Turchia fa spazio ai “golpisti”, libera 33 mila detenuti

Pubblicato il 02 settembre 2016 da ansa

Erdogan non si ferma più: purghe per altri 50 mila statali e annuncia la scarcerazioni di massa per “far spazio” alle oltre 20 mila persone già arrestate con l'accusa di aver preso parte al fallito golpe del 15 luglio

Erdogan non si ferma più: purghe per altri 50 mila statali e annuncia la scarcerazioni di massa per “far spazio” alle oltre 20 mila persone già arrestate con l’accusa di aver preso parte al fallito golpe del 15 luglio

ISTANBUL – “Da ieri sera, 33.838 detenuti sono stati rilasciati”. Nelle stesse ore in cui una raffica di nuovi decreti dello stato d’emergenza liquida altri 50 mila dipendenti pubblici “gulenisti”, la Turchia di Tayyip Erdogan annuncia scarcerazioni di massa per ‘far spazio’ alle oltre 20 mila persone già arrestate con l’accusa di aver preso parte al fallito golpe del 15 luglio.

A 2 settimane dalla decisione di liberare 38 mila posti nelle prigioni di Ankara, arriva una prima amnistia di fatto, anche se le autorità sottolineano che si tratta di un rilascio in libertà condizionata. Una misura resa necessaria dall’ondata di arresti delle scorse settimane: con oltre 200 mila persone dietro le sbarre, le carceri turche stavano scoppiando. La capacità massima stimata delle prigioni si ferma infatti a 187.351 posti.

Altri 3 decreti, pubblicati oggi sulla Gazzetta Ufficiale, hanno cacciato dalle pubbliche amministrazioni 50.589 dipendenti. Nuove purghe-monstre, dopo gli oltre mille militari e magistrati congedati ieri, con cui Ankara prosegue il giro di vite contro i seguaci della presunta rete golpista di Fethullah Gulen.

– L’operazione di pulizia continuerà – promette il vicepremier, Nurettin Canikli.

Anche se le autorità non hanno fornito una cifra esatta, le purghe dall’inizio del golpe coinvolgono ormai oltre centomila persone. Epurazioni che colpiscono praticamente tutte le categorie: insegnanti di scuola, professori universitari, burocrati, imam e poliziotti. Licenziati e anche privati del passaporto. Tra le persone che da oggi hanno perso il lavoro – e non potranno più essere assunte nel pubblico – ci sono 28.163 dipendenti del ministero dell’Educazione, per lo più insegnanti di scuole elementari e medie.

Pugno di ferro anche contro i professori universitari: 2.346 accademici sono stati rimossi dal Consiglio per l’educazione superiore (Yok). Una lista in cui non ci sono solo i presunti ‘gulenisti’, ma anche molti dei docenti che a gennaio avevano firmato una dichiarazione in cui si chiedeva la fine del conflitto con il Pkk curdo nel sud-est della Turchia. Anche loro, all’epoca, erano stati definiti “traditori” da Erdogan.

Nuovo colpo anche alle forze di sicurezza, con 7.669 poliziotti, 323 gendarmi e 2 ufficiali della guardia costiera cacciati, oltre a 24 governatori centrali. I decreti prevedono per loro l’immediata requisizione delle armi d’ordinanza e l’impossibilità di lavorare in futuro anche nella sicurezza privata. Licenziati anche 1.519 lavoratori della Presidenza per gli affari religiosi (Diyanet), massima autorità islamica nel Paese, 2.018 dipendenti del ministero della Salute e migliaia di altri burocrati.

Sulla Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati anche i loro nomi, scatenando forti polemiche per i rischi a cui potrebbero essere esposti dopo aver ricevuto l’etichetta di “nemico dello Stato”. Non si ferma neppure il giro di vite contro i giornalisti. Oltre agli almeno 109 attualmente detenuti, gli accrediti stampa revocati dopo il golpe sono saliti a 620.

(Cristoforo Spinella/ANSAmed)

Ultima ora

13:36Tennis: Australia, battuto Ramos-Vinolas e Djokovic a ottavi

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Novak Djokovic si è qualificato per gli ottavi di finale degli Open d'Australia di tennis. Il serbo, ex n.1 del mondo e testa di serie numero 14, ha facilmente superato in tre set (6-2, 6-3, 6-3) lo spagnolo Albert Ramos-Vinolas. Prossimo avversario di 'Nole' sarà il sudcoreano Hyeon Chung, autore dell'eliminazione del numero 4 del seeding, il tedesco Alexander Zverev.

13:30Video sindaco Cerignola su Fb a malavitosi,’siate maledetti’

(ANSA) - CERIGNOLA (FOGGIA), 20 GEN - Il sindaco di Cerignola, Franco Metta, ha postato sulla pagina Facebook personale e di primo cittadino un video in cui attacca duramente la malavita locale che negli ultimi tempi ha compiuto numerose intimidazioni, soprattutto a scopo estorsivo. "Siate maledetti - dice Metta parlando dal suo ufficio di sindaco e rivolgendosi ai malavitosi - uscite di notte come gli scarafaggi e come i topi per colpire la povera gente che lavora, la povera gente che fa i sacrifici per buttare nel panico questa comunità che sta facendo di tutto per risollevarsi. Siate maledetti, siete quattro vigliacchi. Noi non vi lasceremo questa città, combatteremo fino alla fine per Cerignola. Siate stramaledetti". Il video sta diventando virale sul web.

13:19Sci: Cdm,in libera Kitzbuehel Innerhofer cade ma senza danni

(ANSA) - KITZBUEHEL (AUSTRIA), 20 GEN - Christoph Innerhofer, pettorale 2 e primo azzurro in pista nella discesa sulla Streif a Kitzbuehel, è caduto spettacolarmente, ma senza danni. L'incidente - mentre aveva un buon tempo - è stato in parte simile a quello di Sofia Goggia nella discesa di Cortina. E' accaduto sul dente che immette sullo Schuss finale dopo la lunga traversa della Hausbergkante. Innerhofer è stato sbilanciato e lo sci sinistro si è alzato in alto con la punta verso il cielo. L'azzurro è scivolato sulla neve per parecchi metri, ma poi si è rialzato senza problemi.

13:02Sci: Goggia, ho sbagliato nel salto ma adesso riparto

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO (BELLUNO), 20 GEN - E' stato fortunatamente più spettacolare che altro il presentat'arm - con le punte degli sci paralleli rivolte al cielo - che Sofia Goggia ha fatto sul lungo e ripido salto che immette sullo Schuss delle Tofane. E' atterrata in un tratto ancora in forte pendenza e la sua schiena per alcuni metri, in una nube di neve, ha toccato il fondo pista. Poi, però, con un colpo di reni e uno sci che ha preso la giusta inclinazione, si è rialzata indenne. "Ho sbagliato all'attacco del dente sopra il salto. Non ero nella giusta posizione per il salto, ma ancora troppo arretrata. Sono però riuscita a controllare la caduta e tutto è andato bene", ha raccontato l'azzurra. "Per il SuperG di domani nessun problema. Ora resetto tutto - ha annunciato l'azzurra - e si riparte da zero: andare e via".

13:02Volvo ocean race: scontro barca-peschereccio, un morto

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - E' davvero tragico l'epilogo della 4/a tappa della Volvo ocean race di vela, che ha portato le barche da Melbourne a Hong Kong ed è stata vinta da Sun Hung Kai/Scallywag. A poche miglia dal traguardo, Vestas 11th Hour racing dello skipper Charlie Enright è stata coinvolta in una collisione con un piccolo peschereccio che ha provocato un morto. La notizia è stata confermata dagli organizzatori della regata che manifestano "i più profondi sentimenti di cordoglio alla famiglia della vittima". L'incidente è avvenuto a circa 30 miglia dal traguardo della 4/a tappa, fuori dalle acque di Hong Kong. Fra i componenti il team Vestas 11th Hour racing non ci sono feriti: dall'imbarcazione - secondo quanto informano gli organizzatori - è partito il segnale di 'mayday' verso il Centro di coordinamento del soccorso in Mare di Hong Kong. Immediato l'intervento dei soccorritori che hanno potuto recuperare nove componenti dell'equipaggio, mentre il decimo è stato trasportato in ospedale con un elicottero, ma è spirato poco dopo.

12:58Sci: discesa Cortina, vittoria Vonn

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO (BELLUNO), 20 GEN - Sofia Goggia ha sbagliato, facendo uno spettacolare e pericoloso presentat'arm sul salto che immette sullo Schuss delle Tofane e ha così lasciato strada libera al successo della statunitense Lindsey Vonn nella discesa di Cdm di Cortina. Vonn ha vinto in 1'36"48, lasciandosi alle spalle Tina Weirather del Liechtenstein in 1'37"40 e l'altra statunitense Jacqueline Wiles (1'37"46). Per Vonn è il 12/o successo a Cortina, il 79/o in Coppa del mondo. Fuori Goggia - che atterrando sul salto è finita con la schiena sulla neve, scivolando per alcuni metri, ma rialzandosi indenne con un formidabile colpo di reni - per l'Italia la migliore è stata Johanna Schnarf 9/a in 1'38"29. Più indietro, al momento 16/a, c'è Nicol Delago in 1'38"69: poi, Nadia Fanchini in 1'38"80, Federica Brignone in 1'38"81, Verena Stuffer in 1'38"95. Domani per Goggia e compagne ci sarà modo di rifarsi con il SuperG che chiude la tappa di Cortina.

12:55Tennis: Australia, Berdych agli ottavi e sfiderà Fognini

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Sarà Tomas Berdych l'avversario di Fabio Fognini, negli ottavi di finale degli Open d'Australia Il ceco, 19/a testa di serie, ha regolato per 6-3, 6-3, 6-2 l'argentino Juan Martin Del Potro, n. 12 del seeding. Esce a sorpresa il tedesco Alexander Zverev, testa di serie n. 4, battuto dal sudcoreano Hyeon Chung, vincitore a novembre delle Next Gen Atp Finals, che si è imposto in 5 set con il punteggio di 5-7, 7-6 (7-3), 2-6, 6-3, 6-0. Avanza l'austriaco Dominic Thiem, testa di serie n. 5, che ha superato per 6-4, 6-2, 7-5 il francese Adrien Mannarino (n. 26). Altri risultati Sandgren-Marterer 5-7, 6-3, 7-5, 7-6 (7-5); Fucsovics-Kicker 6-3, 6-3, 6-2.

Archivio Ultima ora