Sisma, i costi della ricostruzione: si parla di flessibilità

Pubblicato il 26 agosto 2016 da ansa

Sisma, i costi della ricostruzione: si parla di flessibilità

Sisma, i costi della ricostruzione: si parla di flessibilità

ROMA – Il conto dei costi della ricostruzione del dopo terremoto non è ancora stato fatto e tanto meno sono state tirate le somme per quella che dovrebbe essere la messa in sicurezza dei territori a rischio. Al di là della gestione delle emergenze, per cui si ragiona in termini di milioni (il Fondo nazionale ammonta a 234 milioni di euro), gli investimenti totali per ricostruire e portare avanti un programma di prevenzione ammonterebbero comunque a miliardi di euro.

Ma la strada per reperire le risorse potrebbe essere per una volta meno complessa e tortuosa del solito. L’Italia potrebbe infatti ricorrere alla flessibilità sui conti pubblici offerta non dalla Comunicazione sulla flessibilità emessa dalla Commissione Ue a gennaio 2015, – finora oggetto di trattativa con Bruxelles – ma dallo stesso fiscal compact, il patto di bilancio europeo siglato nel 2012, giudicato spesso estremamente rigido e che proprio la successiva Comunicazione si premurava di ammorbidire.

La legge del dicembre 2012, che il Parlamento italiano ha votato per incamerare il patto inserendo il principio di pareggio di bilancio nella Costituzione, stabilisce chiaramente infatti che le calamità naturali possono essere considerate “circostanze eccezionali” tali da giustificare un allentamento degli obiettivi di bilancio.

“Scostamenti temporanei del saldo strutturale dall’obiettivo programmatico – recita il testo – sono consentiti in caso di eventi eccezionali” come “periodi di grave recessione economica” ed “eventi straordinari, al di fuori del controllo dello Stato, ivi incluse le gravi crisi finanziarie nonché le gravi calamità naturali, con rilevanti ripercussioni sulla situazione finanziaria generale del Paese”.

– Nel dialogo con l’Europa in problema sarà sicuramente discusso”, spiegano fonti di governo. Il confronto con l’Ue sarà infatti inevitabile, per evitare sforamenti eccessivi e per definire al meglio la portata degli interventi, ma gli agganci normativi di fatto già esistono e, come parte del fiscal compact, sono ufficialmente riconosciuti dalle regole europee.

La prima sede per tastare il terreno potrebbe essere per il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, l’Ecofin informale di Bratislava, programmato per il 9 e il 10 settembre e preceduto dal summit dei leader del G20 in Cina. Ma intanto dalla politica ed anche dall’interno dello stesso governo arrivano inviti più o meno diretti a chiedere margini sul deficit.

– La flessibilità è necessaria non solo sulle operazioni di emergenza e su quello che dovremmo fare per ripristinare i luoghi colpiti dal sisma, ma anche sulla prevenzione, – ha sottolineato il ministro dell’Ambiente Gina Luca Galletti – non possiamo continuare ad agire in emergenza.

– Sino ad ora abbiamo invocato la flessibilità per incrementare la spesa corrente. Ora – gli fa eco Maurizio Sacconi, presidente della Commissione Lavoro del Senato – dobbiamo collegarla agli investimenti per la sicurezza idrogeologica, per l’edilizia orientata alla riqualificazione di case e uffici nonché per le infrastrutture.

Ultima ora

16:03Calcio: Sarri, Roma 8 rigori in più statisticamente illogico

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - "La Roma ha avuto otto rigori più di noi. Noi e i giallorossi siamo le squadre che giocano più palloni nelle aree avversarie, quindi statisticamente questo dato è incomprensibile". Lo ha detto l'allenatore del Napoli Maurizio Sarri rispondendo in conferenza stampa ai cronisti che gli chiedevano se sul terzo posto avessero pesato di più gli infortuni o i 14 rigori fischiati alla Roma. "Alcuni di quei rigori - ha aggiunto Sarri - sono stati ininfluenti, altri invece hanno portato punti. Bisognerebbe vedere episodio per episodio e magari può essere giusto, ma statisticamente mi sembra illogico".

16:03Per sbaglio spara al figlio, gravissimo

(ANSA) - BERGAMO, 27 MAG - Ha sparato accidentalmente al figlio, ferito alla testa e ora in fin di vita, durante una battuta di caccia al tasso. L'episodio questa mattina sulle colline di Villa d'Adda, nel Bergamasco: il genitore, 58 anni, imbracciava una carabina e si trovava da ieri sera in una zona di vigneti con i due figli. All'improvviso gli è partito il colpo, che ha centrato uno dei figli, di 34 anni, alla testa. Immediato l'allarme: sul posto l'elisoccorso del 118, con il quale il giovane è stato trasferito all'ospedale Manzoni di Lecco. Le sue condizioni sono gravi.

15:48Papa a Genova: 3000 in festa al santuario della Guardia

(ANSA) - GENOVA, 27 MAG - Circa 3000 giovani festanti hanno accolto Papa Francesco al santuario della Madonna della Guardia sulle alture di Genova. Sono giovani delle parrocchie e dei gruppi scout di tutta la provincia di Genova e hanno marciato per circa 4 km per raggiungere il santuario. Tra loro anche 135 persone che parteciperanno a un pranzo privato col Papa nella sala del Caminetto al santuario. Tra loro rifugiati, tra i quali i nove residenti della casa famiglia 'papa Giovanni' che sorge presso il santuario, una ventina di detenuti e un gruppo di senza tetto assistiti da associazioni di volontari. I ragazzi hanno accolto il Papa con 22 cartelli a comporre la scritta 'ti vogliamo un mare di bene'. Al pranzo anche una bimba di otto mesi, Agnese, con la madre, una migrante. Per la piccola predisposto un seggiolone. Ai giovani il Papa ha parlato creando un neologismo: Ha detto 'Non siate turisti, andate a missionare". E parlando dei migranti ha detto: "L'italia è generosa con loro, altri no".

15:44Calcio: Vecchi, Spalletti è uno dei migliori sulla piazza

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - "Spalletti ha iniziato benissimo vincendo in C e in B, ha fatto bene ovunque e ha dimostrato chi è anche a Roma: è uno dei migliori sulla piazza". Lo afferma Stefano Vecchi, il tecnico della Primavera dell'Inter promosso in prima squadra fino al termine della stagione per il dopo-Pioli, sposa la scelta del club nerazzurro, ma mette in guardia il suo successore: "Chiunque arriverà, dovrà ridare entusiasmo e certezze a dei giocatori che hanno preso delle bastonate, trasmettendo la cultura del lavoro, fondamentale per i risultati". Vecchi, alla vigilia dell'ultima partita di campionato contro l'Udinese, ammette che alcuni giocatori non meritano di vestire la maglia dell'Inter, ma non fa nomi perché "sono valutazioni che farà il nuovo allenatore". Poi spiega: "Qualcuno si è tirato un po' indietro rispetto ad altri, ma non mi posso lamentare del gruppo per le gare con Sassuolo e Lazio. Joao Mario e Gabigol? Ho condiviso i provvedimenti della società: quanto accaduto a Roma non era mai successo prima".

15:43Calcio: Sarri, sorpasso difficile ma obbligati a provarci

(ANSA) NAPOLI, 26 MAG - "Il sorpasso sulla Roma? Abbiamo l'obbligo di provarci, dobbiamo andare a vincere e poi aspettare. Le possibilità non sono molte ma noi ci proviamo". Lo ha detto Maurizio Sarri alla vigilia della sfida contro la Sampdoria che chiude la stagione del Napoli "Stiamo bene mentalmente e fisicamente - ha detto Sarri - i dati dell'ultima partita sono in linea con migliori dati stagionali e questo raramente succede a fine maggio. Credo che se ci fossero altre cinque-sei partite le nostre chances sarebbero tante".

15:40F1: Monaco, pole Ferrari, prima Raikkonen poi Vettel

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Sarà una prima fila tutta Ferrari quella del Gp di Monaco a Montecarlo. La pole position è stata ottenuta dai finlandese Kimi Raikkonen, il secondo miglior tempo è stato invece quello del tedesco Sebastian Vettel. Terzo tempo, e quindi seconda fila, per il finlandese della Mercedes Valtteri Bottas, quarto l'olandese Max Verstappen su Red Bull.

15:38Migranti:Lega Verona,lenzuola fuori da municipi per protesta

(ANSA) - VENEZIA, 27 MAG - Un lenzuolo bianco appeso per protesta fuori dalle abitazioni e anche dai municipi. E' l'iniziativa lanciata dalla Lega Nord nel veronese, alla quale hanno aderito alcuni sindaci, per protestare contro le politica di gestione dei richiedenti asilo.

Archivio Ultima ora