Turchia fa spazio ai “golpisti”, libera 33 mila detenuti

Pubblicato il 02 settembre 2016 da ansa

Erdogan non si ferma più: purghe per altri 50 mila statali e annuncia la scarcerazioni di massa per “far spazio” alle oltre 20 mila persone già arrestate con l'accusa di aver preso parte al fallito golpe del 15 luglio

Erdogan non si ferma più: purghe per altri 50 mila statali e annuncia la scarcerazioni di massa per “far spazio” alle oltre 20 mila persone già arrestate con l’accusa di aver preso parte al fallito golpe del 15 luglio

ISTANBUL – “Da ieri sera, 33.838 detenuti sono stati rilasciati”. Nelle stesse ore in cui una raffica di nuovi decreti dello stato d’emergenza liquida altri 50 mila dipendenti pubblici “gulenisti”, la Turchia di Tayyip Erdogan annuncia scarcerazioni di massa per ‘far spazio’ alle oltre 20 mila persone già arrestate con l’accusa di aver preso parte al fallito golpe del 15 luglio.

A 2 settimane dalla decisione di liberare 38 mila posti nelle prigioni di Ankara, arriva una prima amnistia di fatto, anche se le autorità sottolineano che si tratta di un rilascio in libertà condizionata. Una misura resa necessaria dall’ondata di arresti delle scorse settimane: con oltre 200 mila persone dietro le sbarre, le carceri turche stavano scoppiando. La capacità massima stimata delle prigioni si ferma infatti a 187.351 posti.

Altri 3 decreti, pubblicati oggi sulla Gazzetta Ufficiale, hanno cacciato dalle pubbliche amministrazioni 50.589 dipendenti. Nuove purghe-monstre, dopo gli oltre mille militari e magistrati congedati ieri, con cui Ankara prosegue il giro di vite contro i seguaci della presunta rete golpista di Fethullah Gulen.

– L’operazione di pulizia continuerà – promette il vicepremier, Nurettin Canikli.

Anche se le autorità non hanno fornito una cifra esatta, le purghe dall’inizio del golpe coinvolgono ormai oltre centomila persone. Epurazioni che colpiscono praticamente tutte le categorie: insegnanti di scuola, professori universitari, burocrati, imam e poliziotti. Licenziati e anche privati del passaporto. Tra le persone che da oggi hanno perso il lavoro – e non potranno più essere assunte nel pubblico – ci sono 28.163 dipendenti del ministero dell’Educazione, per lo più insegnanti di scuole elementari e medie.

Pugno di ferro anche contro i professori universitari: 2.346 accademici sono stati rimossi dal Consiglio per l’educazione superiore (Yok). Una lista in cui non ci sono solo i presunti ‘gulenisti’, ma anche molti dei docenti che a gennaio avevano firmato una dichiarazione in cui si chiedeva la fine del conflitto con il Pkk curdo nel sud-est della Turchia. Anche loro, all’epoca, erano stati definiti “traditori” da Erdogan.

Nuovo colpo anche alle forze di sicurezza, con 7.669 poliziotti, 323 gendarmi e 2 ufficiali della guardia costiera cacciati, oltre a 24 governatori centrali. I decreti prevedono per loro l’immediata requisizione delle armi d’ordinanza e l’impossibilità di lavorare in futuro anche nella sicurezza privata. Licenziati anche 1.519 lavoratori della Presidenza per gli affari religiosi (Diyanet), massima autorità islamica nel Paese, 2.018 dipendenti del ministero della Salute e migliaia di altri burocrati.

Sulla Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati anche i loro nomi, scatenando forti polemiche per i rischi a cui potrebbero essere esposti dopo aver ricevuto l’etichetta di “nemico dello Stato”. Non si ferma neppure il giro di vite contro i giornalisti. Oltre agli almeno 109 attualmente detenuti, gli accrediti stampa revocati dopo il golpe sono saliti a 620.

(Cristoforo Spinella/ANSAmed)

Ultima ora

14:39Migranti tentano espatrio attraverso fogne, salvati

(ANSA) - VENTIMIGLIA (IMPERIA), 21 OTT - Due migranti sono stati soccorsi a Mentone dopo essere rimasti intrappolati nell'impianto fognario nel tentativo di espatriare abusivamente in Francia passando da un tombino. E' accaduto, ieri sera, vicino alla frontiera franco-italiana di Ponte San Ludovico, a Menton. Secondo quanto anticipato sul quotidiano francese Nice Matin, sono stati i sapeurs pompiers a estrarre i due migranti, ormai in crisi ipotermica. Una volta visitati e identificati sono stati riammessi alla polizia di frontiera italiana. Si tratterebbe della prima volta che viene utilizzato un sottoservizio per espatriare in modo clandestino. Molti i metodi utilizzati finora - il tetto dei treni, le cabine degli impianti elettrici, lungo ferrovia e autostrada e attraverso i passeur - ma mai in questo modo. (ANSA).

14:02Bankitalia: Alfano, autonomia istituto ma non è enclave

(ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 21 OTT - Su Bankitalia "adesso c'è solo da attendere la proposta del presidente del Consiglio e del ministro dell'Economia. Non alimenterei ulteriori polemiche, perché il punto essenziale adesso è la decisione del governo, su cui occorrerà concentrasi per fare la scelta più giusta". Così il ministro degli Esteri, Angelino Alfano: c'è "l'autonomia della Banca d'Italia e al tempo stesso la possibilità, il diritto delle forze politiche di dire la propria opinione. Non è una enclave la Banca d'Italia, della quale e sulla quale non si può discutere".

13:58L.elettorale: Di Maio, faremo di tutto per fermarla

(ANSA) - SCIACCA (AGRIGENTO), 21 OTT - "Faremo di tutto per fermare questa legge, e chiediamo a tutti gli italiani di scendere in piazza con noi mercoledì 25 al Senato. Circonderemo pacificamente il Senato per far sentire la nostra voce su una legge che non è contro il M5S ma contro gli italiani e la democrazia". Così Luigi Di Maio, a Sciacca per la campagna elettorale a sostegno del candidato M5s a Governatore della Sicilia Giancarlo Cancelleri. "Una legge elettorale - ha aggiunto il leader grillino - che favorisce le ammucchiate e i piccoli partiti. Non a caso Mastella intende rifare l'Udeur".

13:55Renzi, se Gentiloni confermasse Visco prenderò atto

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Qualsiasi nome il premier farà, non ci saranno problemi. Anche se dovesse confermare Visco, nessun problema. Prenderò atto della decisione del governo e qualsiasi decisione sarà non intaccherà minimamente i nostri rapporti. Gentiloni non ha bisogno di consigli. Paolo ha la mia stima, il mio rispetto e la mia amicizia. E le sue parole sull'indipendenza e l'autonomia della Banca d'Italia sono giuste". Così Matteo Renzi in una intervista all'Avvenire di domani (anticipazioni sul sito del quotidiano).

13:55Calcio: Delneri, Buffon si ritira? Spero continui a giocare

(ANSA) - UDINE, 21 OTT - "Buffon è un grande professionista; io sono onorato di averlo allenato e penso i tifosi di averlo visto all'opera". Lo ha detto oggi il tecnico dell'Udinese Gigi Delneri a chi gli ha ricordato che quella di domani potrebbe essere l'ultima al Friuli per il numero uno della Juventus se veramente il campione bianconero dovesse decidere di ritirarsi nella prossima stagione. "Spero per lui non lo sia. Mi sembra che abbia lasciato una traccia importante per la visione di un ruolo come quello del portiere. E’ stato artefice del cambiamento strutturale del ruolo dei portieri. Credo abbia dimostrato come si possa diventare un attaccante pur essendo in porta", ha aggiunto ricordando anche la sua figura di uomo. "Un ragazzo a posto che ha dimostrato che in tutti gli ambienti bisogna avere professionalità, essere uomini, credere in quello che si fa. Un esempio per tutti, anche per i bambini".

13:47Sport e fair play: consegnati gli Award 2017 per videospot

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Sport e fair play: consegnati a Roma gli Award della quarta edizione del Video-spot Festival alle scuole superiori italiane sul tema 'Vivere da sportivi, a scuola di fair play'. Si tratta di una competizione multimediale inserita in una campagna di sensibilizzazione giovanile sul significato sociale dei valori etici dello sport. 12 le scuole finaliste, 6 i premi assegnati nella sezione Video, 7 per gli Spot, due alla sezione Speciale e 2 fuori concorso agli Ospedali Pediatrici. I best video 2017 sono 'Salviamo gli ultras' realizzato dagli studenti dell'istituto Tommaso D'Oria di Ciriè (Torino) e 'Si gioca solo con regole condivise' dei ragazzi del liceo sportivo Galilei di Siena. La cerimonia finale di premiazione si è svolta alla Scuola Superiore di Polizia. Tema della competizione multimediale 2017 lanciata da Monica Promontorio, sono stati in particolare i temi d'integrazione, inclusione, bullismo e cyber-bullismo, parità di genere, ambiente. (ANSA).

13:40Incendio Como: un mese fa il padre aveva scritto al giornale

(ANSA) - COMO, 21 OTT - Faycal Haitot, l'uomo che ieri a Como ha dato fuoco all'appartamento in cui è morto con i quattro figli, un mese fa aveva scritto a La provincia di Como una lettera in cui denunciava di non avere mai ricevuto la visita dei servizi sociali. "Ho chiesto l'aiuto economico e l'assistente: zero. Ho scritto al dirigente e diceva che il Comune paga l'affitto. Come fanno a mangiare questi bimbi, forse sono troppi. La scuola è gia cominciata e il primo giorno sono andato dai carabinieri per non prendere una denuncia, noi siamo a casa". Poi lamenta di non avere mai ricevuto "nessuna visita a casa dei servizi sociali per controllare la vita quotidiana dei bambini. Non vado via per paura del servizio sociale. Se ci sono problemi tra me e loro, cosa c'entrano i bambini?". Da parte sua il Comune di Como già ieri aveva specificato quali erano state le iniziative prese a sostegno della famiglia Haitot: housing sociale dal 2014, supporti all'assistenza scolastica, mensa gratuita, diurnato pomeridiano.

Archivio Ultima ora