Padre e figlio sorpresi appiccare incendio investono agente

(ANSA) – NAPOLI, 30 AGO – Padre e figlio, sorpresi ad appiccare un incendio in un terreno vicino a una zona densamente abitata, investono l’agente di Polizia fuori servizio che tenta di fermarli: è successo ieri a Mugnano, in provincia di Napoli. Il poliziotto, dolorante per le ferite provocate dall’impatto, riesce comunque a fotografare con il suo cellulare sia i due piromani che la targa della loro auto consentendone l’identificazione. Per lui sette giorni di prognosi e traumi a un ginocchio e a una spalla. Per padre e figlio, invece, rispettivamente di 68 e 36 anni, rintracciati dalla Polizia, è scattata una denuncia per incendio e lesioni personali in concorso. Nella loro casa la Polizia ha trovato e sequestrato 4 fucili da caccia e 55 cartucce calibro 12 regolarmente detenuti. (ANSA).

Condividi: