Incidenti montagna: precipita sul Cervino, morto

Pubblicato il 27 agosto 2016 da ansa

(ANSA) – AOSTA, 27 AGO – Un alpinista di nazionalità Ceca è morto dopo essere precipitato sul Cervino. L’incidente si è verificato verso le 7.30 a quota 4.400 metri mentre l’uomo procedeva sulla scala Jordan. Era slegato dai compagni, che hanno dato l’allarme. Il gruppo aveva già raggiunto la vetta e stava affrontando la discesa. Sul posto sta intervenendo per il recupero della salma il Soccorso alpino valdostano. (ANSA).

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

15:32Iraq: media, sì Parlamento a invio truppe a Kirkuk

(ANSA) - BEIRUT, 25 SET - Il parlamento iracheno ha approvato oggi una serie di misura in risposta alla decisione della regione autonoma del Kurdistan di svolgere il controverso referendum per l'indipendenza. Secondo la tv panaraba al Arabiya, l'assemblea legislativa di Baghdad ha, tra l'altro, approvato il dispiegamento delle truppe federali in tutti i territori controllati dalle milizie curde dal 2013-14. Tra queste zone c'è anche l'area contesa di Kirkuk, ricca di petrolio.

15:10Accoltella giudici Perugia: avvocati,basta ritardi sicurezza

(ANSA) - PERUGIA, 25 SET - L'Ordine degli avvocati annuncia che "non tollererà più alcun ritardo nell'adozione di misure volte a garantire la sicurezza all'interno dei palazzi di giustizia di Perugia". Ed annuncia di aver scritto al ministro della Giustizia e ai vertici degli Uffici giudiziari del capoluogo umbro dopo il ferimento odierno dei due giudici. L'ordine sottolinea anche di avere "più volte sollecitato" le misure. Il Consiglio degli Ordine degli avvocati, in una nota del presidente Gianluca Calvieri, parla di "vile aggressione in danno di due giudici della sezione civile, dottoressa Francesca Altrui, e dottor Umberto Rana, e di un impiegato amministrativo. Condanna fortemente l'atto - aggiunge - ed esprime, anche a nome dell'intero foro perugino, vicinanza nei confronti dei soggetti vittime del gravissimo episodio di violenza manifestando altresì la solidarietà a tutto l'ordine giudiziario". "Gli avvocati in questa circostanza - si legge nella loro nota -, pur nella diversità di ruoli e di funzioni, intendono nuovamente ribadire la loro sincera lealtà nei rapporti istituzionali con tutta la magistratura e la piena disponbilità a sostenere con essa unitarie iniziative in ogni sede volte a tutelare l'incolumità di tutti gli operatori della giustizia". (ANSA).

15:05Spese pazze Liguria: 13 ex consiglieri rinviati a giudizio

(ANSA) - GENOVA, 35 SET - Sono stati tutti rinviati a giudizio i 13 assessori ed ex consiglieri regionali, in carica nella legislatura 2005-2010, accusati di peculato nell'ambito di una delle varie inchieste sulle spese pazze in regione Liguria. Lo ha deciso il gup Nadia Magrini. Tra gli ex politici coinvolti, di tutti quasi tutti gli schieramenti politici, ci sono Sandro Biasotti (Fi), Tirreno Bianchi (Pdci), Rosario Monteleone (Udc) e Fabio Broglia (Italia di mezzo). Il processo comincerà a gennaio dell'anno prossimo. L'accusa è di peculato perché gli imputati avrebbero speso fondi pubblici per fini privati.

14:57Terremoto: De Micheli in Umbria il 27 settembre

(ANSA) - PERUGIA, 25 SET - Mercoledì 27 settembre visita in Umbria del nuovo commissario straordinario per la ricostruzione, Paola De Micheli, per una giornata di incontri nelle aree colpite dal sisma, accompagnata dalla presidente della Regione, Catiuscia Marini. Alle 10, al Centro regionale della Protezione civile a Foligno, la riunione del Comitato istituzionale dell'Umbria, alle 12 l'incontro con i giornalisti. Alle 14.45 De Micheli sarà a Preci, nella frazione di Piedivalle, per la consegna di 5 casette, cui seguirà un sopralluogo all'Abbazia di Sant'Eutizio. Tappa successiva a Norcia, con sopralluogo nel centro storico e alle 16:40 la consegna di 32 casette nella zona industriale B (a Opaco). De Micheli raggiungerà infine Cascia: alle 17:40, nel piazzale San Francesco, la consegna delle strutture per la delocalizzazione delle attività commerciali. Alle 18 l'incontro con gli operatori economici della Valnerina. (ANSA).

14:52Nautica: Pinotti, Salone Genova è Salone per eccellenza

(ANSA) - GENOVA, 25 SET - "Questo salone, che è fondamentale per Genova, è il Salone Nautico per eccellenza e deve rimanere tale e crescere sempre di più". Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, in visita al Salone Nautico di Genova, commentando i dati positivi di questa manifestazione. "Quando avevo parlato col ministro Calenda avevo spiegato quanto il Salone fosse importante per Genova", ha spiegato il ministro ricordando come all'inizio il problema fosse quello dell'intesa tra le associazioni. "Il finanziamento, che il governo ha annunciato con il ministro Delrio è arrivato e credo che ne sia valsa la pena. Questi risultati sono un ottimo segnale, come lo e' anche il fatto che le associazioni stiano di nuovo dialogando", ha sottolineato. Il ministro ha anche ricordato come l'industria nautica, che vede segnali di ripresa, sia importante per l'economia del paese. "Noi sappiamo quanto sia trainante - ha spiegato - e i segnali di ripresa non riguardano solo questo settore ma, complessivamente, tutta l'economia. Segnali che fanno parte di quella ripartenza del paese che dobbiamo spingere al massimo", ha concluso. (ANSA).

14:40Accoltella giudici a Perugia: 50enne portato in questura

(ANSA) - PERUGIA, 25 SET - E' stato fatto salire intorno alle 13,45 su un'auto della polizia parcheggiata in un ingresso secondario del palazzo che ospita il tribunale di Perugia e portato in questura, l'uomo che stamani, in una stanza dell'edificio, avrebbe accoltellato prima una giudice del tribunale fallimentare e poi il collega della magistrata accorso in suo aiuto. L'uomo - stando a quanto si è appreso - è un cinquantenne. Ancora ignoti i motivi dell'aggressione. In corso i rilievi della scientifica sul luogo dell'aggressione, attuata con un grosso coltello.(ANSA).

14:38Fisco: scoperto evasore con ‘residenza’ in Nigeria

(ANSA) - LECCO, 25 SET - La Guardia di Finanza ha sequestrato beni per oltre 1 milione e 300 mila euro a un lecchese che, stando alle ipotesi investigative, aveva fatto risultare in maniera fittizia la propria residenza in Nigeria, omettendo quindi di presentare la dichiarazione dei redditi sin dal 2013. L'inchiesta sulla base delle indagini dei finanzieri, è condotta dal sostituto procuratore di Lecco, Nicola Preteroti. L'indagato - un quarantenne domiciliato in Brianza - sarebbe un responsabile commerciale per conto di una società di scommesse on line, ma la sua residenza fiscale in base alle indagini risulta gravitare sul Lecchese sin dal 2010. In base alle accuse, l'uomo risulta non aver dichiarato una base imponibile ai fini Irpef per oltre 6 milioni di euro e aver evaso imposte per 1,3 milioni. Il giudice delle indagini preliminari ha così dato il via libera a un sequestro preventivo di beni pari a 1 milione e 347 mila euro. (ANSA).

Archivio Ultima ora