Primo storico volo fra Usa e Cuba dopo 55 anni

Pubblicato il 01 settembre 2016 da ansa

Primo storico volo fra Usa e Cuba dopo 55 anni

Primo storico volo fra Usa e Cuba dopo 55 anni

NEW YORK. – Decolla ufficialmente anche nei cieli lo storico disgelo tra Stati Uniti e Cuba. Ieri è partito e atterrato a destinazione il primo volo commerciale dalla Florida diretto verso l’isola. Ad inaugurare la tratta la compagnia Jet Blue che, con il volo 387 da Fort Lauderdale a Santa Clara, ha aperto una nuova frontiera nei collegamenti tra i due Paesi.

Un traguardo che arriva dopo oltre mezzo secolo. L’ultimo collegamento aereo risale infatti al 1961, anno in cui si interruppero le relazioni tra i due Paesi in seguito all’ascesa al potere di Fidel Castro. “Questo volo fa parte dei grandi momenti della storia”, ha commentato Mark Wales, direttore dell’aeroporto della Florida, paragonando enfaticamente l’evento ai primi passi dell’uomo sulla Luna.

L’aereo della Jet Blue è atterrato a Santa Clara alle 11 ora locale. Una trasvolata breve, solo 45 minuti. Il decollo e l’atterraggio sono stati in pompa magna. A Fort Lauderdale, cannoni ad acqua hanno salutato la partenza mentre all’arrivo i passeggeri sono stati accolti da un un gruppo musicale cubano. I primi due a scendere hanno sventolato le bandiere cubana e americana prima di abbracciarsi a terra.

A bordo 150 persone, tra cui il ministro dei trasporti americano Anthony Foxx, l’ambasciatore cubano negli Usa, José Ramon Cabañas, il numero uno di Jet Blue, Robin Hayes, e diversi giornalisti e fotografi.

Secondo le numerose foto pubblicate su social media, su ogni sedile c’era una bandiera cubana. Significativa anche la scelta dei piloti, entrambi di origini cubane, Mark Luaces e Francisco Barreras. In particolare il prozio di Barreras era un dirigente della Pan Am all’Avana mentre un alto parente era pilota per la famiglia Castro. Santa Clara, inoltre, la città a qualche centinaio di km dalla capitale, ospita la tomba del leader rivoluzionario argentino Ernesto Che Guevara.

Nei mesi a seguire, altre cinque compagnie americane inizieranno ad effettuare voli su Cuba, fino ad un totale di 110 al giorno. La ripresa dei voli commerciali segue quello delle navi da crociera con la prima partita la scorsa primavera dopo oltre mezzo secolo da Miami e attraccata nel porto dell’Avana.

Si tratta di due importanti traguardi nel disgelo tra Washington e l’Avana, che ha consentito la ripresa delle relazioni diplomatiche nel 2014 dopo lunghe trattative segrete e che la scorsa primavera hanno portato Obama a essere il primo presidente americano a mettere piede sull’isola dal 1928.

Tuttavia l’embargo resta. Il Congresso, dominato dai repubblicani, no cede. Di conseguenza ai cittadini americani è ancora proibito visitare l’isola da turisti. Le eccezioni sono per motivi culturali, religiosi, di affari e familiari.

(di Gina Di Meo/ANSA)

Ultima ora

14:08Migranti: Kompatscher, serve cambio di rotta dell’Europa

(ANSA) - BOLZANO, 28 MAR - "Dobbiamo cambiare rotta. Serve una svolta della politica comunitaria per la gestione dei migranti". Lo ha detto il governatore altoatesino Arno Kompatscher in riferimento all'annuncio di Vienna di voler disattendere il piano di ricollocamento. "La posizione di Vienna - ha aggiunto - in un certo senso è comprensibile, visto che i numeri in rapporto agli abitanti sono nettamente sopra la media europea e anche sopra la media italiana". Kompatscher ha espresso rammarico "che ora dal piano di ricollocamento si sfila anche l'Austria e resta praticamente solo la Germania che sta già facendo moltissimo su questo fronte". Il presidente della provincia di Bolzano incontrerà domani ad Innsbruck il suo omologo tirolese Günther Platter e il ministro degli interni austriaco Wolfgang Sobotka.

14:06Ue: Gentiloni, flessibilità possibile e necessaria

(ANSA) - ROMA, 28 MAR -"Dobbiamo essere certi che sui margini del patto di stabilità c'è una discussione in corso e non riguarda solo l'Italia. Andrà avanti nei prossimi mesi e noi vi parteciperemo perché la flessibilità non solo è possibile ma anche necessaria in un momento in cui la crescita va incoraggiata". Così il premier Paolo Gentiloni ribadisce, dopo l'incontro a Palazzo Chigi sul terremoto, la linea italiana in Ue.

14:03Gentiloni, cerchiamo altri soldi per terremoto

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Ho detto che stanzieremo almeno 1 miliardo all'anno e per 3 anni, ma stiamo lavorando per avere risorse più ingenti possibili. Le modalità con cui questo fondo sarà utilizzato saranno rese note dal governo ad aprile". Lo ha annunciato a Palazzo Chigi il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni parlando delle norme per il terremoto del Centro Italia.

13:59Card. Ravasi, fuggire facile via nazionalismo e populismo

(ANSA) - PADOVA, 28 MAR - "E' una visione del tutto non cristiana quella che considera che la via più semplice di fronte all'altro è di considerarlo un rischio e un pericolo mettendo quindi in atto la paura o l'attacco, l'assalto. Ed è proprio questo che i fondamentalisti vogliono perché su quel terreno sono capaci di contrastarci. Il compito della cultura e delle religioni è di stabilire un duetto, non un duello, con voci diverse ma che possono costruire qualcosa insieme. Dobbiamo fuggire la facile via del nazionalismo e del populismo che purtroppo fa sempre scattare adesioni istintive". Così il cardinal Gianfranco Ravasi, parlando di integrazione e interculturalità a margine dell'intervento tenuto a Padova all'inaugurazione dell'anno accademico della Facoltà Teologica del Triveneto.

13:59Calcio: Simeone insegue Lacazette, lo vuole all’Atletico

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Alexandre Lacazette è finito nel mirino dell'Atletico Madrid, dove Diego Simeone vorrebbe comporre un tandem d'attacco tutto francese: Antoine Griezmann insieme all'attuale centravanti del Lione. Il miglior marcatore francese in Europa (29 gol finora) è infatti al primo posto, riferisce France Football, nella lista del ds dei 'Colchoneros', Andrea Berta, che ha cominciato già a contattare l'entourage del giocatore e il club. Secondo la rivista sportiva francese, l'Atletico sarebbe pronto a mettere sul piatto 60 milioni per il cartellino dell'attaccante che ha ancora due anni di contratto col Lione.

13:54Migranti:Ue a Austria,conseguenze da ritiro relocation

(ANSA) - BRUXELLES, 28 MAR - "Nessun Paese può ritirarsi unilateralmente" dal piano europeo di ricollocamenti, che è "legalmente vincolante. Se lo facessero sarebbero fuori dalla legge e questo sarebbe profondamente deplorevole e non senza conseguenze". Così il portavoce della Commissione europea per la Migrazione Natasha Bertaud a chi chiede se l'Austria possa ritirarsi dal piano di ricollocamenti.

13:52Gentiloni, sarà Def di crescita e non depressione

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Il fondo per il terremoto non incide sull'indebitamento netto e farà parte di un decreto che ho volutamente definito correttivo ma anche di sostegno alla crescita, il Def, perché sin dal primo momento il governo ha parlato di un'operazione non di depressione dei segnali di crescita ma di incoraggiamento". Così il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni.

Archivio Ultima ora