Renzi: almeno 120 morti. Garantiremo la ricostruzione

Pubblicato il 24 agosto 2016 da ansa

Italian premier Matteo Renzi meets some rescuers in Amatrice (Rieti) central Italy, 24th august 2016. ANSA/ CHIGI PALACE PRESS OFFICE-TIBERIO BARCHIELLI

Italian premier Matteo Renzi meets some rescuers in Amatrice (Rieti) central Italy, 24th august 2016. ANSA/ CHIGI PALACE PRESS OFFICE-TIBERIO BARCHIELLI

ROMA. – Nelle aree colpite dal terremoto della scorsa notte “ci sono almeno 120 vite spezzate in questo momento”. Lo ha detto il premier Renzi – giunto in serata nella zona – parlando anche di “368 feriti e malati portati via da Amatrice e Accumoli con elicotteri ed eliambulanze da questa mattina”.

Renzi, che ha incontrato il ministro Delrio ed il capo della Protezione civile Curcio prima di partecipare a Rieti a una riunione operativa, ha spiegato che “l’emergenza avrà un lungo periodo di gestione, dovremo essere tutti all’altezza di questa sfida” assicurando che “la credibilità e l’onore di tutti noi sarà nel garantire una ricostruzione vera che consentirà agli abitanti di vivere, di ripartire”.

E già domani in Consiglio dei ministri (in programma alle 18) saranno presi “i primi provvedimenti” e sarà dichiarato lo stato d’emergenza. Il capo del Governo, che ha pure incontrato ad Amatrice i volontari che da questa mattina scavano per cercare di sottrarre vite umane alle macerie degli edifici distrutti dal sisma, ha sottolineato che “la macchina dei soccorsi si è messa in moto immediatamente” ed ha promesso che “da domani, per i prossimi mesi, saremo operativi sulla ricostruzione, ora è anche il momento in cui si possa far scendere qualche lacrime, per chi crede è momento della preghiera, per chi non crede è il momento del rispetto. Questo è il momento della commozione. Di fronte al dolore l’Italia mostra il suo volto più bello, dobbiamo essere orgogliosi”.

La zona più colpita dal terremoto – una scossa di magnitudo 6.0 avvenuta alle 3.36, seguita meno di un’ora dopo da un’altra di 5.4 e nell’intera giornata da più di altre 200 scosse di assestamento – è quella a cavallo fra Lazio, Umbria e Marche, nelle provincie di Rieti, Perugia ed Ascoli Piceno.

Quasi distrutti sono i paesi di Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto dove, secondo i soccorritori, la situazione è “peggiore di quella dell’Aquila”. E ad Amatrice è crollato uno dei simboli della città, lo storico Hotel Roma famoso per il ristorante che serve la tipica pasta “all’amatriciana”. Sono finora due i morti accertati nella struttura, ma secondo il sindaco al momento del crollo all’interno c’erano 70 persone.

Più in particolare, i morti sono 86 nell’area di Accumuli e Amatrice, nel reatino, e 34 nell’area di Arquata, nelle Marche. Fra di loro sono tanti i bambini, come un piccolo di 4 anni di Amatrice, deceduto in ospedale ad Ascoli Piceno, e Marisol, una bimba di 18 mesi sorpresa dal terremoto, mentre dormiva, nella casa delle vacanze in cui si trovava con i genitori ad Arquata del Tronto. La mamma, dell’Aquila, era scampata nel 2009 al sisma che aveva distrutto la sua città ed aveva deciso di trasferirsi ad Ascoli.

Numerosi i sopravvissuti, tanti estratti vivi dalle macerie. E per gli scampati sono già pronte numerose tendopoli, anche per trovare riparo dal freddo della notte. Timori emergono anche per le sorti del patrimonio culturale nelle zone più colpite.

Piccole crepe si sono aperte nella struttura esterna del Duomo di Urbino, che è stato transennato. Crolli nel monastero di S.Chiara a Camerino e, ad Amatrice, nella basilica di San Francesco e la chiesa di Sant’Agostino. Danni a Norcia alla Basilica di San Benedetto e alle mura.

Il ministero dei beni culturali ha allertato le sue unità di crisi, in azione la task force italiana dei Caschi Blu della Cultura. A Roma sottoposto a verifiche il Colosseo, ma nessun danno.

A Roma è rientrato dalla Sicilia il presidente Mattarella, a lui in una telefonata il presidente Usa Obama ha offerto “aiuto e assistenza”. Stessa offerta anche dal Segretario di Stato Kerry al ministro degli esteri Gentiloni. Solidarietà alle aree colpite dai più diversi ambiti della società civile, l’Abi invita le banche a sospendere i mutui per gli edifici danneggiati.

Sport in lutto, oggi e domani bandiere a mezz’asta sugli edifici pubblici.

Ultima ora

02:34CC Firenze, ragazze sentite per oltre 12 ore

(ANSA) - FIRENZE, 22 NOV - Dodici ore e mezzo la durata-record dell'incidente probatorio all'aula bunker di Firenze sul caso della denuncia di due carabinieri per violenza sessuale contro due studentesse americane il 7 settembre scorso in città. Sono state sentite le due ragazze dal Gip Mario Profeta in lunghe deposizioni durate rispettivamente circa 7 ore la prima e cinque ore e mezzo la seconda. All'uscita dell'aula gli avvocati hanno sottolineato che sono state fatte solo brevi pause per necessità personali. L'incidente probatorio è cominciato stamani alle 10 e si è concluso intorno alle 22.30. Al termine del fuoco di fila delle centinaia di domande fatte dal gip, comunque meno di quelle proposte della difesa, secondo gli avvocati delle due giovani statunitensi, 19 e 21 anni, si è rafforzata l'ipotesi di reato. La difesa ha insistito sulla tesi di un rapporto consenzienti, che le ragazze hanno negato decisamente per tutta la deposizione, tra pianti e malori.

01:25Champions:Nainggolan,dopo loro gol ci siamo un po’ sfasciati

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Di Francesco ha detto che non dobbiamo pensare di essere diventati tutti bravi? Se il mister ha detto così avrà avuto i suoi motivi. Io penso che abbiamo fatto un buon primo tempo. Potevamo sfruttare meglio l'ultimo passaggio e poi dopo il loro gol ci siamo un po' sfasciati''. Nonostante il ko con l'Atletico, ai microfoni di "Premium Champions", il centrocampista della Roma Radja Nainggolan vede il bicchiere mezzo pieno: ''Però all'inizio del girone nessuno avrebbe detto che ci saremmo giocati la qualificazione contro il Qarabag all'ultima giornata. Rispetto all'andata ci siamo difesi molto, avevamo più paura di sbagliare, ora abbiamo la possibilità di passare e abbiamo giocato con più personalità''. ''Simeone ha detto che sarei un giocatore straordinario per l'Atletico Madrid? Sono sempre belle parole ma io sono qui, sono felice di rappresentare questa squadra. Ho fatto una scelta chiara due anni fa e l'anno scorso e non vedo perché dovrei cambiare squadra''.

01:20Champions: Allegri, molto importante non aver subito gol

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Le critiche servono a migliorare a riflettere sugli errori. E' stata un partita bella tatticamente, abbiamo subito pochissimo e avevamo davanti un Barcellona che quest'anno difende molto meglio''. Ai microfoni di 'Premium Champions', l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri analizza lo 0-0 contro il Barcellona: ''Nel primo tempo abbiamo avuto delle situazioni favorevoli, mentre nella ripresa ci hanno concesso meno anche se qualcosa abbiamo creato. Non dimentichiamoci che giocavamo contro il Barcellona. L'atteggiamento mi è piaciuto, in queste partite bisogna difendere tutti, abbiamo giocato a tre dietro ma in sostanza i giocatori erano gli stessi delle ultime gare però stasera tutti hanno difeso. Non mi interessava il risultato, mi interessava l'atteggiamento, dovevamo metterci il cuore: se la Juve difende come sa non prende gol''. ''Ora - aggiunge Allegri - da qui fino al 6 gennaio avremo dei giorni per allenarci con continuità per poter migliorare il gioco''

00:45Champions: qualificate agli ottavi Chelsea e Barcellona

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Dopo i match di questa sera della quinta giornata della fase a gironi della Champions League passano agli ottavi di finale con un turno d'anticipo il Chelsea e il Barcellona, le formazioni dei gironi di Roma e Juventus.

00:43Champions: Valverde’Messi in panchina? Anche lui riposa’

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - ''Ci sono momenti in cui nonostante l'enorme qualità Messi ha bisogno di riposare in una partita dura come quella contro la Juve''. Il tecnico del Barcellona Ernesto Valverde spiega così la sua decisione di lasciare Leo Messi inizialmente in panchina nel match di Champions a Torino contro la Juventus. ''Siamo felici per la qualificazione - aggiunge Valverde ai microfoni di Mediaset Premium - abbiamo cercato di dominare il gioco anche se abbiamo sofferto, giocare con la Juve non è mai semplice''.

00:37Champions: Di Francesco, vinto chi aveva più rabbia

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "E' stata una partita equilibrata, fino al loro gol: ha vinto alla fine chi aveva piu' rabbia". E' la disamina della partita con l'Atletico Madrid da parte di Eusebio Di Francesco. "Nel primo tempo abbiamo recuperato tanti palloni, ma per la squadra che siamo abbiamo fatto troppi errori - le parole del tecnico della Roma, a Mediaset Premium - Ci vuole più cattiveria, non solo in fase difensiva ma anche nell'ultimo passaggio". Di Francesco ha negato che la Roma abbia 'mollato' dopo il derby. "Euforia da derby? L'euforia fa bene, la presunzione no: dobbiamo essere più cattivi, questa è la lezione di stasera".

00:34Champions: Psg a valanga con il Celtic

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Paris Saint Germain-Celtic 7-1 in un match della quinta giornata del gruppo B di Champions League. In gol Dembelè (2' pt), Neymar (9' e 22' pt), Cavani (28' pt e 34' st), Mbappè (35' pt), Verratti (30' st) e Dani Alves (35' st). Nello stesso gruppo Anderlecht-Bayern Monaco 1-2: in gol Lewandowski (6' st), Hanni (18' st) e Tolisso (32' st). Nel gruppo A Basilea-Manchester United 1-0, in gol Lang al 44' st.

Archivio Ultima ora