Crescita ferma. Renzi: “Il 2016 sarà meglio, ma non basta”

Pubblicato il 02 settembre 2016 da ansa

Il presidente del consiglio Matteo Renzi mostra delle slides su un tablet, durante il suo intervento alla prima giornata del Forum Ambrosetti su 'Lo scenario di oggi e di domani per le strategie competitive', a Villa D'Este, Cernobbio (Como), 2 settembre 2016. ANSA / EMILIO ANDREOLI

Il presidente del consiglio Matteo Renzi mostra delle slides su un tablet, durante il suo intervento alla prima giornata del Forum Ambrosetti su ‘Lo scenario di oggi e di domani per le strategie competitive’, a Villa D’Este, Cernobbio (Como), 2 settembre 2016. ANSA / EMILIO ANDREOLI

CERNOBBIO (CO) – Crescita ferma. Un ossimoro per rappresentare il dato diffuso dall’Istat sul Pil e che fotografa un secondo trimestre invariato rispetto a quello precedente ma l’economia italiana che cresce dell’0,8% (più delle attese) rispetto allo stesso periodo del 2015.

“L’Italia prosegue una lunga marcia, il 2016 si chiuderà meglio del 2015 che si è chiuso meglio del 2014, del 2013 e del 2012, questo è un risultato inoppugnabile” commenta il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, parlando al Forum Ambrosetti, preceduto poco prima nella stessa sala dal ministro dell’economia Pier Carlo Padoan. Ma non basta.

– Siamo andati meglio, ma non ho bisogno di un sondaggio per dire che questo meglio non basta – E’ un Renzi diverso da quello che abbiamo ascoltato spesso, non usa toni trionfali, è misurato e conquista la platea.

– Ovviamente non siamo soddisfatti e per questo nella Legge di Bilancio (che quest’anno ha sostituito la Legge di Stabilità, ndr) stiamo inserendo misure soprattutto per la crescita” ha spiegato all’ANSA il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. “Il deficit rispetto al Pil continuerà a scendere –

Lo ha detto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan anticipando le nuove stime macroeconomiche del governo e i contenuti della Legge di Stabilità che “sarà presentata a ottobre”, ha confermato, prevedendo “misure dedicate alla crescita”.

– Il deficit è il più basso degli ultimi dieci anni e continuerà a scendere non perché ce lo chiede la Ue, ma perché ce lo chiedono i nostri figli – dice Renzi, come a riprendere il filo del discorso in perfetta sintonia con il suo ministro.

Dopo anni di ritardo sulle riforme bisogna avere un approccio “scandito dalla logica del maratoneta che fa il passo dopo passo, non dello sprinter dei cento metri” dice il premier in sintonia con Padoan che parla di “pazienza”.

– Le riforme strutturali da sole non bastano – ha esortato la platea Padoan – alcune funzionano meglio se il ciclo è più sostenuto e c’è una politica espansiva. Il Governo può fare la sua parte su riforme e semplificazione ma sta alle imprese approfittarne.

Riforme e crescita, ma nel dibattito ci sono anche parole nuove come cultura, equità e ideali. Sembra inevitabile in questi giorni in cui pesano sia i timori della Brexit che quelli del terrorismo.

– C’è un legame fra crescita e lotta alla diseguaglianza – puntualizza Padoan -. Si sta facendo strada l’idea che i due obiettivi non sono in contrasto ma si sostengono a vicenda. Per ragioni di efficienza ma anche di equità sociale e tranquillità politica è importante portare avanti insieme questi obiettivi.

Renzi ha tra l’altro detto che la politica deve proporsi come luogo della speranza: 585 mila nuovi posti di lavoro sono un risultato importante che significa che “la riforma del lavoro funziona”.

– A mio avviso il problema del 2016 non è l’economia, e non perché vada bene, anzi”, ma “ci sono molte questioni politiche che sono sul tavolo della comunità internazionale che richiedono risposte inedite – dice Renzi. La sfida è il “new political divide” ha detto, citando una copertina dell’Economist. Una divisione “non più fra destra e sinistra ma fra categorie diverse: la logica del muro contro la logica della piazza”.

Ultima ora

11:47Terzo valico: a Cravasco pietre verdi, rischio amianto

(ANSA) - GENOVA, 23 SET - Pietre verdi, che potrebbero contenere amianto, sono state trovate durante lo scavo al cantiere di Cravasco (Genova) del Terzo Valico, l'infrastruttura ferroviaria per l'alta velocità tra Genova e Milano. I lavori sono stati immediatamente fermati, come prevede il cosiddetto 'Protocollo Amianto'. Lo rende noto l'Osservatorio ambientale per il Terzo Valico. La scoperta è avvenuta grazie ad un apposito sondaggio esplorativo. Sono in corso le analisi sul campione prelevato, ma - si legge in una nota - "non sono stati riscontrati valori di fibre di amianto superiori alla soglia consentita in 'ambiente di vita', ovvero fuori dal cantiere. L'osservatorio ricorda che "il rinvenimento di pietre verdi non implica la presenza di amianto nelle rocce né in aria, ma come previsto dal Protocollo amianto, comporta l'adozione di un livello di attenzione più elevato e l'attivazione di maggiori controlli. Lo smarino scavato è stato confinato in una vasca, bagnato e coperto per evitare il pericolo di dispersione di polveri. (ANSA).

11:32Melania: primo impegno estero da sola

(ANSA) - WASHINGTON, 23 SET - Primo impegno ufficiale di Melania Trump da sola come first lady. La moglie del presidente degli Stati Uniti accompagnerà oggi la delegazione americana agli Invictus game in Canada, la manifestazione sportiva fondata nel 2004 dal principe Harry per i militari rimasti feriti. Nella giornata di oggi a Toronto la first lady avrà un incontro con il principe Harry e con il premier canadese Justin Trudeau, oltre a partecipare all'evento inaugurale dei giochi e ad un ricevimento per i cento atleti americani che partecipano alle competizioni.

11:17Russia: inaugurato un busto di Stalin a Mosca

(ANSA) - MOSCA, 23 SET - Un busto di bronzo del sanguinario dittatore sovietico Iosif Stalin è stato inaugurato tra le polemiche a Mosca assieme a quelli di altri sei leader sovietici, da Lenin a Gorbaciov. Le statue si trovano in Viale dei Governanti, nel parco del Museo delle uniformi militari della Società storico-militare russa: un'associazione fondata da Vladimir Putin e guidata dal ministro della Cultura, Vladimir Medinski. Si tratta della stessa società che ha promosso l'inaugurazione, pochi giorni fa, di una grande statua a Mikhail Kalashnikov. Il Cremlino ha affermato di non sapere nulla del busto di Stalin, ma lo stretto rapporto tra il governo e la Società storico-militare russa è innegabile. Ieri una donna ha protestato contro la statua del dittatore sovietico stringendo in mano un cartello con la poesia di Anna Akhmatova 'Ai difensori di Stalin', dove coloro che lodano il dittatore sono definiti "cari amanti di torture" e "esperti di produzione di orfani".

11:10Calcio: Liga, l’Alaves ufficializza De Biasi nuovo tecnico

(ANSA) - ROMA, 23 SET - "Bienvenido Gianni": conclude così, l'Alaves, l'annuncio sul proprio sito internet con cui ufficializza l'ingaggio del tecnico italiano Gianni De Biasi, assunto con un contratto fino a giugno, con opzione per il rinnovo per la stagione successiva. Nello stesso comunicato il club, ultimo in Liga con zero punti dopo cinque giornate, sottolinea l'esperienza dell'ex ct dell'Albania, abituato a gestire "situazioni complicate" (in Spagna, peraltro, ha già guidato il Levante dieci anni fa). Il 61enne allenatore veneto, che subentra all'esonerato Luis Zubeldia, ha a sua volta dato notizia del nuovo incarico pubblicando su Twitter una sua foto nella città della squadra, la basca Vitoria-Gasteiz, commentando in italiano e spagnolo: "Con grande piacere sarò il nuovo coach dell'Alaves". Prossimo impegno in campionato per i biancazzurri, questo pomeriggio in casa contro il Real Madrid.

11:08Panama Papers, bloccati beni Nawaz Sharif

(ANSA) - ISLAMABAD, 23 SET - Il Tribunale per la Trasparenza del Pakistan ha imposto un blocco delle proprietà mobiliari ed immobiliari dell'ex primo ministro Nawaz Sharif a seguito della sua condanna per "disonestà", che ha comportato l'immediata destituzione dall'incarico, inflittagli dalla Corte Suprema per lo scandalo rivelato attraverso i cosiddetti 'Panama Papers'. Lo riferisce oggi la tv DawnNews. Nell'ordinanza di blocco dei beni, che coinvolge anche tre figli e un cognato dell'ex premier, nonché l'ex ministro delle Finanze Ishaq Dar, il giudice ha convocato tutti i destinatari delle restrizioni a presentarsi davanti a lui in una udienza fissata per il 26 settembre ad Islamabad. Attualmente Sharif si trova da qualche giorno a Londra vicino alla moglie, Begum Kulsoom Nawaz, per cure per un cancro alla gola.

11:06‘Ndrangheta: sequestrati beni a presunto esponente cosca

(ANSA) - SINOPOLI (REGGIO CALABRIA), 23 SET - Beni mobili e immobili per un valore di circa 500 mila euro sono stati sequestrati dai carabinieri del Reparto operativo nucleo investigativo del Comando provinciale di Reggio Calabria, a Giorgio Violi, di 41 anni, di Sinopoli, con precedenti di polizia, ritenuto appartenente alla cosca di 'ndrangheta "Alvaro-Violi-Macri". Il sequestro è stato fatto in esecuzione di un decreto emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Direzione distrettuale antimafia reggina. Le indagini dei carabinieri hanno consentito di accertare l'accumulazione beni immobili, tutti dislocati nel comune di Sant'Eufemia di Aspromonte e prodotti finanziari. In particolare, sono stati sequestrati due terreni agricoli da sette ettari ciascuno e conti correnti, libretti di deposito, titoli, azioni, obbligazioni e quote azionarie riconducibili a Violi e a persone appartenenti al suo nucleo familiare. (ANSA).

11:04Arrestato si impicca in cella della Questura di Bologna

(ANSA) - BOLOGNA, 23 SET - Uno straniero arrestato si è suicidato impiccandosi in una cella di sicurezza della Questura di Bologna. E' successo ieri sera verso le 23. L'uomo, un senegalese di 39 anni, avrebbe utilizzato la sua maglia, appendendola alla grata della cella. Era stato arrestato per maltrattamenti in famiglia. Sono in corso accertamenti

Archivio Ultima ora