Merkel apre a Renzi sulla flessibilità per “Casa Italia”

Pubblicato il 31 agosto 2016 da ansa

Merkel apre a Renzi sulla flessibilità per “Casa Italia”

Merkel apre a Renzi sulla flessibilità per “Casa Italia”

MARANELLO (MODENA) – “Sono certa che l’Europa troverà una soluzione sensata”. E’ la prima volta che la paladina del rigore europeo Angela Merkel, rispondendo ad una domanda sulla richiesta di flessibilità per il progetto ‘Casa Italia’, non si trincera dietro il solito refrain, ovvero che “è la Commissione a decidere, non i singoli stati”.

La cancelliera tedesca, parlando in conferenza stampa accanto al premier Matteo Renzi al termine del vertice di Maranello, non va oltre. Ma tanto basta a dare un segnale di maggiore apertura verso un paese, l’Italia, che se fino a qualche tempo fa era “sotto osservazione” ora rischia di diventare uno dei pochi partner affidabili, all’interno di un’Europa sempre più debole e instabile.

Non è un caso che la cancelliera ribadisca di augurare molto successo a Renzi nel portare avanti l’agenda delle riforme” (leggi referendum) perché, dice, “fa bene all’Italia ma anche all’Europa” (leggi stabilità). Renzi raccoglie l’assist e fa subito capire che l’Italia degli sprechi, delle ricostruzioni fasulle, dei soldi spesi male, non c’è più.

– Gli interventi europei sono importanti ma – dice – l’Italia ha innanzitutto l’esigenza di spendere bene i soldi che ha e non c’è un italiano che non ti chieda di spenderli bene. La trasparenza sarà totale, con il coinvolgimento dell’Anac che ha funzionato in modo perfetto per Expo e assoluta sarà la legalità. Questo non significa rinunciare, l’Italia spenderà i soldi che sarà necessario spendere per ricostruire i paesi distrutti dal sisma ma anche per mettere in sicurezza tutto il Paese ed evitare altri morti.

– Noi utilizzeremo le regole europee – assicura il premier – ma questo tipo di utilizzo lo faremo dopo un progetto molto serio e legato al buon senso e al futuro. Non faccio annunci show o shock, prenderemo tutto quello che serve ed è necessario, ma è fondamentale partire spendendo bene i soldi.

Per questo tutto sarà coordinato da un commissario, Vasco Errani, che sarà nominato domani, annuncia Renzi.
– E’ stato presidente dell’Emilia Romagna che 4 anni fa ha subito un forte sisma – spiega – ed ora è in piedi: scegliamo la stessa squadra.

La flessibilità se la meritano i paesi affidabili, che non sprecano i soldi, che li usano con criterio e, soprattutto, che hanno progetti seri e concreti, sembra essere il messaggio di Renzi, subito raccolto da Merkel.

– Sono certa che l’Italia presenterà un progetto in maniera trasparente e che si troverà una soluzione sensata – ribadisce.

E il segnale di fiducia passa anche per il progetto di ricostruzione di una scuola (forse quella di Amatrice) con i soldi tedeschi.

– Abbiamo sentito molto forte la solidarietà della popolazione nei confronti dell’Italia, i soccorritori hanno lavorato in maniera eccezionale – ha detto la cancelliera che a Maranello ha incontrato i volontari che hanno salvato la piccola Giorgia dalle macerie del sisma e anche il cane Leo, che è riuscito a capire che c’era qualcuno ancora in vita dopo 16 ore dal sisma.

Il sisma, del resto, è sempre stato lì, tutto il giorno, nei riferimenti del premier – “questo summit si tiene in un momento particolarmente triste per la storia del nostro paese” – nella solidarietà della Merkel, nel saluto ai volontari e, per fortuna, anche nei gesti concreti di solidarietà. Come quello della Ferrari, padrona di casa, che ha messo all’asta uno dei suoi gioielli.

La sintonia tra Merkel e Renzi, nella lunga giornata trascorsa tra il museo Ferrari e gli stabilimenti di Maranello, passa anche attraverso un’altra emergenza che ha travolto l’Europa: i migranti. E qui è il premier ad appoggiare la cancelliera che torna a ripetere l’urgenza e la necessità di accogliere chi fugge dalle guerre, ma anche di rimpatriare chi non ha diritto all’asilo.

– L’Europa deve provvedere unita ai rimpatri di coloro che non hanno diritto – ha detto il premier – è un compito al quale l’Ue deve assolvere con più determinazione.

Ultima ora

20:57Migranti: sindaco Lampedusa, parole Kurz da naziskin

(ANSA) - LAMPEDUSA (AGRIGENTO), 20 LUG - "Una dichiarazione del genere me la sarei aspettata da un naziskin, non certo da un rappresentante delle istituzioni di un Paese della Comunità Europea. Evidentemente Kurz non sa neppure quanto è grande Lampedusa, e dimentica che nella nostra isola vivono seimila persone che si sentono europee". Così il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, commenta le parole del ministro degli Esteri austriaco Sebastian Kurz sui migranti. "Dalle parole che ho letto - aggiunge il sindaco di Lampedusa - capisco che il ministro Kurz non sa come avvengono gli sbarchi, in quali condizioni vengono soccorsi i migranti che arrivano a Lampedusa, e non sa quanti sforzi compiono quest'isola e i suoi abitanti per l'accoglienza umanitaria".

20:54Calcio: Inter-Schalke, botta e risposta ironico su Twitter

(ANSA) - MILANO, 20 LUG - Botta e risposta su Twitter tra Inter e Schalke 04 che domani in Cina si sfideranno in amichevole. Il club nerazzurro dà appuntamento ai tedeschi: "Siete pronti come lo siamo noi per la Dragon city cup? Ci vediamo domani sera!". Pronta la risposta dello Schalke che, con ironia, ricorda le vittorie sulla squadra nerazzurra: "Certo! Non vediamo l'ora. Ci ricordiamo ancora bene di voi". E infatti i tedeschi sono stati un avversario ostico per l'Inter. Nel 1997 lo Schalke battè ai rigori in finale di Coppa Uefa la squadra allora allenata da Roy Hodgson. Poi, nel 2011, nell'andata dei quarti di Champions, fu un vero tracollo nerazzurro: ko per 5-2 a San Siro.

20:53Calcio: Spagna, convalidato l’arresto del presidente Villar

(ANSA) - MADRID, 20 LUG - Il giudice della Audiencia nacional di Madrid, Santiago Pedraz, ha convalidato l'arresto del presidente della Federcalcio spagnola (Rfef), Angel Maria Villar, e del figlio Gorka, accusati di corruzione e malversazione, disponendo il loro ingresso in carcere. I due Villar erano stati arrestati martedì, in un blitz ordinato dalla Procura anti-corruzione. Con loro erano finiti in manette il presidente e il segretario della federazione di Tenerife, Juan Padron, vicepresidente della Rfef, e Ramon Hernandez Baussou. I quattro arrestati sono stati interrogati oggi dal giudice, che poi ne ha convalidato l'arresto. Sono imputati per appropriazione indebita, truffa, falso, corruzione. Dopo l'arresto del suo presidente, la Rfef aveva rinviato sine die le riunioni previste questa settimana per fissare il calendario della Liga 2017/18. Il ministro dello Sport, Inigo Mendez de Vigo, ha detto che la riunione si svolgerà domani e che il Governo spagnolo impedirà che i guai giudiziari di Villar influiscano sul campionato.

20:51Usa: O. J. Simpson, ‘ho scontato la mia condanna’

(ANSA) - NEW YORK, 20 LUG - "Nulla di tutto questo sarebbe successo se avessi avuto miglior buon senso". Lo afferma O. J. Simpson, l'ex star del football, nel corso dell'udienza davanti alla commissione che deve decidere se concedergli la libertà condizionale. "Sono a un punto della mia vita in cui vorrei trascorrere la maggior parte del tempo con i miei figli e i miei amici. Non mi sono mai lamentato per nove anni, ho scontato la mia condanna". Simpson sta scontando una condanna a a 33 anni di carcere per rapina a mano armata e sequestro di persona. In passato e' stato prosciolto dall'accusa di omicidio della sua ex moglie Nicole e dell'amico Ronald Goldman nel 1994 a Los Angeles, in un processo che ha spaccato l'America tenendo milioni di telespettatori incollati alla tv. E l'udienza per la sua liberta' condizionale segue lo stesso copione: e' trasmessa in diretta da tutte le principali emittenti televisive.

20:46Albanese ucciso a Terni, connazionale resta in carcere

(ANSA) - BARI, 20 LUG - Resta in carcere il 60enne albanese Kujtim Beli, accusato dell'omicidio del connazionale Demir Hyseni, di 49 anni, ucciso due giorni fa a Terni a colpi di pistola. Il gip del Tribunale di Bari Annachiara Mastrorilli ha convalidato il fermo dell'uomo, eseguito ieri dai Carabinieri nel porto di Bari, dove il 60enne si stava imbarcando per tornare in Albania. Il giudice ha emesso contestuale ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di omicidio volontario dichiarandosi poi incompetente per territorio e trasmettendo gli atti alla magistratura di Terni, titolare delle indagini sul delitto. (ANSA).

20:40Calcio: moviola in campo, test per arbitri di A

(ANSA) - VIAREGGIO (LUCCA), 20 LUG - Nello stadio dei Pini, a Viareggio, sarà sperimentata la 'moviola in campo' domani e sabato, a partire dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18. L'iniziativa è stata organizzata dalla Lega di Serie A, insieme alla società del Viareggio 2014, che milita in Serie D. Gli arbitri di Serie A potranno quindi sperimentare le modalità di applicazione di questo strumento altamente innovativo durante un torneo quadrangolare dimostrativo che vedrà impegnate le formazioni giovanili (Juniores e Allievi) del Viareggio 2014, del Seravezza, del Real Forte Querceta e del Camaiore. Gli arbitri e gli assistenti coinvolti nella due giorni saranno Guida, Abisso, Gavillucci, Pasqua, Marrazzo, Del Giovane, Manganelli, Gori, Valeri, Mariani, Tasso e Liberti. Poi, domenica, nello stadio di Forte dei Marmi, alle 18, altro test nel corso dell'amichevole Real Forte Querceta-Empoli.

20:38Calcio: Crotone, Stoian in campo 80 giorni

(ANSA) - CROTONE, 20 LUG - Ottanta giorni dopo il malore che ne aveva causato il ricovero d'urgenza in ospedale, Adrian Stoian, attaccante romeno del Crotone, è tornato ad allenarsi con i compagni. Il giocatore si è messo al lavoro nel ritiro di Moccone di Spezzano della Sila (Cosenza), per recuperare la forma ed essere al più presto pronto per tornare in campo. Dopo aver sostenuto le visite mediche di rito, Stoian, infatti, ha raggiunto oggi i compagni di squadra in ritiro ed è sceso in campo insieme al viceallenatore, Emanuele Cacicia, per sostenere il primo allenamento della nuova stagione. Stoian, nei primi giorni, seguirà un programma di lavoro personalizzato e successivamente si aggregherà al gruppo. Il giocatore era stato portato in ospedale a Crotone il 30 aprile, dopo la partita casalinga contro il Milan, ed era rimasto ricoverato fino a maggio, assistendo ai match del Crotone dalle finestre dell'ospedale, che sorge accanto allo stadio Ezio Scida.

Archivio Ultima ora