Isis: ucciso Adnani, l’ispiratore dei “lupi solitari”

Pubblicato il 30 agosto 2016 da ansa

Isis: ucciso Adnani, l'ispiratore dei “lupi solitari”

Isis: ucciso Adnani, l’ispiratore dei “lupi solitari”

ROMA – Abu Mohammad al-Adnani, il capo della propaganda e “portavoce” dell’Isis, braccio destro operativo del Califfo al-Baghdadi, coordinatore del terrorismo in Occidente nonché agitatore dei “lupi solitari” che hanno insanguinato l’Europa, è stato ucciso ad Aleppo, la martoriata città siriana. Ad annunciarlo è Amaq, l’agenzia del sedicente Califfato, la macchina della propaganda creata dallo stesso Adnani, in un laconico messaggio lanciato in serata che è stato captato e diffuso dal Site, il sito di monitoraggio dell’estremismo su internet.

Figura sfuggente quanto quella di al-Baghdadi – benché di lui circolino diverse fotografie -, con una taglia di 5 milioni di dollari sulla sua testa, Adnani sarebbe già scampato ad un raid nel gennaio di quest’anno, nel quale sarebbe però rimasto ferito. Secondo il comando congiunto iracheno, avrebbe perso molto sangue e sarebbe stato operato d’urgenza in un ospedale.

Il messaggio odierno, in lingua inglese e araba, afferma che Adnani “ha subito il martirio mentre coordinava le operazioni per respingere la campagna militare contro Aleppo”. E segue la minaccia di una vendetta.

Siriano di Idlib, di età compresa fra i 37 e i 39 anni, Adnani era considerato dalle intelligence occidentali come il braccio destro del ‘Califfo’ Abu Bakr al-Baghdadi di cui, fra l’altro, non si registrano più messaggi da tempo.

A lui, come capo della propaganda, si deve l’annuncio nel giugno del 2014 della fondazione dello Stato islamico gerarchizzato in un Califfato in Siria e Iraq, che proiettò in avanti il gruppo combattente Isis, uscito come una costola da Al Qaida: da milizia e gruppo terroristico a entità politica, embrione di stato, in grado di governare un territorio che, come una terra promessa, attirasse aspiranti jihadisti da tutto il mondo.

In una posizione che potrebbe essere accostata forse a quella di Josef Goebbels nel Terzo Reich hitleriano, Taha Sobhi Falaha – questo il suo vero nome – avrebbe costruito – secondo quanto rivelò un’inchiesta del New York Times – l’Emni, il servizio d’intelligence dello Stato Islamico, che ha preso in carico, oltre all’intelligence esterna, anche il coordinamento della jihad del terrore, portata in Europa e in America come strumento di guerra e di vendetta.

L’unità controllata da Adnani avrebbe cioè inviato i suoi agenti in giro per il mondo ad organizzare le stragi e gli attacchi all’estero: in Germania, Austria, Spagna, Malaysia, Indonesia, Libano, Tunisia e Bangladesh.

L’Emni avrebbe anche addestrato i terroristi che hanno compiuto, fra l’altro, le stragi di Parigi e di Bruxelles. E a lui, secondo quanto hanno appreso i servizi occidentali, facevano ovviamente riferimento i “lupi solitari”, prima di entrare in azione, nel postare le loro dichiarazioni di sottomissione allo Stato islamico. Il suo primo “incitamento” risale al settembre dello stesso 2014, quando sulla rivista dell’Isis ‘Dabiq’ scrisse, rivolto a tutti i musulmani:

“Se non siete capaci di trovare una bomba o una pallottola, di spaccare loro la testa (ai “crociati, ndr) con una pietra, di accoltellarli o di metterli sotto con la vostra automobile, di farli cadere da un punto alto o di soffocarli o avvelenarli… allora date fuoco alle loro case, alle loro auto o alle loro imprese”. Un messaggio ripetuto più o meno con le stesse parole anche di recente, in questa ‘estate di sangue’ che ha funestato l’Europa.

Ultima ora

23:42Europei U.21: Bernardeschi, che cuore questa Italia

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - "L'emozione è tanta, io quando indosso questa maglia provo sempre qualcosa di speciale e particolare. Fare un gol così importante è veramente bellissimo". E' un Federico Bernardeschi felice quello che commenta il successo dell'under 21 azzurra sulla Germania, arrivato per il suo gol al 30'. "Credo ci sia da fare tanti complimenti a questa squadra - dice ancora il talento azzurro -: con il cuore si va avanti, e non c'è niente da fare e non ci si smentisce mai. Ma ce lo meritavamo, e abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna, visto che la Danimarca ha vinto. La nostra è stata una grande partita". Poi parla della sua rete. "Ho capito subito che avrei potuto fare gol - dice -. Ho tirato di sinistro perché sono più sicuro". Sottolinea poi che "questa squadra è un gruppo unito e lo ripeterò sempre: siamo così. Ma sappiamo di non aver fatto ancora niente. Ora c'è la Spagna, che è la squadra che ha impressionato di più in questo Europeo. Ma se questa Italia gioca con il cuore è dura per tutti".

23:39Calcio: Di Biagio, ora pensiamo a fare miracolo con Spagna

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - "Le critiche nei miei confronti? oggi abbiamo vinto, e non ci saranno. Comunque ci stanno, fanno parte del nostro lavoro. In questo caso bisogna capire dove migliorare". Questo il commento del ct dell'Under 21 Gigi Di Biagio dopo il successo sulla Germania che è valso l'accesso alle semifinali. "Oggi abbiamo fatto una buonissima gara contro un'avversaria forte - dice -. Il nostro obiettivo era di di vincere 1-0 e poi vedere cosa poteva succedere, e così è stato. Ora c'è da migliorare e arrivare in fondo, quindi ora subito con la testa alle semifinale". La mossa vincente è stata quella del 'falso nueve', con il trio Chiesa-Bernardeschi-Berardi che non ha dato punti di riferimento agli avversari. "La mossa è riuscita perchè abbiamo vinto - sorride Di Biagio -, altrimenti stavamo qui a parlare di scelta sbagliata. Abbiamo giocato bene perché abbiamo alzato il ritmo". Adesso c'è la semifinale di martedì a Cracovia contro la Spagna. "Cercheremo di fare il miracolo - dice Di Biagio - ma ora pensiamo a recuperare".

23:38Europei U.21: Italia-Germania 1-0

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Serviva l'impresa e gli Azzurrini l'hanno compiuta battendo 1-0 la quotatissima Germania. Un successo che permette alla formazione del tecnico Gigi Di Biagio di accedere alla semifinale dell'Europeo Under 21, in Polonia, dove martedì prossimo affronterà l'altrettanto temibile Spagna, che ha chiuso a punteggio pieno il proprio girone. Sul passaggio del turno ha influito e non poco la vittoria della Danimarca, che ha battuto 4-2 la Repubblica ceca, permettendo anche alla Germania di avanzare. In semifinale i tedeschi affronteranno l'Inghilterra. A Cracovia il gol partita l'ha siglato Bernardeschi al 30' del primo tempo. Unica nota negativa le ammonizioni di Berardi e Conti che, diffidati, sono stati ammoniti. Salteranno l'impegno con la Spagna.

23:01Gb, Corbyn accolto come una star al Glastonbury Festival

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Il leader Labour Jeremy Corbyn accolto come una star al Glastonbury Festival, la famosa tre giorni di concerti che si svolge ogni anno nel Somerset. Davanti a una folla di giovani, molti dei quali indossavano magliette con il suo nome, il sessantottenne Corbyn è tornato sui temi centrali della sua campagna elettorale, dal lavoro, ai diritti umani, alla giustizia. Un discorso più volte interrotto dagli applausi del pubblico al quale il leader Labour ha ricordato che "solo uniti si può cambiare il mondo", che la politica riguarda "la vita di tutti i giorni, quello che vogliamo, quello che sogniamo, quello che desideriamo per chi ci sta accanto". Ed ha inviato un messaggio anche al presidente Usa Donald Trump: "Costruisci ponti, non muri". Al termine del suo discorso la folla lo ha salutato intonando il suo nome al ritmo di Seven Nation Army, il pezzo degli White Stripes diventato ormai lo slogan dei suoi fan in campagna elettorale.

22:48Vela: Coppa America,New Zeland e Oracle una vittoria a testa

(ANSA) - HAMILTON (BERMUDA), 24 GIU - Prima vittoria in questa edizione della Coppa America di vela per l'imbarcazione statunitense Oracle del tycoon Larry Ellison, che alla Bermuda si è aggiudicata la regata numero 6 delle finali. In precedenza, l'equipaggio di Emirates Team New Zealand si era imposto nella quinta con il più ampio margine di vantaggio di questi giorni, ovvero 2'04''. Di soli 11 secondi il successo degli americani nel secondo 'match race' di oggi. Ora il punteggio complessivo, tenendo conto che la barca kiwi ha cominciato la serie sul -1, è di 4-1 per la Nuova Zelanda, a cui servono altre tre vittorie per portare a casa il trofeo.

22:37Calcio: Milan, Lotti, su trattativa Kalinic resto neutrale

(ANSA) - FIRENZE, 24 GIU - Sul possibile acquisto del Milan dell'attaccante croato in forza alla Fiorentina, Nikola Kalinic, "io sono neutrale perché non posso né commentare, né fare il mercato del Milan. Spero che il prossimo sia un bel campionato e faccio l' 'in bocca al lupo' a tutte le squadre". Lo ha detto il ministro dello Sport Luca Lotti, di cui è nota la 'fede' calcistica rossonera, ai cronisti a margine della finale del Calcio Storico Fiorentino, in piazza Santa Croce a Firenze a cui ha assistito come 'magnifico messere' della rievocazione storica.

22:31Nuoto: Settecolli, Pellegrini chiude 100 stile al 6/o posto

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Federica Pellegrini ha chiuso al sesto posto la finale dei 100 stile libero degli Internazionali Settecolli di Roma col tempo di 54"48. Ad aggiudicarsi la gara è stata la nuotatrice olandese Ranomi Kromowidjojo col crono di 53"07 davanti alla danese Pernill Blume (53"59) e alla svedese Michelle Coleman (53"64). "Va bene, mi aspettavo questo tempo dopo questa mattina. Va benissimo così, i 100 per me sono più facili quando sono in forma e riesco ad essere anche veloce. Sotto carico invece è un po' difficile, però comunque nuotare costantemente sui 54" basso va benissimo - le parole dell'azzurra che ieri si era imposta in rimonta nei 200 stile libero -. Per me poi gareggiare in questa piscina è sempre fantastico indipendentemente dal risultato, vedere il calore del pubblico è una cosa eccezionale. Ora ci vediamo direttamente a Budapest, io parto per i monti e scenderò per la partenza del Mondiale".

Archivio Ultima ora