Franceschini: “La sfida è ricostruire i borghi”

Pubblicato il 25 agosto 2016 da ansa

Una delle immagini riprese il 22 e 23 agosto ad Amatrice da Valeria Valenti, un'operatrice turistica di Corinaldo (Ancona) che aveva trascorso due giorni di vacanza nella cittadina. La donna aveva pranzato martedì all'Hotel Roma, poi aveva proseguito il suo giro turistico in città. La sera lei e il compagno hanno deciso di non fermarsi per la notte, ma di rientrare nelle Marche. Valeria ha fatto queste foto durante la sua breve vacanza, "scatti senza pretese, fatti con lo smartphone, ma ora vorrei donarle al sindaco di Amatrice, perché documentano il 'prima', un patrimonio che mai saremo capaci di ricostruire".      ANSA /  Valeria Valenti

Una delle immagini riprese il 22 e 23 agosto ad Amatrice da Valeria Valenti, un’operatrice turistica di Corinaldo (Ancona) che aveva trascorso due giorni di vacanza nella cittadina. La donna aveva pranzato martedì all’Hotel Roma, poi aveva proseguito il suo giro turistico in città. La sera lei e il compagno hanno deciso di non fermarsi per la notte, ma di rientrare nelle Marche. Valeria ha fatto queste foto durante la sua breve vacanza, “scatti senza pretese, fatti con lo smartphone, ma ora vorrei donarle al sindaco di Amatrice, perché documentano il ‘prima’, un patrimonio che mai saremo capaci di ricostruire”. ANSA / Valeria Valenti

ROMA – Solo ad Amatrice le facciate spezzate delle Chiese di Sant’Agostino e di San Francesco, il collasso di Sant’Emidio che alloggiava il Museo Civico con i suoi tanti tesori, il crollo della Porta Carbonara. E poi ci sono la chiesa di Santa Croce distrutta ad Arquata del Tronto, i palazzi e le chiese crollate ad Accumoli, torri, rocche, abbazie.

– Il terremoto dell’altra notte – tira le fila il ministro della cultura Franceschini – ha devastato il patrimonio culturale dell’Italia centrale, ferita nelle sue chiese, nei suoi monumenti. Ma la situazione è se possibile ancora più grave. Perché qui, nei paesi martoriati di Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo, non è solo questione di singole opere d’arte da piangere e da restaurare. La sfida è ricostruire i borghi. Le comunità ce lo chiedono e credo che l’Italia glielo debba.

L’occasione è una conferenza stampa convocata nel tardo pomeriggio al Collegio Romano per fare il punto sugli interventi per la tutela.

– Sappiamo bene che in queste ore di emergenza la tutela del patrimonio non è la priorità – premette – ma noi comunque dovevamo muoverci e l’abbiamo fatto subito.

Perché anche l’arte ferita, si sa, non può aspettare, i primi momenti sono fondamentali. Sul posto della tragedia però, con le scosse che ancora si susseguono violente, i tecnici del ministero non possono ancora andare. Lo hanno fatto per loro i carabinieri dei beni culturali, 50 uomini che da ieri mattina girano per i territori facendo la conta dei disastri.

I loro primi report sono stati drammatici. Il ministro conta 293 beni culturali danneggiati nell’epicentro. E viene subito chiarito che quei 293 sono “tutti i beni culturali esistenti nel raggio di 20 chilometri dall’epicentro”.

In pratica almeno nel centro, le scosse non hanno risparmiato niente. Con 50 edifici, soprattutto chiese, che sono addirittura crollati o hanno avuto danni gravissimi. Troppo presto per elenchi dettagliati, ma vengono confermati i crolli parziali delle due chiese simbolo di Amatrice, e quello della Porta Carbonara, la porta d’accesso al Corso del paese, preziosissima come documento storico.

La torre campanaria della Chiesa di Sant’Agostino, altra preziosa testimonianza che era attigua alla porta crollata, è invece ancora in piedi, ma “andrebbe messa in sicurezza subito, con cerchiaggi e puntellamenti”. Ora però non si può. E non solo perché c’è da occuparsi della popolazione.

– Bisogna aspettare che la terra smetta di tremare così tanto, in questo momento è troppo pericoloso, non possiamo permettere a nessuna delle nostre squadre di entrare in azione – spiega gentile Antonia Pasqua Recchia, il segretario generale del ministero, che da subito coordina gli interventi.

Troppo presto anche per parlare di bilanci definitivi, chiarisce.
– E’ chiaro che 293 è un numero destinato a salire di molto, perché la zona in cui ha colpito il terremoto è molto più vasta, si scopriranno danni lungo le linee di faglia verso Toscana, Marche, Abruzzo. Dovremo presto aggiornare i numeri.

Intanto si pensa ai teloni per mettere al riparo chiese ed edifici sventrati dalla pioggia che potrebbe arrivare, le protezioni per le macerie, dalle quali bisognerà recuperare in fretta anche i frammenti più piccoli necessari per la ricostruzione. Come atto simbolico arriva la solidarietà dei musei d’Italia.

Come ha fatto anche a Torino il sindaco Appendino, Franceschini ha annunciato che l’incasso dei musei di domenica 28 agosto, verrà tutto devoluto alla ricostruzione del patrimonio culturale ferito. E naturalmente si aspettano fondi dal governo. Perché le risorse che serviranno non sono certo poche.

– Ma la sfida è più ampia – rilancia il ministro – la sfida è ricostruire i borghi, quello come Amatrice, che era già nella lista di quelli più belli d’Italia. Si può fare – dice -, anche assicurando la sicurezza antisismica. E’ un lavoro difficile e lungo, ci sarà da mettere insieme le necessità di beni pubblici, beni ecclesiastici, beni privati. Ma è una sfida che bisogna raccogliere.

L’Aquila, con le sue macerie rimaste in strada per anni, sembra proprio un passato da non ripetere.

(Silvia Lambertucci/ANSA)

Ultima ora

15:03Vitalizi: M5s, approdo in Aula Ddl è nostra vittoria

(ANSA) - ROMA, 25 MAG "L'approdo in Aula del ddl sul taglio dei vitalizi è una nostra vittoria. Ora speriamo che il Pd favorisca un iter del provvedimento veloce e, soprattutto, garantisca i voti necessari della sua maggioranza in entrambe le Camere, opponendosi al voto segreto". E' quanto affermano in una nota i deputati M5S della commissione Affari costituzionali, che aggiungono: "Se ci fosse una reale volontà, il provvedimento potrebbe diventare legge in due settimane, così come è accaduto quando si è trattato di approvare la scellerata legge Boccadutri sul finanziamento ai partiti". "Quando c'è una chiara intenzione politica dietro le dichiarazioni di facciata, le cose si fanno in fretta - concludono gli esponenti pentastellati - staremo a vedere e noi, come abbiamo detto più volte, voteremo a favore".

15:02Manchester: May a Trump, intelligence resti al sicuro

(ANSA) - LONDRA, 25 MAG - "Chiarirò al presidente Trump che le informazioni di intelligence condivise tra le nostre autorità devono restare al sicuro". Lo ha detto la premier britannica Theresa May prima di partire alla volta di Bruxelles per il summit della Nato.

14:59Migranti: Unicef, 200 bimbi morti in 5 mesi nel Mediterraneo

(ANSA) - PALERMO, 25 GIU - Sono almeno 200 i bambini morti lungo la rotta del Mediterraneo centrale dal Nord Africa all'Italia, da inizio d'anno, per una media di più di un bimbo al giorno. Inoltre, tra il primo gennaio e il 23 maggio oltre 45 mila rifugiati e migranti sono arrivati in Italia via mare, con un aumento del 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo dato comprende anche circa 5.500 minorenni non accompagnati - con un aumento del 22% dal 2016 - che sono circa il 92% di tutti i bambini arrivati in Italia traverso la rotta del Mediterraneo centrale. Sono gli ultimi, drammatici, dati diffusi dall'Unicef, in vista dell'incontro tra i leader dei Paesi del G7 a Taormina. Alla spiaggia di Sant'Erasmo, a Palermo, l'organizzazione internazionale ha realizzato l'iniziativa "Barchette in mare, non per gioco", nel corso della quale il medico di Lampedusa, Pietro Bartolo, è stato nominato "ambasciatore di buona volontà per Unicef".

14:56Russia: fermati 4 ‘terroristi Isis’, obiettivo Mosca

(ANSA) - MOSCA, 25 MAG - I servizi di sicurezza russi (Fsb) annunciano di aver fermato a Mosca quattro presunti terroristi di un gruppo affiliato all'Isis che stava preparando attentati nella rete dei trasporti della capitale russa con ordigni artigianali. Secondo i servizi segreti, i quattro prendevano ordini direttamente dall'Isis in Siria, dove prevedevano di andare dopo gli attentati. I presunti terroristi sono cittadini russi e di paesi dell'Asia centrale. "Nel corso delle perquisizioni nelle abitazioni dei fermati - fa sapere l'Fsb - è stato trovato un laboratorio per la produzione di esplosivi, un ordigno artigianale pronto per l'uso con elementi lesivi, nonché armi da fuoco automatiche, munizioni, granate, letteratura e video di carattere estremistico e terroristico".

14:47Migranti: insulta e minaccia sindaco su Fb, denunciato

(ANSA) - MILANO, 25 MAG - E' stato individuato e denunciato un ventiquattrenne che, nei giorni scorsi, aveva pesantemente insultato via Facebook, augurandole di essere vittima di uno stupro, il sindaco di Cinisello Balsamo (Milano), Silvia Trezzi, dopo che il primo cittadino aveva aderito al protocollo per l'accoglienza diffusa elaborato dalla Prefettura di Milano. "Mi vergogno e chiedo scusa", avrebbe detto il giovane dai carabinieri di Sesto San Giovanni (Milano) per diffamazione aggravata. Il giovane, rintracciato a seguito della querela del primo cittadino, ha riferito di aver inviato a Silvia Trezzi un messaggio di scuse. Non apparterebbe a una particolare parte politica.

14:45Manchester: la regina all’ospedale in visita ai feriti

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - La regina Elisabetta è arrivata all'ospedale pediatrico di Manchester per visitare alcuni dei feritI nell'attacco alla Manchester Arena. La regina nel corso della sua visita ha incontrato i medici e il personale sanitario che stanno curando le decine di feriti nella strage. Oltre a loro la sovrana ha portato la propria solidarietà ai ricoverati, in particolare i bambini all'interno della clinica pediatrica, e i familiari. Sono 12 i bambini - su un totale di 64 feriti - che sono stati trasportati in ambulanza nel maggiore ospedale della città inglese. Elisabetta all'arrivo è stata accolta degli applausi della gente.

14:38Commenti non graditi su Fb, coniugi aggrediscono vicino

(ANSA) - BUCINE (AREZZO), 25 MAG - Coniugi aggrediscono e minacciano un vicino di casa come risposta a commenti su Facebook nei loro confronti. E' accaduto a Bucine (Arezzo). Secondo la ricostruzione dei carabinieri, la coppia, una 36enne e un 28enne, avrebbe sfondato la porta d'ingresso dell'abitazione dell'uomo, un 35enne, provocando danneggiamenti e minacciandolo poi di morte per aver postato sul social network un commento 'poco lusinghiero' soprattutto nei confronti della donna. L'uomo, spaventato, ha chiamato i carabinieri che hanno denunciato i due per danneggiamento aggravato e minacce.

Archivio Ultima ora