MIB Trieste School of Management: Boom di richieste dal Sud America

MIB Trieste School of Management
MIB Trieste School of Management
MIB Trieste School of Management

CARACAS. – Ha preso il via al MIB Trieste School of Management la 2a edizione del Corso Origini Italia, destinato ai discendenti degli emigrati italiani nel mondo.

Un lungo iter di selezione ha portato in aula 20 partecipanti provenienti da Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Costarica, Guatemala, Paraguay e Venezuela, con un’età media di 29 anni e una formazione prevalente in campo economico e ingegneristico.

I giovani talenti rappresentano 12 regioni italiane.

I 20 selezionatissimi studenti seguiranno un programma di 4 mesi, sostenuto finanziariamente dall’ICE e dalla Regione Friuli Venezia Giulia, con un contributo anche della Banca di Cividale e con il patrocinio dei Ministeri dello Sviluppo Economico e degli Affari Esteri. Tali contributi coprono interamente la quota di iscrizione, vitto e alloggio dei partecipanti.

Il percorso di formazione è coordinato da MIB Trieste School of Management e prevede un periodo d’aula presso la Scuola a Trieste e presso l’ICE a Roma, e un successivo stage aziendale, presso imprese italiane interessate a sviluppare attività e iniziative commerciali nei paesi di residenza dei partecipanti, i quali al loro rientro potranno diventare preziosi interlocutori professionali.

Un successo dirompente quello riscosso dall’edizione 2016, che ha visto arrivare alla Business School di Trieste più di 3.300 candidature, a testimonianza dell’elevata reputazione internazionale di cui gode questa iniziativa presso le nostre comunità all’estero.

La parte del leone è stata recitata senza dubbio dal Sud America ed in particolare dall’Argentina, terra di storica emigrazione italiana, da cui sono arrivate oltre 1.000 candidature, ma non sono mancate le richieste da Canada, USA, Australia, Sud Africa e Hong Kong.

“Il Corso” sottolinea il direttore del MIB, Vladimir Nanut “rappresenta uno dei progetti più significativi della Scuola per il suo valore formativo e soprattutto socio-culturale; siamo onorati di aver progettato e di gestire ormai da 16 anni un’iniziativa che ha riscosso anche il plauso della Presidenza della Repubblica, e che rappresenta uno degli esempi di maggior successo fra le iniziative di formazione promosse a favore degli italiani all’estero e dei loro discendenti”.

A gennaio si apriranno le candidature per l’edizione 2017.