Calcio: Ventura, voglio un’Italia che diverta

(ANSA) – ROMA, 29 AGO – “Vorrei un’Italia che sappia divertirsi perché quando i giocatori si divertono in campo, è così anche per la gente. Ogni volta che a me è successo, ho ottenuto risultati”. Così Giampiero Ventura presenta la sua Nazionale, al primo raduno azzurro del nuovo ct. “La Nazionale di Conte si basava su organizzazione, grande disponibilità dei giocatori e compattezza di gruppo – ha ricordato Ventura – Se a tutto ciò aggiungiamo la voglia di divertirsi, allora avremo la possibilità di ritagliarci uno spazio da protagonisti”. Quindi, sull’interpretazione del ruolo in panchina: “Sono d’accordo con Conte – spiega Ventura – Anch’io mi sento assolutamente allenatore e non selezionatore: quest’ultimo ha un approccio diverso al calcio e al suo lavoro Con Conte ci eravamo già sentiti, ma mi ha chiamato anche oggi per farmi gli auguri: è stato un gesto carino. Sono stato lontano dal campo per due-tre mesi e non mi era mai accaduto: mi è mancato moltissimo e non vedevo l’ora di tornarci, ho pianto nel rimetterci piede”.

Condividi: