Il killer di John Lennon resta in carcere

(ANSA) – NEW YORK, 30 AGO – Il killer di John Lennon restera’ in prigione. Per la nona volta, un tribunale di New York ha negato la liberta’ condizionata a Mark David Chapman, colpevole nel 1980 di aver ucciso l’ex Beatle proprio all’ingresso del suo lussuoso appartamento nei pressi di Central Park a New York. Chapman, 61 anni, si e’ dichiarato colpevole di omicidio di secondo grado e sta scontando una sentenza di 20 anni in un carcere dello stato di New York. Secondo le motivazioni dei giudici, Chapman ha commesso un omicidio premeditato e con lo scopo di ricercare notorietà’. Il suo rilascio sarebbe cosi’ incompatibile con la sicurezza della societa’ e andrebbe contro la gravita’ del crimine al punto di minacciare il rispetto della legge. L’ultima volta che Chapman ha chiesto la liberta’ condizionata e’ stato nel 2014, ora potrà’ riprovare nel 2018. In passato aveva detto di essersi pentito. Aveva anche detto anche di aver considerato di uccidere Johnny Carson o Elizabeth Taylor, ma poi scelse Lennon perché era piu’ accessibile.

Condividi: