche di “368 feriti e malati portati via da Amatrice e Accumoli con elicotteri ed eliambulanze da questa mattina”.

Renzi, che ha incontrato il ministro Delrio ed il capo della Protezione civile Curcio prima di partecipare a Rieti a una riunione operativa, ha spiegato che “l’emergenza avrà un lungo periodo di gestione, dovremo essere tutti all’altezza di questa sfida” assicurando che “la credibilità e l’onore di tutti noi sarà nel garantire una ricostruzione vera che consentirà agli abitanti di vivere, di ripartire”.

E già domani in Consiglio dei ministri (in programma alle 18) saranno presi “i primi provvedimenti” e sarà dichiarato lo stato d’emergenza. Il capo del Governo, che ha pure incontrato ad Amatrice i volontari che da questa mattina scavano per cercare di sottrarre vite umane alle macerie degli edifici distrutti dal sisma, ha sottolineato che “la macchina dei soccorsi si è messa in moto immediatamente” ed ha promesso che “da domani, per i prossimi mesi, saremo operativi sulla ricostruzione, ora è anche il momento in cui si possa far scendere qualche lacrime, per chi crede è momento della preghiera, per chi non crede è il momento del rispetto. Questo è il momento della commozione. Di fronte al dolore l’Italia mostra il suo volto più bello, dobbiamo essere orgogliosi”.

La zona più colpita dal terremoto – una scossa di magnitudo 6.0 avvenuta alle 3.36, seguita meno di un’ora dopo da un’altra di 5.4 e nell’intera giornata da più di altre 200 scosse di assestamento – è quella a cavallo fra Lazio, Umbria e Marche, nelle provincie di Rieti, Perugia ed Ascoli Piceno.

Quasi distrutti sono i paesi di Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto dove, secondo i soccorritori, la situazione è “peggiore di quella dell’Aquila”. E ad Amatrice è crollato uno dei simboli della città, lo storico Hotel Roma famoso per il ristorante che serve la tipica pasta “all’amatriciana”. Sono finora due i morti accertati nella struttura, ma secondo il sindaco al momento del crollo all’interno c’erano 70 persone.

Più in particolare, i morti sono 86 nell’area di Accumuli e Amatrice, nel reatino, e 34 nell’area di Arquata, nelle Marche. Fra di loro sono tanti i bambini, come un piccolo di 4 anni di Amatrice, deceduto in ospedale ad Ascoli Piceno, e Marisol, una bimba di 18 mesi sorpresa dal terremoto, mentre dormiva, nella casa delle vacanze in cui si trovava con i genitori ad Arquata del Tronto. La mamma, dell’Aquila, era scampata nel 2009 al sisma che aveva distrutto la sua città ed aveva deciso di trasferirsi ad Ascoli.

Numerosi i sopravvissuti, tanti estratti vivi dalle macerie. E per gli scampati sono già pronte numerose tendopoli, anche per trovare riparo dal freddo della notte. Timori emergono anche per le sorti del patrimonio culturale nelle zone più colpite.

Piccole crepe si sono aperte nella struttura esterna del Duomo di Urbino, che è stato transennato. Crolli nel monastero di S.Chiara a Camerino e, ad Amatrice, nella basilica di San Francesco e la chiesa di Sant’Agostino. Danni a Norcia alla Basilica di San Benedetto e alle mura.

Il ministero dei beni culturali ha allertato le sue unità di crisi, in azione la task force italiana dei Caschi Blu della Cultura. A Roma sottoposto a verifiche il Colosseo, ma nessun danno.

A Roma è rientrato dalla Sicilia il presidente Mattarella, a lui in una telefonata il presidente Usa Obama ha offerto “aiuto e assistenza”. Stessa offerta anche dal Segretario di Stato Kerry al ministro degli esteri Gentiloni. Solidarietà alle aree colpite dai più diversi ambiti della società civile, l’Abi invita le banche a sospendere i mutui per gli edifici danneggiati.

Sport in lutto, oggi e domani bandiere a mezz’asta sugli edifici pubblici.

Ultima ora

11:15Elezioni: Lodi, Pd perde dopo 20 anni di governo

(ANSA) - LODI, 26 GIU - Dopo oltre 20 anni di governo di centrosinistra, sconfitta in casa a Lodi per il coordinatore del Pd Lorenzo Guerini. Sara Casanova, segretaria cittadina della Lega Nord di Lodi, ha conquistato la poltrona di sindaco con il 56,9 per cento dei voti. Lodi esce dal commissariamento iniziato l'estate scorsa in seguito all'arresto per l'accusa di turbativa d'asta dell'allora sindaco Pd Simone Uggetti, che era succeduto a Guerini nella poltrona più alta del Broletto. Il centrodestra ha simbolicamente preso il Comune esponendo anche, tra le bandiere istituzionali, anche quella che raffigura il sole delle Alpi e la bandiera di Forza Italia.

11:12Siccità: vescovo Reggio Emilia, preghiere perchè piova

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 26 GIU - Preghiere contro la siccità. Il vescovo della diocesi di Reggio Emilia e Guastalla, mons. Massimo Camisasca - secondo quanto riferisce la stampa locale - ha inviato una lettera a tutti i parroci, chiedendo che si facciano preghiere nelle parrocchie per fare arrivare "piogge riparatrici di questa siccità". Nella lettera - confermata oggi dalla curia - il vescovo sottolinea come si "tratta certamente di raccomandare un uso equilibrato e attento dell'acqua ma nello stesso tempo anche di supplicare il Signore di venirci incontro con piogge riparatrici di questa siccità". Oltre alle preghiere si chiede di offrire "la Santa Messa durante una giornata di questa settimana possibilmente lunedì, martedì o mercoledì". (ANSA).

11:11Prendere la patente a Milano costa in media 1054 euro

(ANSA) - MILANO, 26 GIU - Nel 2016 i giovani tra i 18 e i 19 anni che hanno preso la patente sono stati 287.551, l'8,4% in meno del 2012, forse anche per il costo dei corsi. Lo dice il numero di Quattroruote in edicola domani, che ha condotto un'inchiesta nelle autoscuole di Milano, Roma e Napoli. Per un corso di guida per l'ottenimento della patente B, comprensivo di lezioni in aula di teoria, 10 ore di lezioni di pratica, sei ore di guida cosiddette certificate, ovvero obbligatorie per legge (due delle quali in autostrada o su strada extraurbana e due in orario notturno), e due esami, la cifra media richiesta dalle autoscuole milanesi si attesta su 1.054 €, con un minimo di 920 e un massimo che può arrivare anche 1.253€. Distanziate dal capoluogo lombardo di circa 200 € in media sono sia Roma sia Napoli: quest'ultima risulta comunque più cara della capitale, con un minimo di 750 € e un massimo di 860, contro i 690 e gli 880 della seconda.

11:07Diritti tv: colpo Tim, Olimpiadi 2018 e 2020 sul mobile

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - Colpo grosso di Tim: il gruppo guidato da Flavio Cattaneo avrà in esclusiva per il mobile i diritti tv per le Olimpiadi invernali del 2018 a PyeongChang e per quelle estive del 2020 a Tokyo. Lo apprende l'Ansa. L'accordo di esclusiva con Discovery ha appena ottenuto il via libera del Cio.

11:07Ritorno in classe a luglio: preside scuola, c’è ispezione

(ANSA) - NIESCEMI (CALTANISSETTA), 26 GIU - "C'è un'ispezione in corso e per ruolo istituzionale non intendo parlare della vicenda, e non lo farò". Si chiude dietro a un 'no comment' il professore Ferdinando Cannizzo, preside dell'istituto di istruzione superiore "Leonardo Da Vinci", di Niscemi, dove 1.200 studenti e 120 docenti dovranno tornare a scuola, dal 17 al 22 luglio, per completare il numero di ore di presenza obbligatoria dell'anno scolastico 2016-2017, ridotto a dicembre e a gennaio per il mancato funzionamento degli impianti di riscaldamento. "Una cosa però - aggiunge il preside parlando con l'ANSA - ci tengo a dirla: di fronte a un inverno rigido e a delle difficoltà reali non si è perso un giorno di scuola. E questo grazie al grande senso di responsabilità di studenti, genitori, professori e personale Ata. Hanno dimostrato con i fatti di tenere veramente al diritto allo studio".

11:05Terrorismo: foreign fighter davanti a gip non risponde

(ANSA) - ALESSANDRIA, 26 GIU - Si è avvalsa della facoltà di non rispondere Lara Bombonati, fermata nei giorni scorsi con l'accusa di terrorismo internazionale. La foreign fighter italiana, 26 anni, è comparsa questa mattina per la convalida dell'arresto davanti al gip del tribunale di Alessandria, Tiziana Belgrano. La giovane è assistita dall'avvocato Laura Nicoletta Masuelli, del foro di Alessandria. "Non posso dire nulla", le uniche parole del legale d'ufficio. L'udienza si è svolta nel carcere don Soria di Alessandria. La polizia penitenziaria sta ora riportando Bombonati nel carcere di Torino, dove è detenuta.(ANSA).

10:58Tortura: Mattarella, più sforzi a tutela vittime

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - "Vanno intensificati gli sforzi per dare voce e offrire tutela a tutte le vittime di ogni forma di tortura e per sradicare questa pratica". E' quanto afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio in occasione della Giornata Internazionale a sostegno delle Vittime della Tortura. "Sevizie e violenze, infatti - sottolinea Mattarella - costituiscono una delle più gravi violazioni dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, sempre e ovunque abbiano luogo". "Il 26 giugno di 30 anni fa entrava in vigore - ricorda il Capo dello Stato - la Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura e le altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti. Fu una scelta di civiltà della Comunità Internazionale per riaffermare la dignità della persona". E, conclude Mattarella, "il nostro Paese, che ha ratificato la Convenzione contro la tortura nel 1989, ne promuove la più ampia ratifica a livello globale".

Archivio Ultima ora