Unioni civili: prime nozze gay in città del Concilio

(ANSA) – TRENTO, 3 SET – Primo matrimonio gay a Trento, città del Concilio. Lo ha officiato il sindaco Alessandro Andreatta, formalizzando l’unione tra Patrik Fongarolli Frizzera, 29 anni, trentino, e il suo compagno Giorgio Guzzetta, 33 anni, palermitano ma residente assieme al suo compagno a Roncegno, paese della Valsugana. E’ la prima coppia omosessuale ad utilizzare in Trentino la legge 67 del 2016, anche se la cerimonia di oggi è stato soltanto l’atto formale, pur davanti ad amici e parenti che hanno applaudito a lungo alla fine della breve cerimonia svoltasi in municipio. La promessa di stare assieme per sempre Patrik e Giorgio se la sono scambiata già alcuni mesi fa, nel quinto anniversario della loro unione. Davanti al sindaco i due sposi si sono scambiati gli anelli e la promessa di fedeltà. “Ho voluto essere presente per dare un segnale forte, cioè che noi crediamo in queste unioni, ma dico no a ragionamenti ideologici o giuridici”, ha commentato il sindaco suggellando l’unione.

Condividi: