Orrore Isis, in un video bambini “giustiziano” prigionieri

Pubblicato il 26 agosto 2016 da ansa

Orrore Isis, in un video bambini “giustiziano” prigionieri

Orrore Isis, in un video bambini “giustiziano” prigionieri

ROMA – In nuovo aberrante video, lo Stato islamico è tornato a mostrare al mondo i suoi ‘leoncini’, ovvero i bambini combattenti killer. Non è la prima volta e, in questo caso, li mostra mentre a Raqqa ‘giustiziano’ dei prigionieri. Sono cinque bambini stranieri, ha spiegato la macchina della propaganda dell’Isis.

Come riferisce via Twitter il Site, sito che monitora l’attività jihadista online, si tratta di un bambino britannico, uno egiziano, uno curdo, uno tunisino e uno uzbeko. In una foto li si può vedere affiancati l’uno all’altro, con indosso la tuta mimetica, mentre sollevano al cielo il pugno che stringe la pistola. Davanti a loro, in ginocchio, ci sono altrettanti prigionieri, che indossano la tristemente nota tuta arancione dei condannati a morte dello Stato Islamico.

Si tratta di una notizia che segue di pochi giorni quella di una bambino kamikaze, di 12 anni, che domenica scorsa si è fatto esplodere ad un ricevimento di nozze a Gaziantep, nel sud della Turchia, causando la morte di oltre 50 persone. E ancora, appena il giorno dopo, quella del bambino con indosso una cintura esplosiva celata sotto la maglietta del campione di football Lionel Messi e fermato dalla polizia a Kirkuk, in Iraq, poco prima si facesse saltare in aria. Il suo fratellino non è stato fermato in tempo: un’ora prima si è fatto esplodere nella stessa città.

Di drammatici episodi del genere, corredati di filmati, ne sono stati registrati tanti, negli ultimi tempi. E la tendenza è in aumento. Basti pensare che all’inizio del mese, Hussein Kaedy, incaricato dal governo iracheno di seguire il dramma della questa comunità yazida, ha affermato che oltre 1.400 ragazzi della stessa minoranza religiosa caduti negli ultimi due anni nelle mani dell’Isis sono stati sottoposti a un ‘lavaggio del cervello’ e vengono addestrati per diventare attentatori suicidi.

E a marzo, in un rapporto intitolato “Children of the Islamic State” (Bambini dello Stato islamico) la Quilliam Foundation – think tank britannico contro l’estremismo religioso – ha stimato che almeno 50 bimbi con cittadinanza britannica stanno crescendo nei vivai dell’Isis in Siria e in Iraq.

In quegli stessi giorni, uno studio Ctc Sentinel rilevava che i bambini vengono trattati esattamente come se fossero combattenti adulti, senza alcuna sorta di privilegio particolare. Lo studio prendeva in esame i casi di 89 bambini reclutati lo scorso anno. Di questi, il 39 per cento è morto innescando l’esplosivo delle autobomba che gli erano state affidate.

Il 33 per cento è stato invece ucciso mentre era impegnato come soldati in combattimenti. Il quattro per cento è morto in azioni suicide contro i civili, e il 6 per cento mentre era impiegato nella propaganda al seguito di brigate di combattenti. E purtroppo, anche il gruppo jihadista nigeriano Boko Haram segue la stessa pratica.

Negli ultimi tre anni in Nigeria i bambini rapiti sono stati più di 10.000 e vengono addestrati a diventare combattenti jihadisti in villaggi abbandonati o nelle foreste, secondo quanto ha rilevato l’associazione Human Rights Watch. Secondo l’Unicef, un kamikaze su 5 di Boko Haram è un bambino. Un numero che è aumentato di ben dieci volte in un anno, ed il 75% sono femmine.

Ultima ora

09:14Terremoti: Kos, le due vittime sono turisti

(ANSA) - ATENE, 21 LUG - Le almeno due vittime del terremoto di magnitudo 6.7 che ha colpito questa notte l'isola di Kos sono due turisti. Lo ha detto il sindaco dell'isola Giorgos Kyritsis. I due sono un turco e uno svedese e sono rimasti uccisi dal crollo del tetto del bar nel quale si trovavano al momento della scossa.

09:12Agguato nel Napoletano: ucciso 22enne, era vicino a clan

(ANSA) - NAPOLI, 21 LUG - Un uomo di 22 anni, la scorsa notte, è stato ucciso in un agguato a Giugliano, in provincia di Napoli. Si tratta di Enis Mahmoudi, già noto alle forze dell'ordine e considerato dagli inquirenti vicino al clan dei Paparella. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri di Giugliano e del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, l'uomo dopo le due è stato raggiunto, in via Colonne, da tre colpi di arma da fuoco ed è morto sul colpo. (ANSA).

08:06Wp, legali Trump studiano come minare l’inchiesta Russiagate

(ANSA) - WASHINGTON, 21 LUG - Alcuni degli avvocati che assistono il presidente Donald Trump stanno esplorando modi per limitare o minare l'inchiesta del procuratore speciale Robert Mueller sul cosiddetto 'Russiagate', nel tentativo di montare il caso su quanto presumono costituisca conflitto di interesse. Lo scrive il Washington Post citando fonti informate, secondo cui inoltre i legali di Trump stanno esaminando i termini della facolta' del presidente di concedere amnistia. Per il New York Times componenti della squadra del presidente, tra avvocati e collaboratori, stanno passando al setaccio il vissuto professionale e politico degli investigatori che collaborano con il procuratore speciale.

07:58Venezuela: ucciso manifestante 24enne in periferia Caracas

(ANSA) - CARACAS, 20 LUG - Un giovane manifestante è morto e almeno altri due sono rimasti feriti oggi dopo essere stati raggiunti da spari di arma da fuoco nel quartiere di Santa Eulalia, a Los Teques, una zona popolare nell'hinterland di Caracas. La notizia, diffusa da vari media locali, è stata confermata dalla deputata Delsa Solorzano, che ha identificato la vittima come Ronney Tejera, di 24 anni. Si tratta della 96/a persona uccisa dall'inizio delle proteste antigovernative che si susseguono in Venezuela da inizio aprile. Fonti locali citate dalla stessa Solorzano hanno indicato che "uomini vestiti di nero" e presunti agenti della polizia hanno aperto il fuoco contro un gruppo nel quale si trovava Tejera e gli altri manifestanti che sono rimasti feriti.

07:50Gerusalemme: Città vecchia chiusa a chi ha meno 50 anni

(ANSAmed) - TEL AVIV, 21 LUG - La polizia di Gerusalemme ha adottato misure di emergenza per prevenire disordini oggi durante le preghiere del venerdi'. In particolare - ha reso noto una portavoce - l'ingresso in Citta' Vecchia e alla Spianata delle moschee sara' limitato ai musulmani di eta' superiore ai 50 anni, mentre per le donne non ci sono limitazioni. ''Sappiamo - ha precisato - che elementi estremisti vogliono infrangere l'ordine pubblico ricorrendo a violenze''. Ieri in quella zona si sono verificati incidenti. Intanto il governo israeliano ha deciso che i metal detector alla Spianata delle Moschee restano.

07:45Gerusalemme: Città vecchia chiusa a chi ha meno 50 anni

(ANSAmed) - TEL AVIV, 21 LUG - La polizia di Gerusalemme ha adottato misure di emergenza per prevenire disordini oggi durante le preghiere del venerdi'. In particolare - ha reso noto una portavoce - l'ingresso in Citta' Vecchia e alla Spianata delle moschee sara' limitato ai musulmani di eta' superiore ai 50 anni, mentre per le donne non ci sono limitazioni. ''Sappiamo - ha precisato - che elementi estremisti vogliono infrangere l'ordine pubblico ricorrendo a violenze''. Ieri in quella zona si sono verificati incidenti. Intanto il governo israeliano ha deciso che i metal detector alla Spianata delle Moschee restano.

07:41Terremoto Kos: anche piccolo tsunami

(ANSA) - KOS (GRECIA), 21 LUG - Alcuni testimoni oculari sull'isola di Kos hanno visto il mare ''gonfiarsi'' dopo la scossa di terremoto di magnitudo 6.7 che nella notte ha provocato anche uno tsunami circoscritto. Le autorita' avevano avvertito in effetti della possibilita' di un piccolo maremoto dopo il sisma dell'1.30 della notte ora locale. L'acqua ha invaso una strada di fronte al mare e parte dell'abitato principale dell'isola, dove si trova anche la ''citta' vecchia''. Un'imbarcazione e' stata spinta sulla strada principale e diverse automobili si sono scontrate fra loro a causa dell'innalzamento del livello dell'acqua.

Archivio Ultima ora