Sisma: Sgarbi e Maroni, mostra su pittore di Amatrice

(ANSA) – MILANO, 30 AGO – Un ‘soccorso culturale’ per Amatrice, con una mostra in quattro città italiane del pittore Cola dell’Amatrice per destinare il ricavato ai territori terremotati del Centro Italia. È il progetto presentato dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e dal critico d’arte Vittorio Sgarbi, che ne è l’ideatore. Dal dicembre 2016 l’esposizione ‘Cola dell’Amatrice – L’indimenticabile’ sarà ad Ascoli Piceno (Pinacoteca civica), a L’Aquila (Basilica di San Bernardino), a Mantova e a Milano (Museo Bagatti-Valsecchi). Esclusa Milano, le altre tre città sono accomunate dal rappresentare aree colpite da terremoti recenti e sono inoltre legate alla storia di Cola dell’Amatrice, vissuto a metà tra il 1400 e il 1500. L’iniziativa ha l’obiettivo di non spegnere i riflettori sulla città distrutta dal sisma del 24 agosto “non per vederne le rovine ma per la resurrezione dell’immagine del pittore che ne porta il nome”, un pittore non minore ma dimenticato che va “dissotterrato”, ha spiegato Sgarbi.

Condividi: