Siria: i curdi si ritirano. Nuova strage bimbi a Aleppo

Pubblicato il 25 agosto 2016 da ansa

A view of damages caused by several rocket that hit some residential neighborhoods in the northern city of Aleppo, Syria, on 25 August 2016. EPA/STR

A view of damages caused by several rocket that hit some residential neighborhoods in the northern city of Aleppo, Syria, on 25 August 2016. EPA/STR

BEIRUT – La città siriana di Jarablus, al confine turco, è stata strappata all’Isis e le forze curde hanno accettato di ritirarsi ad est dell’Eufrate, abbandonando ad un consiglio militare la città di Manbij da cui due settimane fa avevano cacciato i jihadisti dello Stato islamico con l’aiuto degli Usa.

La Turchia sembra avere raggiunto gli obiettivi dell’operazione ‘Scudo dell’Eufrate’, lanciata ieri quando le sue forze speciali avevano varcato il confine con la Siria. Ma Ankara avverte che per ora i suoi militari rimarranno a Jarablus.

Ad Aleppo invece gli attivisti denunciano l’ennesima strage di civili e bambini per un bombardamento con barili-bomba effettuato da elicotteri governativi siriani su un quartiere della città ‘martire’ in mano agli insorti.

L’Aleppo Media Center fornisce un bilancio di 13 uccisi. L’Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus) parla di 15 morti, dei quali 11 minorenni. Osama Abo Elezz, un medico citato dall’Ap, afferma che i bambini uccisi sono 10, compreso uno di due mesi e una bambina di 3 anni.

Usa e Russia, nel frattempo, tornano a discutere di una possibile azione congiunta che, nelle intenzioni di Washington, dovrebbe portarli a concentrarsi sulla lotta all’Isis con bombardamenti congiunti in Siria.

Il segretario di Stato John Kerry e il ministro della Difesa Serghei Lavrov si incontreranno domani a Ginevra, da dove oggi l’inviato speciale dell’Onu, Staffan De Mistura, è tornato a chiedere una tregua di almeno 48 ore per portare aiuti umanitari alla popolazione di Aleppo, sia nella parte orientale in mano agli insorti, sia in quella occidentale controllata dal governo.

– La Russia ha già detto di sì, ora aspettiamo la risposta degli altri, i nostri convogli sono pronti a partire – ha sottolineato De Mistura.

Ma per ora la popolazione di entrambe le parti continua a rimanere ostaggio dei combattimenti. E prima della notizia della strage di bambini, altri 8 civili erano stati uccisi da razzi lanciati da gruppi di insorti sui quartieri controllati dai lealisti.

A minacciare i tentativi di collaborazione tra Usa e Russia potrebbe essere un nuovo scontro all’interno del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, dopo che un’inchiesta durata un anno delle Nazioni Unite e dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac) ha stabilito che il regime siriano ha usato in almeno due occasioni gas cloro nei bombardamenti, e una volta l’Isis ha impiegato iprite.

Se gli americani dovessero chiedere di sanzionare il governo di Damasco, potrebbero trovarsi ad affrontare la resistenza di Mosca e della Cina. Secondo media di Ankara oggi altri 10 carri armati turchi hanno varcato il confine con la Siria, aggiungendosi ai 20 di ieri, nell’ambito dell’operazione ‘Scudo dell’Eufrate’, in cui sono impegnati anche 350 militari a terra e aerei che bombardano le postazioni dell’Isis insieme a quelli americani. E per ora non se ne andranno.

La Turchia, ha detto il ministro della Difesa di Ankara, Fikri Isik, “ha diritto a rimanere” con il suo esercito nel nord della Siria finché la zona di Jarablus non sarà totalmente sotto il controllo dei ribelli dell’Esercito siriano libero (Esl), entrati anch’essi dal territorio turco.

Ma la preoccupazione principale di Ankara sembra quello di tenere lontani dalla frontiera le formazioni curde dell’Ypg, che con la conquista di Jarablus avrebbero potuto saldare vasti territori sotto il loro controllo nel nord della Siria.

E’ stato John Kerry oggi a comunicare al ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu che le forze curde avevano cominciato a ritirarsi ad est dell’Eufrate, come chiesto dalla Turchia e promesso dagli Stati Uniti. Il ministro Isik ha confermato che l’abbandono dei curdi è iniziato e dovrebbe completarsi “entro due settimane”. Oltre che con gli Usa la Turchia sembra intenzionata a rimanere in stretto contatto anche con la Russia, tenendola informata sulle proprie mosse militari.

Sempre fonti di stampa turche hanno detto infatti che la situazione sarà esaminata domani ad Ankara in un incontro tra i capi di Stato maggiore delle forze armate russe e turche, Valeri Gherasimov e Hulusi Akar. Intanto il primo ministro iracheno Haidar al Abadi ha annunciato oggi che le forze governative hanno strappato all’Isis la città di Qayyara, una sessantina di chilometri a sud di Mosul, la ‘capitale’ dello Stato islamico in Iraq.

La vittoria odierna, ha aggiunto Al Abadi, rappresenta “un passo importante” per la riconquista di Mosul. Le forze governative sono entrate a Qayyara dopo una settimana di combattimenti. Il mese scorso avevano strappato all’Isis una vicina base aerea.

Ultima ora

16:52Catalogna: Madrid coordinerà polizia, anche i Mossos

(ANSA) - ROMA, 23 SET - I vertici della polizia nazionale spagnola, la Guardia Civil e i Mossos d'Esquadra, la polizia catalana, che hanno il compito di garantire la sicurezza e l'ordine in Catalogna in vista del proclamato referendum sull'indipendenza il prossimo primo ottobre, saranno coordinati da un alto ufficiale del ministero degli Interni di Madrid. Lo riferisce El Mundo. Ma la mossa non è piaciuta al governo di Barcellona che ha già avvertito Madrid che "non accetterà" che tale decisione. Secondo El Pais, il coordinamento è stato affidato a Diego Pérez de los Cobos, già colonnello della Guardia Civil e direttore dell'Ufficio di Coordinamento del Segretario di Stato per la Sicurezza. Los Cobos è stato nominato dal Procuratore come "direttore tecnico".

16:48Abusi minore senza colpevoli, reati prescritti dopo 16 anni

(ANSA) - TORINO, 23 SET - Sono emerse "alcune anomalie", a Torino, nell'iter del processo per abusi sessuali su una minorenne terminato giovedì sera in Cassazione con l'annullamento senza rinvio della sentenza per la prescrizione dei reati. E' quanto rivela Arturo Soprano, presidente della Corte d'appello di Torino, che oggi, a Palazzo di Giustizia, ha cominciato ad acquisire informazioni e a svolgere accertamenti. "Se dovessero ravvisarsi delle responsabilità - aggiunge il magistrato - prenderemo dei provvedimenti". La storia inizia nel 2001 quando una ragazza, allora sedicenne, abusata del padre viene affidata a una comunità, a Torino, dove la giovane è a sua volta vittima di abusi da parte di un'operatrice che la costringe anche a partecipare a orge. "Per ora - osserva Soprano - abbiamo avuto un pubblico ministero solerte, che ha chiuso in fretta le indagini preliminari, un processo di primo grado con tempistiche da lumaca, un periodo di vuoto fra il 2007 e il 2013, tre anni per fissare l'udienza. Accerteremo il motivo".

16:44Ucraina: Saakashvili solo multato per ingresso illegale

(ANSA) - MOSCA, 23 SET - Una multa di 130 dollari: è questa la condanna inflitta ieri da un tribunale di Leopoli all'ex governatore georgiano ed ex governatore della regione di Odessa, Mikheil Saakashvili, per essere entrato illegalmente in Ucraina dalla Polonia con decine di sostenitori che gli hanno aperto la strada scontrandosi con le guardie di frontiera. Secondo la procura generale ucraina, Saakashvili non sarà né arrestato né estradato in Georgia, dove è accusato di malversazione e appropriazione indebita, crimini che lui nega e ritiene gli siano contestati per motivi politici. Il presidente ucraino Petro Poroshenko a fine luglio ha revocato la cittadinanza ucraina all'ex leader della Rivoluzione delle Rose mentre questi si trovava all'estero vietandogli di rimettere piede nel paese e minacciando di estradarlo in Georgia.

16:32Isis: raid a Istanbul, arrestati 36 presunti jihadisti

(ANSA) - ISTANBUL, 23 SET - Almeno 36 presunti membri dell'Isis sono stati arrestati dalla polizia di Istanbul. Lo riferisce l'agenzia di stampa turca Anadolu. In base a quanto si è appreso, le forze dell'antiterrorismo hanno condotto raid in 15 abitazioni di Istanbul arrestando cinque sospetti che avrebbero viaggiato in Siria e in Iraq per l'Isis. Altri 31 sospetti sono stranieri, ma le loro nazionalità non sono state rese note.

16:31Terremoto: capo protezione civile visita cantieri Sae Norcia

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 23 SET - Il capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli ha visitato a Norcia i cantieri sulle Soluzione abitative d'emergenza. "Siamo qui per verificare l'andamento dei lavori sulle aree Sae, che a quanto abbiamo potuto constatare procedono regolarmente e secondo le tempistiche previste", ha detto. "Ovviamente si può accelerare - ha aggiunto Borrelli - e si può fare meglio, ma tutti stiamo lavorando con il massimo impegno". L'obiettivo rimane quello di consegnare le casette a tutti gli assegnatari del comune di Norcia entro novembre, con le ultime realizzazioni che saranno terminate nei primi giorni di dicembre. Ad accompagnare il capo dipartimento, il dirigente della Protezione civile regionale Alfiero Moretti, il vicesindaco del di Norcia, Pietro Luigi Altavilla, insieme all'assessore Giuliano Boccanera. Presente al sopralluogo anche il nuovo comandante della compagnia carabinieri di Norcia, Pasqualino Trotta. "La visita di Borrelli - ha sottolineato Altavilla - è quanto mai costruttiva. Abbiamo chiesto alle ditte di aumentare il personale, anche per non farci sorprendere dal maltempo che potrebbe arrivare da un momento all'altro e rallentare quindi i lavori, quando invece è quanto mai necessario rispettare il più possibile i tempi". (ANSA).

16:17Calcio: Spalletti, pronti a reagire dopo Bologna

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 23 SET - "Ho guardato bene i miei giocatori, sono i primi ad essere stati dispiaciuti per la prestazione di Bologna e nel dispiacere c'è l'automatica reazione a dare qualcosa di più. Sono sicuro che avverrà. Sono stimolati": così il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti alla vigilia della partita contro il Genoa in cui sono attesi oltre 50 mila tifosi. Un aspetto che ha colpito molto l'allenatore nerazzurro: "Il pubblico ha capito il nostro dispiacere, sono tornati in massa e sono uno stimolo in più. Dobbiamo assolutamente fare qualcosa di diverso di quello che abbiamo fatto nel primo tempo di Bologna, ma se non fossi stato in panchina sarei in mezzo ai tifosi. Perché questa squadra mi stimola. Dobbiamo assorbire la loro voglia, è un pò di tempo che vogliono festeggiare".

16:11Calcio: Liga, Atletico Madrid-Siviglia 2-0

(ANSA) - ROMA, 23 SET - L'Atletico Madrid ha battuto 2-0 il Siviglia in un anticipo della sesta giornata del campionato spagnolo e si è portato al secondo posto in classifica con 14 punti a una lunghezza dal Barcellona, impegnato stasera in casa del Girona. I gol dell'Atletico, che in Champions League è inserito nello stesso gruppo della Roma, sono arrivati entrambi nella ripresa: al 1' ha segnato Ferreira Carrasco mentre il raddoppio è stato opera di Griezmann al 24'.

Archivio Ultima ora