Imprenditori con Renzi, consenso bulgaro a Cernobbio

Pubblicato il 02 settembre 2016 da ansa

Imprenditori con Renzi,consenso bulgaro a Cernobbio

Imprenditori con Renzi,consenso bulgaro a Cernobbio

CERNOBBIO (COMO) – La seconda volta di Matteo Renzi a Cernobbio non ha incrinato il rapporto tra il presidente del consiglio e gli imprenditori italiani che, stando ai giudizi emersi, dimostrano di non aver perso fiducia nell’ex-rottamatore. Renzi ha parlato a braccio mostrando per due volte con il suo tablet le copertine dell’Economist e del Time per indicare che l’economia non è il principale dei problemi da risolvere, ammettendo che l’Italia “farà meglio, ma il meglio non è abbastanza”.

Ne è seguito un confronto a domande e risposte durante il quale – stando alle testimonianze dei presenti – il premier non è mai stato interrotto e ha guadagnato un applauso convinto nel finale. Anche i toni poco trionfalistici, scelti da Renzi, avrebbero aiutato a confermare il feeling con la platea.

E un sondaggio da Ansa, svolto al termine della giornata, lo ha sancito con un consenso ‘bulgaro’ alle ragioni del capo del governo. A tutto campo i temi sui quali imprenditori e manager hanno interagito col premier, dal referendum costituzionale, sul quali qualcuno ha lamentato scarsa informazione, agli investimenti nel progetto Casa Italia (il terremoto è una grande tragedia non un’opportunità, ha sottolineato il premier, secondo quanto riferiscono i partecipanti), fino al tema scottante della banche.

E qui, stimolato da una domanda sulla digitalizzazione, Renzi ha invitato a riflettere sui cambiamenti che in questi anni hanno cambiato il settore, fino a citare l’esempio di sua moglie, che prima si recava in filiale e oggi fa tutto dallo smartphone.

Il presidente del Consiglio ha parlato di esuberi e dell’eccesso di filiali in Italia, segnalando, anche a porte chiuse, dopo il suo intervento pubblico, come sia inevitabile una razionalizzazione. Qui ha fatto un numero, 145.000, parlando di quanti potrebbero essere accompagnati a lasciare il posto di lavoro. L’a.d di Banca Ifis Giovanni Bossi, interpellato dall’ANSA, si è detto d’accordo con Renzi: “è una cosa giusta, è una cosa che va detta, ed è bene che cominciamo a metabolizzarla.

Il banchiere ha ricordato che ci sono 330 mila addetti oggi in Italia e, sulla base dei numeri fatti, potranno diventare in prospettiva quasi la metà. Non si è voluto esprimere direttamente, il presidente di SocGen ed ex consigliere della Bce Lorenzo Bini Smaghi in quanto “rappresentante di una banca estera”, ma ha dato ragione a Renzi quando ha detto che “in Italia le banche sono troppe”. E secondo Bini Smaghi sono troppe non soltanto in Italia, ma anche in Germania.

Ultima ora

14:47Diritti tv: scaduto termine offerte, ora valutazioni Lega A

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - E' scaduto alle 13 il termine per la presentazione delle offerte per il bando domestico dei diritti tv della Lega Serie A del triennio 2018-21, che verranno valutate dall'assemblea dei club in programma alle 15. Alle 11 era convocata, ma non si è ancora aperta, un'altra assemblea, con all'ordine del giorno il rinnovo delle cariche e l'approvazione della modifica dello statuto che introduce per le elezioni il quorum a maggioranza semplice a partire dal terzo scrutinio. I dirigenti delle società sono riuniti informalmente e sul fronte della governance della Lega Serie A, commissariata da nove mesi, è atteso un nuovo rinvio.

14:44Calcio: Inter, visite mediche per Rafinha

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - Rafinha sta svolgendo le visite mediche con l'Inter e, a ore, è attesa l'ufficialità del suo trasferimento in nerazzurro dal Barcellona con la formula del prestito con diritto di riscatto. Il centrocampista, arrivato a Milano nella serata di ieri, ha già svolto la prima parte delle visite alla clinica Humanitas e ora sta sostenendo quelle al Coni. Non è escluso che Rafinha raggiunga Appiano Gentile per una prima seduta di allenamento e per incontrare il tecnico Luciano Spalletti.

14:39Suicida dopo accusa abusi: impiccato davanti a una chiesa

(ANSA) CASSINO (FROSINONE), 22 GEN -Ha deciso di suicidarsi all'ingresso di una piccola chiesa di montagna, non distante da Cassino, l'agente della penitenziaria accusato di aver abusato della figlia 14enne. A notare il corpo dell'uomo è stato un passante che ha avvisato i carabinieri. Il corpo si trovava all'ingresso del luogo di culto, in uno spazio delimitato da una grata a protezione del portone. Per togliersi la vita ha utilizzato uno spago da imballaggio. Secondo una prima ricostruzione l'uomo non avrebbe lasciato nessun biglietto.

14:37Catalogna: Torrent, Puigdemont candidato presidente

(ANSA) - MADRID, 22 GEN - Il presidente del parlamento catalano Roger Torrent ha annunciato che presenterà il nome di Carles Puigdemont come candidato presidente della Catalogna che sarà sottoposto all'investitura della plenaria a fine mese. Quello di Puigdemont, appoggiato dal fronte indipendentista che ha la maggioranza assoluta, è il solo nome emerso dal giro di consultazioni con i gruppi politici degli ultimi giorni, ha precisato. La sessione di investitura del nuovo presidente catalano è prevista entro il 31 gennaio.

14:37Calcio: Sun, Raiola porterà Balotelli alla Juve

(ANSA) - LONDRA, 22 GEN - Calciomercato o fantacalcio? L'ultima clamorosa voce arriva dall'Inghilterra: al centro Mario Balotelli e il suo agente Mino Raiola. Secondo il tabloid inglese Sun, l'attaccante sarebbe vicino a un clamoroso ritorno in Italia, per vestire la maglia della Juventus. Il giornale scrive di un contratto già pronto a Torino per l'attuale punta del Nizza che a fine stagione sarà svincolato per scadenza contratto. Balotelli ha giocato nelle ultime due stagioni con la maglia del Nizza e quest'anno ha già messo a segno 17 reti, stabilendo il nuovo record personale. Secondo le indiscrezioni provenienti dall'Inghilterra l'accordo, della durata di cinque anni, prevedrebbe per SuperMario un ruolo centrale nel progetto di Massimiliano Allegri, e non di semplice alternativa a Gonzalo Higuain.

14:23Tennis: Australia, Chung elimina Djokovic

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Sorpresa agli Open d'Australia di tennis, dove Novak Djokovic è stato eliminato negli ottavi di finale. Il serbo, ex numero 1 del mondo e vincitore per sei volte a Melbourne, si è arreso al giovane sudcoreano Hyeon Chung, che si è imposto in tre set con il punteggio di 7-6, 7-6, 7-6. Chung, 21 anni, vincitore a novembre nelle Next gen Atp Finals a Milano, e autore al turno precedente dell'eliminazione del tedesco Alexander Zverev, incontrerà adesso lo statunitense Tennys Sandgren che ha sconfitto per 6-2, 4-6, 7-6 (4), 6-7 (7), 6-3 l'austriaco Dominic Thiem, numero 5 del seeding.

13:58Calcio: Cagliari, arrivano Lykogiannis e Ceter

(ANSA) - CAGLIARI, 22 GEN - Ora è ufficiale: il greco Charalampos Lykogiannis, classe 1993 e il colombiano Damir Ceter, classe 1997 sono due giocatori del Cagliari. Lykogiannis arriva dallo Sturm Graz e si trasferisce in rossoblù a titolo definitivo legandosi al club rossoblù sino al 2022. È un difensore che gioca abitualmente sulla fascia sinistra, bravo in fase di copertura ma anche nelle ripartenze. È cresciuto nell'Olympiakos e con la squadra greca ha vinto un campionato nazionale, due coppe e ha esordito in Champions League. Lo scorso settembre ha anche esordito in nazionale. Nelle ultime due stagioni ha giocato nel campionato austriaco: 81 presenze e sei gol. In rossoblù e con contratto sino al 2022 anche Ceter (FOTO): attaccante centrale alto e fisicamente ben piazzato è considerato uno dei nomi emergenti del calcio sudamericano. Nell'ultima stagione ha giocato con l'Independiente di Santa Fè: 12 presenze e due gol. Alle 15.30 nella sala stampa della Sardegna Arena, la presentazione ufficiale dell'attaccante.

Archivio Ultima ora