La Vinotinto in cerca del riscatto a Barranquilla

Pubblicato il 01 settembre 2016 da redazione

La Vinotinto vuole risorgere a Barranquilla

La Vinotinto vuole risorgere a Barranquilla

Fioravante De Simone

CARACAS – “Tutto è possibile se ti concentri e ti impegni. La tua mente ha veramente il controllo di tutto” comentó in una opportunitá il plurimedagliato Michael Phelps. Questa frase potrebbe servire come motivazione per la Vinotinto che oggi a Barranquilla sfiderà la Colombia.

La nazionale venezuelana in 6 partite ha conquistato solamente un punto, frutto del pareggio in extremis contro il Perù. Solo la matematica tiene ancora a galla le speranze degli ospiti, che scenderanno in campo più che altro per salvare l’onore dopo un cammino finora disastroso, che li ha relegati all’ultimo posto del girone Conmebol.

Ma c’é da ricordare che dall’ultima gara disputata della vinotinto durante le qualificazioni fino ad oggi é cambiata la guida tecnica: prima c’era Noel Sanvicente, adesso al suo posto c’é Rafael Dudamel che ha disputato un’onorevole Coppa America arrendendosi nei quarti di finale contro l’Argentina di Messi.

La vinotinto si presenta sul rettangolo verde dello stadio Metropolitano Roberto Meléndez della cittá di Barranquilla con un’unica missione: “risorgere e tenere vive le speranze mondiali”.

“E’ l’inizio di una nuova stagione nelle qualificazioni, per noi iniziano adesso anche se abbiamo già disputato sei gare. In verità il nostro cammino é iniziato con la Coppa America e siamo coscienti delle nostre aspirazioni e le nostre possibilità” ha dichiarato Dudamel in conferenza stampa.

La gara che si disputerá nella capitale del dipartimento del Atlántico puó essere quella della svolta che faccia risvegliare la vinotinto dall’incubo e e darle la speranza di raggiungere la terra promessa della matrioska e del vodka. Per realizzare questo sogno Dudamel ha ancora a disposizione 36 punti.

L’obiettivo è riconfermare l’ottima prestazione messa in campo durante la recente Coppa America, dove i gladiatori di Dudamel hanno fatto sognare i fans.

Sull’altra sponda il tecnico José Pekerman si affiderà all’usato sicuro per consolidare il quinto posto e magari migliorare la classifica della sua Colombia, per attenuare l’affanno ed arrivare ai prossimi Mondiali senza troppi rischi.

L’ultima vittoria della vinotinto in trasferta risale a quasi quattro anni fa, allora s’impose per 0-2 in casa del Paraguay grazie ad una doppietta di Solomón Rondón.

I precedenti tra vinotinto e cafeteros in gare di qualificazioni sono 14 con un bilancio di 6 vittorie colombiane, 5 pareggi e 3 vittorie venezuelane.

I tifosi della vinotinto ricordano ancora la fiondata da fuori área di Juan Arango que regaló la storica vittoria in terra colombiana durante le qualificazioni per il mondiale Germania 2006, e incrociano le dita nella speranza che si ripeta l’impresa.

Le probabili formazioni

Colombia: Ospina; Medina, O.Murrillo, J Murillo, Díaz; C. Sánchez, D. Torres, James Rodríguez, Cuadrado; Bacca y Gutiérrez.

Venezuela: Hernández; Rosales, Vizcarrondo, Ángel, Feltscher; Rincón, Figuera, Otero, Peñaranda; Rondón y Martínez.

Arbitro: Daniel Fedorczuk (Uruguay)

Estadio: Metropolitano, Barranquilla

Ora: 16:30 (Ora venezuelana)

Ultima ora

18:46Spara e uccide padre, domani udienza per figlio 16enne

(ANSA) - PADOVA, 27 MAR - E' in programma domani l'udienza di convalida del fermo per omicidio volontario del 16enne che venerdì scorso nella sua abitazione di Selvazzano (Padova) ha fatto fuoco con un fucile contro il padre, Enrico Boggian, 52 anni, uccidendolo. Il giovane inizialmente aveva raccontato di essere tornato a casa e di averlo trovato privo di vita, ma dopo 16 ore di interrogatorio era crollato ammettendo di aver fatto fuoco contro il padre. Ai carabinieri ha raccontato però di essere andato a prendere il fucile custodito poco lontano, a casa dei nonni, "per fare uno scherzo", ovvero per spaventare il padre che stava riposando sulla poltrona della taverna. Il nonno del ragazzo è stato denunciato per omessa custodia dell'arma.

18:45Falso cieco condannato a 5 anni, guidava anche il trattore

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAR - Cieco per l'Inps, ma vedente per ospedali e ambulatori Asl dove andava per i controlli medici, così per un decennio ha continuato a percepire due assegni, uno per la cecità, l'altro come invalido civile anche per il diabete e l'obesità. Il tribunale di Firenze ha condannato un 70enne a 5 anni per reati di falso e truffa. Nelle indagini della tenenza della Gdf di Borgo San Lorenzo coordinate dal pm Paolo Barlucchi venne pure filmato mentre guidava con perizia un trattore a Vicchio, reato poi depenalizzato, e coglieva ciliegie. Il condannato 'giocava' su una reale 'retinopatia proliferante, poi curata con successo in modo risolutivo già dal 2001. Tuttavia alle commissioni mediche dell'Inps sosteneva di non essere in grado di vedere e veniva classificato come cieco. Condannato a sei mesi per falsa attestazione un parente, che talvolta lo accompagnava.

18:35Uccide figli e si suicida, forse motivi economici

(ANSA) - TRENTO, 27 MAR - Ci sarebbero difficoltà economiche alla base del gesto di Gabriele Sorrentino, l'uomo di 45 anni che a Trento ha ucciso due dei suoi tre figli - la terza era in gita scolastica - e poi si è tolto la vita lanciandosi da una roccia. L'uomo, hanno spiegato gli inquirenti, svolgeva delle attività finanziarie, lavorava in casa ed era normalmente in casa con i figli quando la moglie non c'era. I rapporti con la moglie erano ottimi. La donna avrebbe riferito che questa mattina la coppia avrebbe dovuto firmare il rogito per l'acquisto di un appartamento. Lei ad un certo punto sarebbe uscita ed avrebbe lasciato il marito a casa con i due figli; quando è rientrata, ha scoperto che i due bimbi erano stati uccisi. L'auto di Sorrentino è stata ritrovata dalle forze dell'ordine nel parcheggio di un albergo a Sardagna, una località sulla collina che sovrasta Trento; all'interno della vettura, un costoso suv, sul sedile posteriore erano fissati i seggiolini per i piccoli.

18:22Juve: Allegri twitta, complimenti a Sarri

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAR - ''Sinceri complimenti all'amico Maurizio per la Panchina d'oro, risultato che premia il lavoro quotidiano sul campo!''. Questo il tweet che Massimiliano Allegri ha postato per rallegrarsi con Sarri fresco vincitore del riconoscimento assegnato oggi dai colleghi a Coverciano. Il tecnico della Juventus, che ha vinto questo premio negli ultimi due anni, è stato battuto per tre voti (25 a 22) dal collega del Napoli. I due si affronteranno al San Paolo domenica prossima per il campionato e mercoledì 5 aprile per la semifinale di ritorno di Coppa Italia.

18:21Nato: venerdì ministeriale esteri, prima volta di Tillerson

(ANSA) - BRUXELLES, 27 MAR - La ministeriale esteri della Nato, inizialmente prevista per la prossima settimana (5-6 aprile), è stata anticipata a venerdì 31 marzo. Lo ha reso noto l'ufficio stampa dell'Alleanza Atlantica. Alla riunione parteciperà per la prima volta anche il nuovo Segretario di Stato Usa, Rex Tillerson, che nei giorni scorsi aveva fatto sapere di avere altri impegni per le date iniziali. L'anticipo della data permetterà quindi un confronto diretto, in una riunione in cui - a quanto si apprende - il focus principale sarà la preparazione del vertice straordinario della Nato che si terrà il 25 maggio a Bruxelles con la presenza di Donald Trump. In particolare, uno dei temi sarà il criterio di valutazione della partecipazione alle missioni e operazioni della Nato nell'ottica del 'riequilibrio degli oneri' e dell'aumento delle spese per la difesa, col ritorno al livello del 2% del Pil, chiesto con forza dall'amministrazione Usa agli alleati europei e al Canada.

18:19Calcio: Figc, Sibilia e Ulivieri vicepresidenti

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Il Consiglio federale della Federcalcio, riunitosi a Coverciano, ha eletto vice presidenti della Figc Cosimo Sibilia e Renzo Ulivieri. Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti, in qualità di vice presidente più votato, assume la carica di vicario. Il consiglio ha votato all'unanimità la decadenza degli organi della Lega di serie A, presidente, vicepresidente e consiglio di Lega.

18:03Migranti: dopo 5 mesi piccola Oumoh ritrova mamma a Palermo

(ANSA) - PALERMO, 27 MAR - Camara Zeinabou, 31 anni, la mamma della piccola Oumoh, la bimba ivoriana di 4 anni arrivata sola a Lampedusa (Ag), oggi ha potuto finalmente riabbracciare la figlia che non vedeva da cinque mesi. L'incontro è avvenuto stamane nell'aeroporto di Palermo. Ad accoglierla sottobordo anche l'ispettrice della Questura di Agrigento Maria Volpe, che si è occupata della bimba fin dal giorno del suo arrivo nell'isola della Pelagie e ha assistito la donna aiutandola ad ottenere il passaporto per l'Italia. Zeinabou, rimasta bloccata in Tunisia per ragioni burocratiche, ai cronisti ha raccontato la sua odissea, cominciata nella sua terra, la Costa d'Avorio, da dove la donna e un' amica erano fuggite insieme alla piccola per sottrarre la bimba alla pratica dell'infibulazione, fino al loro arrivo a Tunisi.

Archivio Ultima ora