Ore contate per Dilma, sale la tensione in Brasile

Pubblicato il 30 agosto 2016 da ansa

SAN PAOLO – Ore contate per la presidente brasiliana Dilma Rousseff, mentre i suoi sostenitori tornano a scendere in strada e a manifestare in suo sostegno in vista del voto al Senato di domani sulla sua destituzione. Blocchi stradali con copertoni dati alle fiamme si segnalano oggi a San Paolo, Fortaleza e Porto Alegre, mentre ieri sera nella capitale paulista la polizia ha dovuto sparare lacrimogeni per disperdere una manifestazione contro l’impeachment.
I manifestanti, legati al Partito dei lavoratori di Dilma e ai movimenti sociali, protestano in favore della presidente eletta e contro il governo “usurpatore” di Michel Temer. La presidente, che ieri ha pronunciato in Senato una veemente autodifesa accusando le opposizioni di destra di aver ordito un golpe contro il suo legittimo governo con l’appoggio delle elite ultraconservatrici del Paese, non sembra tuttavia essere riuscita a mutare le intenzioni di voto dei senatori e a ribaltare a proprio favore un verdetto apparentemente già scritto.
A Dilma servirebbero 28 voti degli 81 senatori per salvarsi, ma al momento può contare solo su 21. Dilma ha trascorso ieri 14 lunghe ore nell’aula progettata da Oscar Niemeyer pronunciando un’accorata autodifesa e rispondendo punto su punto alle domande dei senatori. E’ stato il discorso più importante della sua carriera politica, forse l’ultimo. La presidente ha respinto le accuse di aver falsificato i bilanci dello stato per occultare la recessione in vista della campagna elettorale per la sua rielezione del 2014, sostenendo di aver agito in linea con quanto fatto dai suoi predecessori. Dilma ha poi ribadito di non aver violato alcuna legge e di ritenere pertanto l’impeachment “un’enorme ingiustizia”. Che potrebbe concretizzarsi già domattina.
Il presidente della Corte suprema, Ricardo Lewandovski, ha infatti annunciato che intende concludere entro oggi l’audizione dei rappresentanti di accusa e difesa, per passare poi la parola ai senatori. Domattina, quindi, salvo imprevisti, comincerà il voto che potrebbe mettere fine a 13 anni di governo di sinistra del Partito dei lavoratori e dare il via al governo del centrista Michel Temer, leader del maggiore partito brasiliano che tuttavia non è mai riuscito a far eleggere attraverso le urne un proprio esponente alla più alta carica dello stato.
Temer, 75 anni, indicato da alcuni pentiti dell’inchiesta Lava Jato, la Mani Pulite Brasiliane, come collettore di tangenti del colosso petrolifero pubblico Petrobras ma ancora mai incriminato, ha fretta di giurare e di presentarsi al vertice del G20 in Cina come nuovo presidente del Brasile. Il governo Temer, che ha già perso tre ministri costretti alle dimissioni per accuse di corruzione ed è al centro di critiche per la mancanza di donne e di rappresentanti delle minoranze etniche, eredita un Paese diviso e alle prese con una grave crisi: l’economia non riparte, l’inflazione è ormai in doppia cifra, il mercato del lavoro ha fatto segnare la perdita di due milioni di posti di lavoro solo nell’ultimo anno e le inchieste giudiziarie hanno scoperchiato un colossale giro di tangenti che coinvolge tutto l’arco costituzionale, con quasi il 60 per cento dei parlamentati coinvolti a vario titolo nei filoni d’inchiesta.

Ultima ora

00:24Calcio: 4-2 al Genoa, Lazio ai quarti Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - La Lazio ha battuto il Genoa 4-2 (2-2) e si è qualificata per i quarti di finale di Coppa Italia. Biancocelesti in vantaggio al 20' pt con Djordjevic e raddoppio di Hoedt al 31', accorcia Pinilla al 41' e pareggia Pandev al 45', poi Milinkovic-Savic al 25'st e Immobile al 30' chiudono la gara. Nel prossimo turno, il 31 gennaio, la Lazio affronterà l'Inter.

22:24Obama, la democrazia ha bisogno della stampa

(ANSA) - NEW YORK, 18 GEN - "Avere voi in questo edificio ci ha fatto lavorare tutti meglio, perché la stampa è l'occhio critico su quelli che hanno il potere": Così Obama nell'ultima conferenza stampa da presidente, sottolineando come "gli americani e la democrazia hanno bisogno della stampa. "Manning ha scontato una dura sentenza in carcere, la sua condanna era sproporzionata. Ho valutato il suo caso nei dettagli", ha aggiunto sottolineando di non prestare attenzione ai tweet di Assange. "Intrattenere rapporti costruttivi con la Russia è una priorità degli Usa ed è nell'interesse del mondo", ha detto aggiungendo però che con Putin c'è stata un'escalation del sentimento anti-americano." Poi ha invitato gli Usa a difendere la propria visione del mondo e a non perpetrare prepotenze nei confronti dei Paesi più piccoli, con un riferimento a Russia e Cina. "Cordiali" i rapporti con Trump. "Gli ho offerto i miei consigli, ha aggiunto, riferendo di aver detto al presidente eletto che il lavoro del presidente è "non lo si può fare da soli".

22:00Parigi sogna il vaporetto con linee di bus fluviali

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - "Il fiume deve essere parte integrante della nostra strategia di trasporto come le teleferiche o i veicoli autonomi. Dobbiamo esplorare tutte le possibilità tecnologiche sui corsi d'acqua, dalla Senna ai canali": ne è convinta Valérie Pécresse, presidente dell'Ile-de-France, la regione parigina, e del suo sindacato dei trasporti pubblici Stif, che lo ha spiegato a Le Monde. Il sogno di Parigi è di trasformare la Senna in uno dei mezzi di trasporto abituali: il trasporto fluviale è un sogno di cui si parla da anni ma che si è sempre scontrato con la realtà per diverse ragioni, spesso logistiche ed ambientali. Ma ora Pécresse vuole provare a fare sul serio.

21:51Sindaco Montegallo, 5 frazioni isolate,40 sfollati

(ANSA) - MONTEGALLO (ASCOLI PICENO), 18 GEN - ''Abbiamo 5 frazioni isolate sotto 2 metri e 30 cm di neve, con una trentina di persone, non abbiamo energia elettrica, la situazione è critica, e intanto continua a nevicare''. Lo dice all'ANSA il sindaco di Montegallo (Ascoli Piceno) Sergio Fabiani. ''Per fortuna, ad ora, non abbiamo malati o anziani gravi da assistere''. Gli sfollati del nuovo sisma, ''non per i crolli ma per la neve e la paura'', sono 40. Già da questa sera troveranno accoglienza negli hotel di Grottammare. ''Vengono da alcune delle 23 frazioni del comprensorio. Hanno timore a restare in casa, li capisco''. In paese sono al lavoro i carabinieri, i vigili urbani del contingente messo a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna, una squadra dei vigili del fuoco, ma mancano mezzi spartineve e pale gommate che possano aprire un varco per raggiungere le frazioni. ''La Provincia di Ascoli - spiega Fabiani, che è al suo posto nonostante 38 di febbre - ha promesso che domani ci manderà dei mezzi in più''.

21:43Cannes, rapina da 15 mln in gioielleria Harry Winston

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - Un uomo a volto scoperto è entrato nella gioielleria Harry Winston sul celebre boulevard della Croisette di Cannes e si è impadronito di 26 parure di gioielli, essenzialmente di diamanti per un valore di circa 15 milioni di euro. Il ladro aveva una pistola e una granata, non si sa ancora se vera o finta, riporta il quotidiano Le Figaro. L'uomo si è presentato intorno alle 11 del mattino, da solo, nella gioielleria come un semplice cliente. Aveva il volto coperto soltanto da un paio di occhiali da sole e "ha chiesto di vedere delle parure di diamanti per conto di un acquirente. La commessa si è insospettita e gli ha mostrato un catalogo", riporta ancora il quotidiano. L'uomo, allora, ha tirato fuori le armi per farsi aprire le vetrine dalle 2 commesse presenti e facendo stendere a terra la guardia di sicurezza. Si è impadronito dei gioielli e, senza sparare nessun colpo, è riuscito a uscire dalla boutique indisturbato, a piedi come era venuto, senza lasciare traccia.

21:27M5s: Forello candidato per comunali Palermo

(ANSA) - PALERMO, 18 GEN - E' l'avvocato Ugo Forello il candidato sindaco dei 5stelle a Palermo, dove si voterà in primavera per le amministrative. Lo hanno deciso gli iscritti al movimento che hanno votato sulla piattaforma Rousseau. Sconfitto il poliziotto Igor Gelarda, l'altro candidato.

21:16Legale Assange fa dietrofront, ‘non si consegna a Usa’

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - La decisione del presidente Usa Barack Obama di ridurre la pena per Chelsea Manning, la 'talpa' di Wikileaks che verrà scarcerata il 17 maggio, non è sufficiente perché Julian Assange si consegni alle autorità Usa come promesso. A The Hill, uno dei legali di Assange, Barry Pollack, ha detto che Assange accoglie positivamente la decisione di Obama "ma è meno di quanto volesse: aveva chiesto la grazia e la scarcerazione immediata".

Archivio Ultima ora