L’INMP Istituto Nazionale Salute Migrazioni e Povertà location del cortometraggio sull’immigrazione e l’integrazione “Posso entrare?”

Pubblicato il 31 agosto 2016 da redazione

locandina Posso entrare

ROMA. – E’ girato negli ambulatori dell’INMP Istituto Nazionale Salute Migrazioni e Povertà, ente pubblico del Servizio sanitario nazionale per vocazione istituzionale impegnato nell’accoglienza e assistenza sanitaria alle popolazioni migranti, il cortometraggio sull’immigrazione “Posso entrare?”, tra i vincitori del progetto MIGRARTI del Ministero dei Beni e Attività Culturali, ospite della 73a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Il film, scritto e diretto dal regista curdo Fariborz Kamkari e prodotto dalla Far Out Films, affronta la complessità dei fenomeni migratori aprendo finestre sull’incontro-scontro tra culture di origine e di destinazione.

“Posso entrare?” racconta una giornata in un Centro di Protezione dei diritti delle donne e il dramma che lacera una famiglia immigrata dall’Africa in Italia a causa dell’infibulazione, pratica considerata reato in Italia dal 2006, ma che rappresenta una tradizione ancora profondamente radicata in molte società del continente africano.

Il finale aperto sulle sfide poste dalla contemporaneità, pone interrogativi alla coscienza individuale e collettiva su conoscenza dell’Altro, identità, mixitè e integrazione. “E’ il racconto dei malintesi e dei fraintendimenti, delle mezze verità, e dell’impossibilità di un giudizio definitivo – afferma il regista – in cui ho voluto mettere a fuoco la complessità dei fenomeni migratori e le difficoltà sia per chi arriva da un’altra cultura, sia per chi accoglie, o rifiuta, le persone migranti.

‘Noi’ e ‘loro’ sono due categorie astratte e sempre insufficienti a comprendere. Nella realtà siamo tanti individui diversi: aperti, spaventati, generosi, diffidenti. Tra i migranti c’è chi fugge dalla propria cultura d’origine perché gli fa orrore, e chi invece sente il bisogno di ancorarsi alle tradizioni in un mondo dove altrimenti si sente spaesato. Questa relazione di incontro/scontro è difficile, e chi semplifica e generalizza, da tutte e due le parti, è tagliato fuori da ogni possibilità di conoscenza e quindi dalla vera possibilità di relazione e integrazione”.

Concetta Mirisola, Direttore Generale INMP, e il regista Fariborz Kamkari in una pausa delle riprese del film

Concetta Mirisola, Direttore Generale INMP, e il regista Fariborz Kamkari in una pausa delle riprese del film

“Quando la produttrice Fabrizia Falzetti, ci ha parlato dell’argomento trattato nel suo film proponendo di ambientare alcune scene nel nostro Istituto – dichiara Concetta Mirisola, Direttore Generale INMP – abbiamo accettato di collaborare perché riteniamo importante che anche il linguaggio cinematografico sia testimone e voce di una piaga sociale tragica quale è quella delle mutilazioni genitali femminili, di cui sono vittime tante donne e bambine, di cui molte sono assistite dai nostri medici e psicologi.

Questa pratica rientra nell’ambito delle violazioni dei diritti fondamentali all’integrità della persona e alla salute delle donne e delle bambine, ed è un fenomeno che va contrastato attraverso prevenzione, formazione e campagne di informazione agli immigrati provenienti dai Paesi in cui viene eseguita e che arrivano in Italia.

Come Istituto siamo sempre concretamente in prima linea su queste problematiche, con una particolare attenzione alle donne che si rivolgono alla nostra struttura sanitaria, spesso immigrate vittime di violenza e della tratta nei Paesi di origine, e all’interno dell’ambulatorio dell’INMP, dal 2011 è nato il Servizio di Salute e Tutela della Donna.

In questo cammino verso un futuro nel quale il rispetto e la dignità delle persone possano essere riconosciuti e difesi, l’INMP, sempre accanto a chi soffre, abbraccia come un dovere etico il continuare a sensibilizzare e non abbassare mai il livello di attenzione su questi temi, tra cui la violenza di genere.

Non è semplice, ma nel farlo tutti insieme, come impegno di un intero Istituto e di ogni persona che vi lavora, traiamo forza, motivazione e il senso di costruire un lavoro in cui ogni donna acquisti consapevolezza del suo corpo, della sua volontà, delle sue potenzialità, dei suoi diritti, in primis il diritto alla salute. La violenza contro le donne, quindi anche il dramma delle mutilazioni genitali femminili, rappresentano una grave violazione dei diritti umani e il senso della nostra collaborazione a questo cortometraggio è portare avanti una battaglia di civiltà da cui nessuno può sentirsi escluso”.

Tiziana Grassi/ grassi@inmp.it

Ultima ora

12:29Calcio: rinnovo ufficiale, Bonaventura al Milan fino 2020

(ANSA) - MILANO, 18 GEN - Il Milan ha prolungato di un anno, fino al 30 giugno 2020, il contratto di Giacomo Bonaventura. Il club ha ufficializzato l'intesa, già definita prima di Natale con il benestare della cordata cinese in procinto di completare l'acquisto del Milan. In base al nuovo accordo è stato ritoccato l'ingaggio del centrocampista che ora guadagnerà circa due milioni di euro a stagione.

12:28Siria: Iran, contrari a partecipazione Usa a vertice Astana

(ANSA) - TEHERAN, 18 GEN - L'Iran "è contrario alla partecipazione degli Stati Uniti" al vertice di Astana del 23 gennaio prossimo per i colloqui di pace in Siria. Lo ha riferito il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, riportato dall'agenzia Tasnim. "Non abbiamo invitato gli Stati Uniti e ci opponiamo alla loro presenza ai colloqui di Astana", ha detto Zarif. L'Iran si colloca in tal modo su una posizione diversa da Mosca. Ieri, infatti, il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, aveva detto di ritenere opportuno invitare anche Usa e Onu al vertice sulla Siria mediato da Russia, Iran e Turchia.

12:26Maltempo:Val d’Aosta ancora sottozero, ma allenta morsa gelo

(ANSA) - AOSTA, 18 GEN - Ancora sole e temperature sottozero in Valle d'Aosta, dove tuttavia la morsa del gelo degli ultimi giorni si sta lentamente allentando. Ad Aosta il termometro segna -7,8 gradi, la minima a Courmayeur è di -10 e a Cervinia di -14 gradi. Per le prossime ore è previsto un rialzo termico moderato, soprattutto oltre i mille metri di altitudine per il fenomeno dell'inversione termica nella valli. (ANSA).

12:23Maltempo: Anas, riaperti tratti E45 tra E-R e Toscana

(ANSA) - BOLOGNA, 18 GEN - E' stata riaperta la strada statale 3bis 'Tiberina' - nota anche come E45 - da Cesena Nord, in Romagna a Pieve Santo Stefano, nell'Aretino. Riaperto anche il tratto tra Bagno di Romagna e il confine con la Toscana. Lo comunica l'Anas, sul suo sito nella sezione dedicata all'emergenza maltempo e al piano neve. Sui tratti della E45 coinvolti, viene spiegato, "permangono rallentamenti ed il transito è consentito ai soli veicoli leggeri dotati di dispositivi invernali". Ieri sempre sulla E45, a causa della neve, era stato chiuso al traffico un tratto della strada tra Romagna e Toscana, compreso tra il km 149 e il km 200, fra S.Stefano e Montecastello nel Forlivese. Uomini e mezzi dell'Anas, si legge ancora, "stanno intervenendo ininterrottamente su numerosi tratti stradali in Abruzzo, Umbria, Marche, Emilia Romagna e Toscana per garantire la transitabilità e prevenire disagi alla circolazione". (ANSA).

12:23Tennis: Australia, Federer e Wawrinka al terzo turno

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Il tennista svizzero Roger Federer si è qualificato per il terzo turno degli Australian Open, battendo l'americano Noah Rubin con il punteggio di 7-5 6-3 7-6 in una partita durata poco più di 2 ore. Nel prossimo turno lo svizzero se la vedrà con il ceco Thomas Berdych. Vittoria anche per l'altro svizzero, Stanislaw Wawrinka, che ha liquidato in un'ora e 51 minuti l'altro americano Steve Jonhson con il punteggio di 63- 6-4 6-4. Al prossimo turno Wawrinka affronterà il serbo Troicki che ha eliminato l'azzurro Paolo Lorenzi.(ANSA).

12:20Terremoto: scossa 5.3 tra L’Aquila e Rieti

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Scossa di terremoto di magnitudo 5,3, secondo le prime stime dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), stamani alle 10.25 tra L'Aquila e Rieti. La scossa è stata sentita nel Lazio, in Abruzzo e nelle Marche ed è stata avvertita anche a Roma. L'epicentro si trova nella zona di Montereale.

12:13Pregiudicato ucciso a Bari,colpito alla testa mentre guidava

(ANSA) - BARI, 18 GEN - Il 40enne Francesco Barbieri, ucciso ieri sera in un agguato al quartiere Japigia di Bari sarebbe stato inseguito da sicari in sella ad un motorino e colpito mentre era alla guida di un'auto dinanzi al Palaflorio per poi finire la propria corsa, ormai senza vita contro il muro di una scuola. Almeno cinque i bossoli trovati sull'asfalto, quattro colpi sono andati a segno. I sicari hanno affiancato l'auto di Barbieri e hanno sparato infrangendo il finestrino dal lato del guidatore. Tre proiettili hanno ferito il 40enne a braccio e spalla, uno, mortale, alla testa. L'autopsia, che servirà anche a stabilire l'esatta traiettoria dei proiettili per ricostruire la dinamica dell'agguato, sarà eseguita nel pomeriggio. Secondo gli investigatori della Squadra Mobile di Bari, coordinati dal pm della Dda Ettore Cardinali, l'uomo aveva piccoli precedenti per spaccio ma non risulta affiliato ad un clan. Ieri sera stava raggiungendo la famiglia ad una festa quando è stato freddato.

Archivio Ultima ora