Biagi: Pm, convergenza ‘irriducibili-nuove Br’, ma no prove

(ANSA) – BOLOGNA, 29 AGO – Tra il gruppo dei brigatisti ‘irriducibili’, in carcere all’epoca degli omicidi D’Antona e Biagi, e le Nuove Br che li hanno commessi c’era “una convergenza ideologica finalizzata alla comune elaborazione terroristica” accertata da una recente consulenza tecnica, secondo cui sussisteva anche una sudditanza ideologica, politica e psicologica nei confronti dei detenuti. “Fondata” è anche l’ipotesi di un ruolo o un peso politico-organizzativo degli ‘irriducibili’ nella definizione del progetto che ha portato all’omicidio Biagi. Ma, sempre per la consulenza, “non esistono documenti che certifichino che i brigatisti detenuti abbiano direttamente ispirato l’omicidio” e “siano stati coinvolti nell’organizzazione dell’operazione”. Su queste basi la Procura di Bologna ha chiesto l’archiviazione per 12 ‘irriducibili’, indagati per concorso nell’attentato: secondo i magistrati non ci sono prove per sostenere che gli stessi, dal carcere, abbiano dato un concreto contributo causale al delitto del 19 marzo 2002. (ANSA).

Condividi: