Dilma in Senato: “Sono innocente, è un golpe”

Pubblicato il 29 agosto 2016 da ansa

Suspended Brazilian President Dilma Rousseff participates in a meeting with the media in Brasilia, Brazil, 18 August 2016. EPA/CADU GOMES

Suspended Brazilian President Dilma Rousseff participates in a meeting with the media in Brasilia, Brazil, 18 August 2016. EPA/CADU GOMES

SAN PAOLO – Il D-Day di Dilma Rousseff comincia in Senato con un discorso destinato più a rivalutare la sua figura politica e morale per i libri di storia che a garantirle un clamoroso ritorno sulla poltrona più importante del Brasile e concludere il suo secondo mandato presidenziale alla fine del 2018.

– Sono innocente, l’impeachment è un colpo di Stato e si invoca la costituzione per legittimare un nuovo governo che non ha legittimazione popolare e togliere di mezzo il mio governo votato da oltre 54 milioni di brasiliani – ha detto Dilma, che ha anche fatto nomi e cognomi dei presunti congiurati: il presidente ad interim Michel Temer, l’ex presidente della Camera, Eduardo Cunha, dimessosi dopo essere stato travolto da scandali di corruzione, e le elite ultraconservatrici -.

Tutti sanno che la richiesta di impeachment è stata accolta dall’allora presidente della Camera, Eduardo Cunha, come ricatto politico nei miei confronti per indurmi ad insabbiare il procedimento aperto contro di lui per corruzione. Ma non ho ceduto al ricatto. Le accuse contro di me sono ingiuste, non ho mai rubato, non ho case o conti all’estero, non ho mai commesso atti contrari al popolo che mi ha eletto.

Siamo ad un passo da una vera rottura costituzionale, da un vero colpo di stato avallato dalle elite ultraconservatrici e autoritarie per imporre il governo usurpatore di Temer -, ha rincarato Dilma, che ha sforato la mezz’ora concessale ed ha parlato per 46 minuti, interrotti solo da due momenti di commozione quando ha ricordato le torture subite in carcere durante la dittatura militare e la battaglia vinta contro il cancro.

La presidente, che è arrivata in Senato accompagnata dall’ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva, da alcuni ex ministri del suo governo e dal compositore Chico Buarque de Hollanda in rappresentanza di un folto gruppo di artisti ed intellettuali, è accusata di ‘attentato alla Costituzione’ per aver autorizzato le cosiddette ‘pedalate fiscali’, ovvero pratiche contabili illegali per occultare i dati economici negativi.

– Sono innocente, è un pretesto per mascherare il golpe – si è difesa la prima presidente donna del Brasile, che ha ringraziato “le forti donne brasiliane” per il sostegno -. Mi hanno protetta con la loro solidarietà dalle aggressioni verbali e mi hanno coperta di fiori – ha ricordato con orgoglio l’ex guerrigliera marxista di origine bulgara.

Dilma, che ha accettato di rispondere alle domande dei senatori, rischia di essere deposta al termine di una votazione che dovrebbe concludersi domani o mercoledì al più tardi. Per interrompere il secondo governo Rousseff e il regno del Partito del lavoratori, al potere ininterrottamente dal 2003 con Lula e Dilma, serviranno i voti di due terzi dei senatori, 54 su 81.

Nella precedente votazione al Senato, i voti contro Dilma furono 59. Il destino della presidente sembra quindi segnato: l’assoluzione è improbabile ma Dilma vuole almeno uscirne a testa alta e inchiodare alle proprie responsabilità chi vuole spodestarla.

(Marco Brancaccia/ANSA)

Ultima ora

02:35Etiopia: governo, centinaia di morti in scontri interetnici

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Centinaia" di morti in scontri interetnici e "migliaia" di sfollati nelle ultime settimane in Etiopia. A denunciarlo è stato il ministro dell'Informazione di Addis Abeba, Negeri Lencho, che ha accusato il vicino Somaliland, territorio semi-autonomo nel nord della Somalia, di avere espulso a forza oltre confine circa 3.000 persone di etnia Oromo. Il gruppo vive a cavallo tra i due Paesi. Lo scrive Bloomberg online. Il 'ministro' degli Esteri del Somaliland, Saad Ali Shire, ha chiesto al suo staff di fare chiarezza su quanto accaduto prima di poter commentare.

01:53Usa: Protesta a Congresso in difesa Obamacare, arresti

(ANSA) - NEW YORK, 25 SET - Centinaia di attivisti, fra cui diversi disabili in sedia a rotelle, stanno manifestando al Congresso americano contro il nuovo tentativo dei repubblicani di abolire e sostituire l'Obamacare, tentativo fallito con la defezione della senatrice Collins. Anche molti disabili sono stati allontanati con la forza dalla polizia e arrestati mentre chiedevano, cantando, di non tagliare fondi alla sanità.

01:35Usa: mancano voti Congresso per riformare Obamacare

(ANSA) - WASHINGTON, 25 SET - Affonda il nuovo tentativo dei repubblicani di abolire e sostituire l'Obamacare. Il progetto di legge per riformare la sanità messo a punto dai senatori Lindsey Graham e Bill Cassidy non ha i voti necessari per il passaggio in Senato. La senatrice repubblicana Susan Collins ha infatti annunciato che non sostiene il progetto, andandosi ad aggiungere ai senatori Rand Paul e John McCain. Nel frattempo è emerso che la nuova proposta dei repubblicani per abolire e sostituire l'Obamacare farebbe perdere la copertura sanitaria a "milioni di americani". Lo afferma il Congressional Budget Office, l'organismo bipartisan incaricato di fornire analisi economiche al Congresso. L'analisi preliminare condotta sulla prima versione del progetto di legge Graham-Cassidy farebbe "perdere la copertura a milioni. Il numero" di coloro che non sarebbero più coperti "è variabile e dipende da come gli stati attueranno la norma".

01:26Uccide marito con matterello durante una lite

(ANSA) - TERRANUOVA BRACCIOLINI (AREZZO), 26 SET - Ha ucciso il marito colpendolo alla testa con un matterello al culmine di una lite. A dare l'allarme è stata la figlia 25enne. E' accaduto poco prima delle 23 di lunedì a Terranuova Bracciolini (Arezzo), quando la figlia ha chiamato il 118 dicendo che i padre era a terra "con la testa fracassata" . I sanitari del 118 sono accorsi dandole intanto indicazioni per eventuali tentativi di rianimazione. Al loro arrivo hanno trovato il corpo dell'uomo, 62 anni, tra il bagno e il corridoio. Sul divano la donna, che poi avrebbe anche confessato il delitto. Già nel pomeriggio ci sarebbe stata una lite tra i coniugi.

00:36Calcio: l’Arsenal torna al successo, 2-0 al West Bromwich

(ANSA) - ROMA, 26 SET - L'Arsenal torna alla vittoria in Premier League battendo 2-0 il West Bromwich Albion nell'ultimo incontro della sesta giornata. Entrambe le reti sono state realizzate dal bomber francese, a segno al 20' pt e al 22' st, su rigore. La squadra guidata da Arsene Wenger è ora settima in classifica, a -7 dalla coppia di testa Manchester City-Manchester United. Uno dei protagonisti è stato anche il capitano del Wba Gareth Barry, che a 36 anni ha toccato le 633 presenze in Premier, migliorando il record fin qui detenuto dalla bandiera dello United Ryan Giggs.

23:32Calcio: Wanda “clausola Icardi? Per ora stiamo bene “

(ANSA) - MILANO, 25 SET - ''Per ora stiamo bene. Abbiamo firmato pochi mesi fa un prolungamento di contratto. Aumentare la clausola? Per ora non ci pensiamo, siamo a posto così''. Wanda Nara, moglie e agente di Mauro Icardi, parla del futuro del capitano dell'Inter. Secondo alcune voci, l'entourage del giocatore starebbe trattando col club per aumentare l'attuale clausola. Lo stesso Spalletti, qualche settimana fa, aveva detto che serviva una clausola 'alla Isco', da campione. ''Se lo dice l'allenatore - commenta Wanda - siamo contenti ma adesso non ci stiamo pensando''. La convocazione di Icardi con l'Argentina è un obiettivo raggiunto. Ma la showgirl argentina era sicura che la chiamata sarebbe presto arrivata: ''Ho sempre saputo che noi argentini abbiamo bisogno di un attaccante come Icardi, così giovane. Se credo che si qualificherà per i Mondiali? Certo, senza l'Argentina non sarebbero Mondiali''.

23:30Champions: arrestati a Napoli tre tifosi olandesi

(ANSA) - NAPOLI, 25 SET - Gli agenti della polizia di Stato hanno arrestato a Napoli tre tifosi olandesi giunti in città alla vigilia della sfida di Champions League tra la squadra partenopea e il Feyenoord, malgrado il divieto di vendita dei biglietti ai cittadini olandesi disposto dalla questura. La volante del commissariato è intervenuta in via dei Fiorentini, non lontano dalla Questura, a seguito della segnalazione della presenza di alcune persone moleste. Giunti sul posto, i poliziotti, ancora in auto, sono stati oggetto del lancio di alcune pietre. Gli agenti nel tentativo di bloccarli sono stati aggrediti e in una colluttazione hanno riportato lesioni. I tre aggressori, tutti 21enni, sono stati arrestati e verranno condotti nel carcere di Poggioreale.

Archivio Ultima ora