Roma 2024: Maroni propone Milano

Roma 2024: Maroni propone Milano
Roma 2024: Maroni propone Milano
Roma 2024: Maroni propone Milano

MILANO – Da una parte Roma, che prende tempo per mettere una parola definitiva sulla sua candidatura per le Olimpiadi 2024. Dall’altra parte Milano e l’ipotesi avanzata dalla Regione Lombardia di sostituirsi alla Capitale nella corsa per diventare città olimpica. Fuori tempo massimo, però, perchè il sindaco Beppe Sala ha subito ricordato che non c’è più tempo per candidare il capoluogo lombardo per il 2024.

La decisione finale del sindaco capitolino Virginia Raggi arriverà dopo l’incontro con il presidente del Coni Giovanni Malagò, e allora nel frattempo – come riportato da ‘Il Messaggero’ – il governatore lombardo Roberto Maroni ha cercato di sondare gli umori sull’ipotesi di cambiare il cavallo in corsa: Milano al posto di Roma. Il governatore lombardo ha infatti lanciato un ‘sondaggio’ su Facebook per raccogliere le opinioni dei cittadini sull’idea.

“Qualcuno – ha scritto Maroni – mi chiede se la Regione è disponibile a sostenere la candidatura di #Milano (al posto di Roma) per le #Olimpiadi 2024. Voi cosa pensate?”, ha chiesto.

Diverse le reazioni raccolte tra gli utenti del social network, oltre un centinaio, che hanno commentato il post. Per chi è contrario, la motivazione che spicca su tutte è naturalmente quella economica, evitando “spese inutili” e “tangentifici”. Alcuni favorevoli, “sì, proviamoci”; tra questi uno che rivendica “l’importante ruolo” di Milano, vista quasi coma una ‘supplente’ della Capitale.

Ma su tutte le posizioni espresse ne pesa una in particolare. Quella proprio del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che ha ricordato dal proprio profilo Facebook che a rigor di regole del Cio (il Comitato olimpico internazionale) la città non può tecnicamente sostituire Roma per l’edizione 2024 dei Giochi.

“Sono sempre stato favorevole ai Grandi Eventi e sono convinto che possano essere una grande opportunità per la città che li organizza”, ha scritto l’ex commissario di Expo, ricordando che “in questo caso, però, si tratta di una situazione particolare”.

“Viste le urgenze di oggi, penso non sia questo il momento giusto per parlarne. Togliamo il tema dal tavolo e affrontiamo questioni più importanti per i milanesi e gli italiani”, ha concluso Sala, facendo capire che per parlare di Olimpiadi milanesi c’è tempo. Fino al 2028 o, addirittura, al 2032.

Condividi: